Nausyca King. Per essere modelle ci vuole la testa

Data:

Nome: Nausyca. Cognome: King. Età: mai chiedere l’età a una donna. Professione: fotomodella, conduttrice, presentatrice di eventi e responsabile della tesoreria di una grande multinazionale. Segni particolari: bellissima e laureata in Economia con 110 (senza lode). Ecco la carta d’identità di una bambina che sognava di diventare arredatrice d’interni, di un’adolescente che qualche maschietto definiva “bruttarella” e di una ragazza che da anni gira il mondo per farsi immortalare un po’ ovunque. Testimonial di decine di cataloghi di abbigliamento, costumi e pellicce, modella per atelier di abiti da sposa, protagonista di videoclip con Pitbull e Marracash, il suo curriculum racconta infiniti lavori che l’hanno vista protagonista in Italia, in Europa e negli States. Sarà merito di 176 centimetri di altezza e misure – 89-62-90 – da sballo, sarà che fin da quando è entrata in questo mondo ha sempre tenuto la testa sulle spalle e la mente incollata ai libri. Un po’ bomba sexy e un po’ “secchiona”, un pizzico esibizionista e così determinata da non aver mai posato una sola volta senza veli. Insomma, una fotomodella sui generis che continua a conquistare fotografi. Sognando, un giorno, di realizzarsi nel suo lavoro.

Perché prima di essere fotomodella, Nausyca King è una…

Responsabile della tesoreria di un’importante multinazionale alle porte di Milano. Un lavoro duro, ci sono arrivata grazie ad una Laurea magistrale in Economia in cui mi sono diplomata con 110/110. Studiare mi è sempre piaciuto…

Anche se, a 16 anni, un fotografo europeo molto importante ti nota…

E mi porta sul set, e qui scopro che posare mi piace da impazzire e mi dà la possibilità di esprimere il mio lato creativo che altrimenti non avrei potuto mai trasmettere perché fondamentalmente il mio estro supera la mia ragione. Da lì inizia una splendida avventura.

Sempre in giro, sempre davanti all’obbiettivo.

Sono stata scelta per cataloghi di costumi, di abbigliamento, di accessori. Mi hanno fotografata per i miei capelli, mi hanno voluta atelier di pellicce e di abiti da sposa. Ho fatto workshop a Miami e in tutta Europa. Ho imparato ad essere manager di me stessa, mi sono spostata in lungo e in largo per coltivare qualcosa di speciale. E sono finita al 62° piano di un grattacielo, a Monaco di Baviera, a posare per un set ad alta quota in costume e con 5 gradi sotto zero…

Quali sono le tue armi in più?

Fisicamente mi piaccio, mi reputo di essere una ragazza di piacevole aspetto. Merito della palestra e del mio mangiar sano… o almeno ci provo ma spesso non ci riesco! Ma penso anche che la mia forza sia stata quella di aver sempre tenuto lo studio al centro della mia vita. La fotografia l’ho sempre pensata in affiancamento alla mia routine quotidiana anche se per un certo periodo è stata il mio lavoro principale, negli anni e con tanta gavetta ho raggiunto traguardi che mai avrei immaginato.

Che ruolo ha avuto la bellezza nella tua vita?

È un’arma a doppio taglio, va gestita e controllata. Sono una ragazza a cui piace vestire alla moda, osare, alcune volte anche troppo, indossare un tacco 15 e non passare mai inosservata in qualsiasi occasione, anche quando mi trovo nei posti più comuni. Anzi, so che per strada qualche occhiata la attiro… ma che male c’è? Eppure penso che vi possano essere situazioni in cui per colpa del mio aspetto fisico non sono stata presa sul serio, ed altre in cui proprio questo elemento ha fatto sì che venissi scelta io e non un’altra ragazza di pari intelligenza ma di aspetto meno gradevole.

E questo attira cattiverie?

Di sicuro: invidia e gelosia da parte delle donne, giudizi da parte degli uomini che hanno mentalità chiusa. Pazienza: tiro avanti per la mia strada, orgogliosa di me stessa.

Nel tuo curriculum ci sono anche tv, concorsi di bellezza e videoclip.

È vero, tutte belle esperienze! Sono stata valletta a TeleLombardia, ho vinto fasce in concorsi di bellezza che custodisco ancora gelosamente in camera mia e sono stata protagonista nei videoclip di Pitbull, 2Fingers, Gué Pequeno e BabyK. Ma il mio sogno vero è diventare una presentatrice affermata…

Eppure anche in questo campo hai già esperienza.

Avere un microfono in mano mi mette a mio agio! Ho presentato sfilate, eventi di beneficienza, serate di gala, mostre d’arte. È un mondo che mi affascina, che sento mio. Bisogna solo trovare tempo per coltivarlo.

Ecco, appunto: il tempo! Com’è una tua giornata tipo?

Scegliamone una senza ufficio! La mia vita è frenetica, in casa passo solo pochissime ore della giornata  (solo quelle per dormire!) poiché sono sempre impegnata in qualche interessante attività oppure in giro per il mondo. Nei giorni dedicati a ciò che più mi piace fare, in generale, la mia sveglia è alle 7,30, di corsa in palestra, poi di nuovo a casa per preparare la valigia: sicuramente ci sarà qualche nuovo shooting in arrivo! Quindi pranzo, di nuovo verso Milano per un casting, incontro con fotografi e make-up artists per pianificare il lavoro e ritorno a casa. Se ho invece qualche lavoro fotografico quasi tutta la giornata la passo in qualche splendida location dove mi pettinano, mi truccano e mi coccolano un po’. E la sera, non chiedetemi di fare nulla di speciale! Un aperitivo e una cena di cucina creativa in qualche ristorantino di tendenza è l’apoteosi! Non mi fermo mai!

A proposito di abbigliamento: di sera ti si vede osare di più.

È vero: sul lavoro sono formale anche se ci metto sempre un pizzico di sensualità, la sera ovviamente si può indossare qualcosa che risalti il proprio corpo. Ma, attenzione: un conto è la femminilità, ovvero il modo esprimere il proprio esser donna. Un’altra è la volgarità, il voler eccedere nell’essere femmina. Ecco, quello non fa al caso mio. Tant’è vero che in 500 shooting non ne ho mai fatto uno senza veli: ma non trovate anche voi che faccia sognare molto di più una trasparenza? Se qualcuno vuole collaborare con me… mi contatti! Isabelleking@libero.it

Luca Fina

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

ARTESI & LADIES alla conquista del mondo

Nel lontano 1990, fece la sua timida comparsa quello...

A tu per tu con Debora Cattoni, la manager realizzatrice di sogni

Debora Cattoni è una manager e una organizzatrice di...

Diverte e punge la commedia di David Mamet

Al Teatro Sociale di Brescia, fino al 14 maggio...