Guido Lembo. Tra musica e amore per Capri

Data:

Guido Lembo nasce a Capri il 13 novembre del 1947. Inizia la carriera di cantante chitarrista all’età di sedici anni a Londra in un ristorante italiano chiamato “Il Gattopardo”. Durante i primi cinque anni gira l’Europa (Inghilterra, Germania, Svizzera, Belgio ecc.). Successivamente si ferma a Palm Beach per due anni e poi rientra a Capri dove, insieme ai fratelli, apre un locale taverna chiamato ”O Guarracino”. Nel 1994 apre a Capri la taverna più famosa d’Italia L’ANEMA e CORE, meta preferita da tutti i V.I.P., industriali, politici e artisti che sbarcano sull’Isola.

Guido Lembo vanta numerose apparizioni televisive sui più importanti network nazionali, sulla Rai e su Mediaset, tra le quali ricordiamo le sue apparizioni nel cast fisso di Buona Domenica e nella Vita in Diretta che glia ha dedicato numerosi servizi. Eclettico show-man con il suo sound mediterraneo coinvolge con la sua simpatia il pubblico trascinandolo a cantare e ballare con lui in ogni suo spettacolo. Il menestrello di star e vip, come viene chiamato dunque, oltre alla musica ha anche un locale nella sua Capri super redditizio, transitano per Anema e Core personaggi come Fossa, Della Valle, Montezemolo, Merloni, Fede, Mentana. Ed inoltre la Fenech, Naomi Campbell e la sanguigna Sarah Ferguson, Beyoncè, Valeria Marini e tantissimi altri.

Se dovesse utilizzare 3 aggettivi per la sua Capri, quali utilizzerebbe?

Meravigliosa, eccezionale, stupenda.

Capri e Napoli quali sono i punti in comune?

La lingua, anche se il dialetto caprese è un po’ più provinciale, poi siamo identici.

Esiste L’amicizia tra vip o è solo un mondo di falsità e apparenza?

Sono persone come noi i vip, ci sono persone piene di se e altre più umili, io tendo a frequentare al di fuori del mio locale le persone corrette e sincere.

Le sue origini sono umili, di certo prima aveva uno stile di vita modesto rispetto ad ora, quanto significano le origini nella vita di un uomo? Le ha mai rinnegate o ne va fiero?

Mai rinnegate le mie origini, io la gente con la puzza sotto il naso non le tollero, le scanso, io amo le persone semplici perché io lo sono, mio padre era un pescatore e mia madre era sarda e io non sarei nessuno senza la mia band, sono i miei occhi.

Il successo di “Anema e core” com’è venuto?

Io credo che sia stesso il fatto che nel mio locale abbia creato un’atmosfera molto familiare, il successo è tutto li.

Quali sono i progetti futuri di Guido Lembo e di “Anema e core”. La musica ne farà parte?

Sicuramente ci sarà “Anema e core”, anche se non tendo mai a fare i programmi per il futuro, spero solo di fare altri 10 anni cosi e poi ritirarmi.

Marco Assante

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

“Mu”. La raccolta di poesie di Nunzio Di Sarno

Le prime parole che troviamo ad aprire la raccolta...

La 66ᵃ edizione dei Premi David di Donatello

Martedì 11 maggio la cerimonia di premiazione in diretta su...

Daniele de Martino ad Aprilia. Foto di Gianluigi Barbieri

Ad Aprilia, presso il ristorante Le  Isole, pranzo spettacolo...