Significato ed origine del detto “Per un punto Martin perse la cappa”

Data:

Oggi scopriamo insieme sia l’origine che il significato della famosa locuzione per un punto Martin perse la cappa.

Secondo la tradizione risalente al XVI secolo, Martino era l’abate del monastero di Asello, che, per abbellire la sua abbazia decise di apporvi un cartello su cui era scritta questa frase: “Porta patens esto. Nulli claudatur honesto” che significa “La porta sia aperta. A nessuna persona onesta sia chiusa“, nello scrivere le belle parole però Martino per errore, mise un punto dopo il vocabolo nulli anziché dopo esto, così, l’incisione subì un inaspettato cambio di significato, ovvero, voleva dire “La porta non sia aperta a nessuno. Sia chiusa alle persone oneste“.

Alla luce di quanto appena affermato, è importante sottolineare che a causa dello sbaglio commesso, Martino perse la sua cappa, cioè il suo mantello e venne sollevato dalla carica di abate. Ecco perché, oggi la frase per un punto Martin perse la cappa viene citata per indicare la perdita di qualcosa di assai importante e bramato, avvenuta per una disattenzione apparentemente banale.

La rubrica Rispettiamo l’Italiano vi dà appuntamento a giovedì prossimo con altre curiosità riguardanti la nostra lingua.

Martina Naccarato

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Presentazione de “I tarocchi nell’antico Egitto”

https://youtu.be/Hk_M_YmkP3Q Servizio Daniele Giordano Riprese e montaggio Rudy Bernt

Daniele Giordano intervista Chiara Griglio riguardo la mostra di Giuseppe Attini a Torino

https://youtu.be/cPm-OUhw9kA Intervista di Daniele Giordano Riprese e montaggio Rudy Bernt

Il “Bellini d’oro 2021” a due star internazionali della lirica: Leo Nucci e Placido...

L’ambìto premio promosso dalla Società Catanese Amici della Musica...