SERIE  D-GIRONE G- XXI GIORNATA. Il trastevere non chiude la partita e si fa beffare dalla matricola CASTIADAS con un amaro pareggio

Data:

I circa 300 spettatori accorsi allo stadium di villa PHAMPHILI a sostenere i loro beniamini per la conquista della prima vittoria contro i sardi del CASTIADAS terz’ultimi in classifica sono usciti a fine gara amareggiati e frustrati, con un diavolo per capello, in quanto erano stati letteralmente buttati via per una difettosa presa del giovane portiere L. Borrelli sull’unico tiro in porta degli isolani. L’ira cresceva ancor più se si considera che il mediocre arbitro Milone di Taurianova aveva ignorato all’inizio del secondo tempo un netto penalty per i locali essendo stato LORUSSO agganciato sulla destra dell’area da SAU, scorrettezza confermata dal mezzo tecnico, su cui il calabrese era superficialmente passato sopra, mentre l’estremo difensore FORZATI aveva straordinariamente fatto gli straordinari,per limitare il passivo dei suoi, tra cui rientrava dopo lunga inattività. Mister Perrotti per festeggiare la prima vittoria del nuovo anno aveva schierato una formazione tutta d’attacco con il modulo 3-4-3 preferendo DONATI a LUCCHESE e RICCUCCI a LOCCI, mentre il tecnico dei Neri CAMPIDANESI l’ex viterbese Puccica rispondeva con il 4-5-1, incaricando Mesina di giostrare su tutto il fronte d’attacco per sfruttare in contropiede qualche possibile opportunità favorevole. Il primo tempo era naturalmente a senso unico con azioni ad ampio raggio su tutto il fronte d’attacco pur con dei passaggi di troppo, idee confuse basate più sul pressing dinamico che su l’ucido scintillare delle trame per cui i CASTIADAS con una interdizione alta non faticava eccessivamente a controllare i capitolini, che però erano arrestati soprattutto dal giganteggiare di forzati classe ’95, che Puccica spronava a viva voce dalla panchina, la partita era sostanzialmente CORRETTA ed il fischietto della LOCRIDE  non doveva ricorrere al cartellino giallo. La sfortuna s’accaniva contro il Trastevere poiché al 14 un diagonale di LORUSSO, a FORZATI battuto, era respinto dal suo palo sinistro. Dopo dieci minuti il portiere isolano toglieva dall’incrocio dei pali destro il cross a rientrare di BERGAMINI, tutte avvisaglie del goal che era nell’aria ed arrivava al 42° allorché CAPODAGLIO apriva a destra per CARDILLO CHE fuggiva sul fondo ed offriva un assist a centro area per Ricucci che al volo trafiggeva stavolta l’incolpevole numero 1 ospite. Sembrava fatta dato che i Sardi erano stati fino a quel momento evanescente,non recando alcun pericolo a Borrelli, mentre in avvio di ripresa prima LORUSSO e poi BERGAMINI, AVEVANO l’occasione per raddoppiare,forzati però confermava il suo stato di grazia e s’ergeva ad estremo baluardo dei suoi con due prodigiosi interventi,specie quello sul diagonale  a mezza altezza del mezzo sinistro sempre insidioso. Per tentare la rimonta IL Castiadas,che finora aveva vinto tre partite, pareggiate 7 e perse 10, con 19 reti fatte e 31 subite per una media inglese di -26.Poi si lanciava in avanti ed il trainer cominciava la girandola delle sostituzioni per rinforzare l’attacco:Entravano Femelise e Saritzu per AIANA, PROTO e COSTA, tuttavia la scarsa levatura del CASTIADAS era evidente e gli ospiti non concretizzavano nulla.In ripartenza era il TRASTEVERE a rendersi più insidioso ed al 53°LORUSSO involato in area era fermato con le brutte che avrebbe meritato la massima punizione, ma il direttore sorvolava e così i rionali non avevano ”il jolly” per mandarla in archivio. Così si andava verso l’imprevedibile e scioccante configurarsi del sorprendente grottesco: al 65° su lancio in area da sinistra di COREDDU, l’inoperoso LUCA BORRELLI uscivano a centro area non bloccando bene l’innocua sfera. Perrotti, vistosi inguaiato da uno dei suoi giovani, toglieva, toglieva Riccucci e Bergamini, mentre dalla parte opposta si rinsaldava la retroguardia con MBAYE E TIRAFERRI per FIGOS E CORDEDDU. Intanto per scorrettezza venivano ammoniti Coreddu e SAU, tra i CAGLIARITANI, Calisto, Bergamini, BARBAROSSA tra i QUIRITI. Finiva con lo stesso risultato dell’andata trasformato poi in successo a tavolino per posizione irregolare di un calciatore,che portava 41 punti persi per strada per colpa  di Borrelli. Il trastevere sta segnando il passo e domenica sarà impegnato ancora allo STADIUM contro l’ARTENA battuto in casa dal CASSINO. Intanto mercoledì si va ad Aprilia ed altri contraccolpi negativi non sono concessi,altrimenti si rischia un brutto risveglio compromettendo tutto. Il duo di testa,indovinabile alla vigilia solo non puntando sul TRASTEVERE, è composto da Lanusei, confermatosi con un pari a LATINA, nonché il lattedolce corsaro A rocca priora contro la Lupa Roma. Le due compagini hanno perso solo 2 incontri ciascuna e sono le più imperforabili con 15 reti al passivo.Che siano destinate a vedersela tra di loro per la serie C? I lidensi ed i pontini sono due ”club” altalenanti e discontinui specie tra le mura amiche. Anzio ed Anagni hanno forse inutilmente diviso la posta.

Giancarlo Lungarini     

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

“Le ragazze” con Francesca Fialdini stasera in prima serata su Rai3

Stasera cinque protagoniste incredibili: dall'attrice OTTAVIA PICCOLO alla fotografa...

Il Giornale Macchiato. La mostra “Il caos dentro” presentata da Viviana Giorgio

La redazione napoletana del “Giornale macchiato” ha scelto per...

Lettera aperta di Alessandro Maiorano a Silvio Berlusconi

  Stimatissimo Presidente Silvio Berlusconi, nel merito del video postato sui...