La Banda degli onesti al teatro Totò

Data:

Al Teatro Totò di Napoli, dal 14 dicembre 2017

Così  come negli anni ’50 Toto’ si era accostato a Scarpetta, interpretando per il cinema tre sue commedie (Il medico dei pazzi, Un turco napoletano, Miseria e nobiltà) negli anni ’90 uno Scarpetta, con un umile e sincero omaggio si accostoò al Principe della risata , trascrivendo per la scena teatrale uno dei suoi più divertenti e famosi film di sempre.

Mario Scarpetta, pronipote del grande commediografo e autore Eduardo, in occasione del centenario della nascita dichiarò : “la cosa più  difficile è stata quella di dimenticarsi di Toto.” L’ Adattamento teatrale di Mario Scarpetta fu autorizzato dagli sceneggiatori del film Age e Scarpelli e mantiene praticamente immutata la struttura della sceneggiatura e presenta rispetto al film degli anni ’60 alcune modifiche pratiche. : “ Ho semplificato molto l’azione, ci raccontò  Mario Scarpetta, eliminando quando necessario alcune parti e alcune situazioni, come nel caso della rinuncia alla figura di Cardone, ,il pittore, che nel film era interpretato da uno splendido Giacomo Furia”. Da qui e con lo stesso criterio fu realizzata anche la scelta anche scenografica dei luoghi deputati dell’intreccio : la portineria e la tipografia.

Lo spettacolo fa ritornare questa volta in teatro le vicende di quel Don Gennaro, portinaio con pochi soldi e molti sogni e Don Ferdinando non meno squattrinato e sognatore che insieme stampano un bel gruzzolo di banconote false. “Non era facile mettere in piedi una versione teatrale del film, affermò Liliana de, Curtis, ma Mario Scarpetta e i suoi attori ci sono riusciti benissimo. A loro va il mio applauso sincero. Sono sicura che a mio padre la commedia sarebbe piaciuta “.

Mario Scarpetta recitò  questa commedia l’ultima volta nel 2004, poco prima della morte e dopo una lunghissima tournee’ durata anni. Oggi dopo 13 anni in ricordo di Toto’ e di Mario Scarpetta viene riproposto questo allestimento con la direzione di Gaetano Liguori e nei ruoli principali gli attori Gianni Ferreri e Anna Falchi, Davide Ferri ed Eduardo Scarpetta ( figlio di Mario ) più altri 5 attori.

Mario Scarpetta “rubò” la sceneggiatura di un film di Age e Scarpelli che ha fatto storia e la mise in scena. La riporta ora al teatro Gaetano Liguori. “La banda degli onesti” è all’Augusteo prima e al Totò oggi e vi dispiega tutta la sua “onesta” carica di umorismo da commedia popolare napoletana d’altri tempi. Incurante di logiche e sintassi, s’esalta al gioco delle battute e delle improbabili situazioni ed esalta il gioco di ottimi attori eredi di una tradizione antica come Gianni Ferreri e Davide Ferri. In coppia affiatata e veloce sono irresistibili architetti della risata e del gesto.

Famiglia di pochi mezzi e molte necessità i protagonisti s’arrangiano a metter su una stamperia di danaro che non darà loro altri frutti che ansie. Tanto per fare ridere. E ci riesce bene. Intrecciando la storia truffaldina con una tenera storia d’amore. Tutto, come si conviene, si risolverà bene. Resta il gusto leggero della risata piacevole e mai sguaiata.

Merito di Mario Scarpetta che ci lasciò la commedia, merito di Liguori che l’ha messa su con rispettosa allegria, merito degli attori Anna Falchi, Enzo Esposito, Antonio Fiorillo, Franco Pica, Sasà Trapanese, Enzo Varone e Chiara Vitiello, che affiancano Davide Ferri e l’ottimo Gianni Ferreri, e merito della scenografia di Tonino Di Ronza che offre la necessaria rapidità di cambiamenti agli ambienti della storia. I costumi di Maria Pennacchio e le musiche di Antonello Cascone completano l’offerta.

Marco Assante

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Sara Morgillo, dalla timidezza alla notorietà

E pensare che, le foto, Sara Morgillo avrebbe voluto...

SVEVA CANTA IL MESSAGGIO D’AMORE DI LUCIO DALLA

Oggi ho il piacere di incontrare e intervistare la...

I promessi sposi alla prova al Campania Teatro Festival

Adorabile è la giusta parola? Ma adorabile cosa vi...

Stazione Rogers Preview, Saluti a distanza. Conversazioni con immagini – Riflessioni ai tempi della...

Trieste, Teatro Miela, 26 giugno 2020 Ripartire con criterio. Riflettere prima...