Sara Morgillo, dalla timidezza alla notorietà

Data:

E pensare che, le foto, Sara Morgillo avrebbe voluto tenerle per sé, come uno splendido ricordo da custodire gelosamente senza condividerlo con altre persone. Fortuna ha voluto che ci abbia subito ripensato e oggi sia sulla strada che porta al mondo dello spettacolo e della notorietà, forte di un fisico splendido e di una determinazione che non è da tutte a 18 anni. Invece, determinata e caparbia, questa splendida ragazza di Torino – ma con origini che spaziano dal Venezuela al Sud Italia – ha già mosso i primi passi nel campo della fotografia ed a breve prenderà parte ad uno stage per imparare i segreti della recitazione. Perché il suo grande sogno rimane il cinema. Per ora, però, il presente è tutto o quasi fra casting e shooting, dove le sue misure e i suoi occhi colpiscono chiunque se la ritrovi davanti. Insomma, la fotografia da hobby sta lentamente diventando una passione, tanto che Sara si è creata una sua pagina su Facebook e sta iniziando a decollare sui social. Il segreto sta tutto nella sua semplicità, alla faccia di quello che potrebbe trasparire guardando i suoi set dove è tutto un trionfo di femminilità e sensualità.

Eppure, la tua carriera è iniziata solo qualche mese fa…

E se vogliamo dirla tutta, addirittura per caso! Sono stata contattata sui social da un fotografo che mi ha proposto un set. Ho deciso di accettare solo per poter avere qualche foto in più personale di ricordo… invece ho scoperto che stare davanti all’obbiettivo mi piace e mi diverte. Ed ecco che ho iniziato a spostarmi spesso su Milano.

Dove, peraltro, non sei passata inosservata…

Ho ricevuto tanti complimenti per il modo in cui posavo, molti sono rimasti stupiti quando dicevo che in realtà ero alle primissime armi. Non ho seguito nessun corso, tutto nasce spontaneamente e con quella naturalezza che mi permette di divertirmi quando sono sul set.

Da allora, hai acquisito sempre maggior dimestichezza.

Devo ringraziare il mio primo fotografo, Claudio Orlandini, per come ha saputo crescermi e per avermi avviata in questo mondo. Grazie a lui, è nata una fitta serie di passaparola che ha portato interesse verso il mio personaggio.

Tant’è vero che…

Mi sono arrivate proposte importanti, ho mosso i primi passi nel mondo della cinematografia partecipando anche ad un casting per Squadra Antimafia, finchè mi è stato proposto un set fotografico dove ho vestito i panni di Lara Croft. E grazie a questa esperienza si è aperta la possibilità di una collaborazione con una agenzia nei panni di testimonial…

Cosa rappresenta per te la fotografia?

È un divertimento, al tempo stesso la possibilità di far uscire la parte di me più tosta e più esibizionista. Nel quotidiano sono riservata, sul set mi piace mettermi in gioco. Ma per il resto rimango una ragazza solare, vera, alla buona, senza puzza sotto il naso. Ma sono anche testarda, se vedo un obiettivo voglio raggiungerlo.

A proposito, tu hai ben chiaro quale sia il tuo sogno.

Sì, è vero! So che non ho le misure e l’altezza per entrare nel campo della moda, tant’è vero che per questa ragione è sfumata una possibile collaborazione con uno dei brand di intimo più famosi d’America. Il mio sogno è il cinema, esprimere me stessa al meglio.

E proprio in questi giorni…

Compirò un passo importante in questa direzione, iniziando un corso di recitazione con Nicola Palmese, un attore straordinario da cui voglio apprendere i segreti del mestiere.

Nel frattempo, continui con le foto.

Ovviamente anche questo è un mondo che mi piace, altrimenti non mi ci butterei! Ho solo scelto di dire no al nudo perché ancora non mi sento pronta. Voglio far tutto per piccoli passi, senza affrettare nessuna scelta.

E, tutto, in modo molto professionale.

Voglio dare l’immagine di me come modella determinata e che lavora costantemente su di sé per affinare pose, sguardi, outfit. Per questo ho creato anche una pagina Facebook dedicata, in cui raggruppare i tantissimi che mi seguono sui social…

Luca Fina

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

“Italia di m…mare”: Paolo Migone e il ghigno dello sdegno

Sabato 9 aprile al Teatro Toniolo di Mestre Sere fa...

Nuovo video per il singolo “Too Easy” di TANZOS

Tanzos, pseudonimo del cantautore indie-rock Mik Tanzos, dopo il...

Biennale Arte 2024: a Venezia stranieri ovunque

Sara'aperta al pubblico da sabato 20 aprile a domenica...