“Romeo e Giulietta”. Il teatrino giullare: Shakespeare o dell’elogio della finzione

Data:

Al Teatro Arena del Sole di Bologna il 22 e il 23 dicembre 2016

A Quattrocento anni dalla morte del Bardo la Compagnia bolognese Teatrino Giullare mette in scena un Romeo and Juliet volutamente artefatto. Un’Arena del Sole gremita e in atmosfera pre-natalizia, il suo chiarore caldo e accogliente il 22 e 23 Dicembre scorsi hanno accolto questa prima assoluta in cui tutto si fa talmente finzione che i cinque atti – come ne “Il Servo di scena” di Peter Yates – si svolgono dentro e fuori le pareti di un camerino. Lo spettacolo suggerisce con ogni mezzo, persino cipria e parrucche,  l’intento di non essere vero, squarcia il velo di Maya e si palesa costruito – come poteva essere al tempo di Shakespeare –  con giochi di specchi e riflessi, con voci calde di un tempo passato distorte dalle maschere che diventano di volta in volta balia o frate, mamma o papà Capuleti. La Regina Mab  è una piccola luce, pupazzi a misura d’uomo sono Mercuzio e Tebaldo a seconda della scena, Benvolio è addirittura un fischio: ogni personaggio indossa o è maschera, tranne quando chi è al centro dell’azione sono i due amanti di Verona, entrambi sempre a volto scoperto.

Solo due attori sul palco personificano tutti i ruoli – lavoro arduo! –  alcuni dei quali  assenti ma raccontati e l’artificialità di questo testo, la meno nota e più corta “versione Q1”, non si smentisce neanche durante la scena del balcone o quella dell’unica notte assieme, entrambe sfacciatamente artificiose, quasi da marionetta. La tragicommedia presentata dal pluripremiato Teatrino Giullare ha un ritmo incalzante e cadenzato dal suono di un’orchestrina  di violino, chitarra, arpa, violoncello e tromba che scandiscono i momenti dell’opera e danno vivacità al tessuto meta teatrale: questa è una lettura originale dell’opera che non si sforza di sembrare vera neanche un po’… è vera solo al momento degli applausi!

Chiara Cataldo

Romeo e Giulietta di William Shakespeare
Traduzione Silvia Bigliazzi
Interpretato e diretto da Teatrino Giullare
Una produzione teatrino Giullare
Commissionata e Coprodotta dall’Università degli Studi di Verona
Realizzata con il contributo della Regione Emilia Romagna

 

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

La complicata conoscenza tra consuocere, madri di figli gay

  Il ricco cartellone 2023/2024 del Teatro Martinitt di Milano,...

Ligio Zanini, Cun la prua al vento, Scheiwiller, Milano, 1993

Su Ligio Zanini (Rovigno d'Istria, 1927-1993) molto ci sarebbe...