Alessia Campana, c’era una volta la ragazza timida

Data:

Questa è la storia di una ex ragazza timida che la fotografia ha trasformato in un’esplosione di sensualità, il racconto di come il mondo dello spettacolo possa cambiare le persone mantenendole acqua e sapone nonostante il successo sui social network. Quella di Alessia Campana è un’avventura che merita di essere raccontata. Se non altro perché lei, 20 anni e un diploma come Tecnico-Chimico in tasca, da grande sognava di diventare una criminologa ma anche una fotomodella. E se sul primo desiderio c’è ancora da lavorarci, fotomodella lo è diventata per davvero. Decine di shooting, cataloghi e cartelloni che hanno invaso la città di Bergamo, decine di eventi come hostess, sfilate in passerella e fasce ai concorsi di bellezza. Insomma: c’era una volta l’adolescente timida che si nascondeva all’ombra della sua migliore amica. Oggi c’è una ragazza cresciuta nel mondo dell’immagine che fa della solarità e della simpatia il proprio biglietto da visita. Una fotomodella che adora mettersi in mostra, si gusta l’eleganza di un intimo raffinato e quando può gira per il Nord Italia realizzando progetti sempre nuovi. Ma c’è un qualcosa di particolare in Alessia che in altre coetanee è sparita: la semplicità. Lei è l’emblema della ragazza della porta accanto. Più facile vederla in tuta e maglia larga che in tacco e vestitino aderente. Sorriso sempre pronto e cervello sempre connesso. Così facendo, si è ritagliata uno spazio importante quasi senza nemmeno aver iniziato a mettersi in gioco a tempo pieno. Perché il suo curriculum parla di video musicali, ragazza immagine a eventi quali European Truck Festival, Ring girl, secondo posto nel concorso nazionale The Best Model of Europe, Catalogo e cartellonistica per il negozio ‘Brasilia moda’, pubblico attivo in tv, decine di shooting fra cui quello con il fotografo Marvin Danesi. E poi ancora hostess e promoter per alcuni dei brand più gettonati fra i giovani (Red Bull e Heineken su tutti), ragazza immagine nei locali della movida lombarda e fotomodella per progetti fotografici che lentamente la stanno facendo conoscere al grande pubblico. Insomma, se su Instagram cercate @lagigugin, state pur certi che l’avete trovata. E avrete davanti una ragazza umile, solare, chiacchierona, determinata ed un pizzico testarda, con sguardo da cerbiatto e fisico mozzafiato.

Insomma, cosa chiedere di più…

Nulla, perché lentamente sto realizzando il mio sogno. Mi sembra tutto così magico, incredibile. E pensare che è iniziato tutto vedendo un video di Victoria Secret’s su Facebook. Con la mente mi sarei voluta vedere al posto della protagonista, mamma ha intuito al volo e mi ha spinto ad intraprendere questa strada.

Così, iniziano i primi contatti con le agenzie.

Mamma mi spinge a partecipare a casting, io per una ripicca personale mi metto in gioco e partecipo ad una giornata in cui per un casting si stanno cercando volti nuovi da inserire nel mondo dello spettacolo. Su 1.500 ragazze, ne scelgono dieci. E io sono fra queste. La mia autostima sale a mille, la mia visibilità sui social inizia a crescere, ho un mio book e seguo un corso di portamento.

Insomma, stai per diventare ufficialmente una fotomodella.

Vengo contattata dalla MBF Agency di Marco Carrara e con loro instauro un rapporto di collaborazione che dura sino ad oggi. Il mio percorso continua, divento testimonial del negozio ‘Brasilia moda’ e tutta Bergamo viene tappezzata di cartelloni e manifesti con la mia immagine. Grazie ad alcuni fotografi imparo a vivere il set come un’occasione in cui trasferire emozioni.

Eppure, anche in questo caso, la prima volta era stata decisamente più complessa.

Se ci ripenso, scoppio a ridere! Non sapevo come gestire il mio corpo, dove mettere mani e gambe, era tutto… improvvisato! Oggi invece mi sento a mio agio, pur non essendo vanitosa mi mette di buon umore stare davanti alla macchina fotografica. Sento il fascino di interpretare una parte, di diventare un’attrice che con ogni sguardo può trasmettere uno stato d’animo. Non voglio essere un manichino che si propone per vestire abiti, ma una persona che parli a chi guarda l’immagine.

Merito del tuo viso… e del tuo fisico!

Eppure, io resto la ragazza semplice di sempre, a cui piace mettersi una tuta e un pantalone comodo. Sarà che per 11 anni ho giocato a pallavolo… Faccio un’eccezione solo se si tratta di lavoro o di una serata speciale. Mi piace puntare sul mio sguardo, tutti mi dicono che l’intensità dei miei occhi può davvero essere il mio valore aggiunto…

C’è una foto particolare che ricordi con piacere?

Sì, uno scatto realizzato con la schiena incurvata all’indietro, con una gamba alzata e con la mano che afferra la coda dei miei capelli. È stata davvero durissima, ma il risultato è eccezionale. Mi piacerebbe invece scattare al mare: sono nata ad Imperia e nonostante questo nessuno mi ha ancora proposto un set in acqua. Se c’è qualcuno interessato… si faccia avanti!

Insomma, questo è solo uno dei sogni da realizzare…

Proprio così, ma ho capito qual è la mia strada! Non posso sognare di diventare una modella per via della mia altezza, posso provare a ritagliarmi uno spazio in campo fotografico. E lo voglio fare nonostante l’invidia di tante ragazze che vivono di pregiudizi.

Al contrario, devi dire grazie alla fotografia…

Sì, perché mi ha permesso di sbloccarmi dalla timidezza che avevo, a rapportarmi ed interagire con tante persone per lavoro, a vincere ogni mia resistenza. In più, mi ha dato serenità… Grazie alla fotografia ho capito cosa gli altri vedono di me, come una smorfia può essere intesa e interpretata. In fin dei conti, mi ha resa più consapevole di me stessa.

Prova a proiettarti nel futuro… dove ti vedi?

Impossibile dare una risposta: vivo alla giornata… Però voglio investire su questo mio ruolo, provare a capire se può fare al caso mio. E, allora, da ottimista mi immagino su quei cartelloni enormi che ci sono nelle grandi città, magari come testimonial per un brand come Intimissimi. Fatemi sognare…

Luca Fina

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

I TRE MOSCHETTIERI al Teatro Manzoni di Roma

Dal 29 dicembre al 26 gennaio, con speciale Capodanno,...

Si pubblicano tre poesie di Azelio Cantini

  Tennis sul Rosso Si lotta sul lembo di terra che è...

MARTINA PARENTE, DALLA FOTOGRAFIA ALLA TV… SOGNANDO IN GRANDE

Dalla fotografia alla tv passando per eventi e sfilate....