Lorenza Martelli, quando la moda è… low cost

Data:

Un blog nato per curiosità e passione, un personaggio che ha saputo raccontare la moda “di tutti i giorni” senza sbandamenti verso budget oceanici e con la semplicità di una ragazza col gusto per il bello.

Nata a Portomaggiore, in provincia di Ferrara, una fredda mattina di Febbraio, Lorenza Martelli è laureata in Economia Aziendale e Managemnt con 110 e lode. Con in tasca il titolo di studio, ha cominciato ad insegnare Economia alle Superiori, “esperienza che mi ha fatto crescere molto e che mi ha insegnato cosa vuol dire essere giusti”.

Quattro anni fa ha vinto un concorso nella Pubblica Amministrazione che ha tolto dal suo futuro la parola “Precaria”, “sono molto orgogliosa di questo traguardo perché era un concorso impegnativo, partecipavano più di 12.000 persone per 100 posti”.

Se volete scoprire il mondo della moda vista con i suoi occhi, date uno sguardo al blog “Amo la moda ma sono al verde”: il risultato è garantito e vi lascerà senza parole e con qualche soldo in più nelle tasche.

Non servono grandi budget a disposizione, la differenza la fa il buon gusto e il saper scegliere. Soprattutto se a darvi consigli è una fotomodella col pregio di essere bella e semplice.

Com’è nata la tua avventura nel campo della fotografia?

Il primo impatto forte con la fotografia l’ho avuto un bel po’ di anni fa ormai, quando un mio amico mi ha proposto di posare per delle foto che dovevano far parte di una mostra. Ricordo che siamo andati in una pineta e dovevo tenere in una mano un cuore di mucca (vero) e nell’altra una bilancia, per simboleggiare l’eterno dilemma tra cuore e ragione. Io pensavo che una volta preso in mano il cuore sarebbe stato tutto in discesa no?

Ed invece…

Ho scoperto che le api sono attirate dalla carne cruda, e quindi sono stata un’ora con 6 o 7 api che camminavano sulla mia mano e sul mio braccio. Io ho voluto fare la professionista e non ho fatto una piega ma fatte quelle foto mi sono detta che potevo fare qualunque cosa.

Il tuo ruolo di influencer come nasce?

Il blog “Amo la moda ma sono al verde” nasce nel 2012, in quel periodo ho visto per caso in internet alcune blogger e ho notato che tutte seguivano lo stesso filone: ragazze ricche con vestiti costosi addosso… non sempre belli o abbinati con gusto.

E da qui è arrivata la tua risposta.

Mi sono detta che una cosa del genere poteva generare frustrazione nelle ragazze che le seguivano, e che il messaggio che stavano lanciando era sbagliato: la moda non è prerogativa di pochi, di chi può permettersi di comprare abiti di grandi stilisti, ma lo stile e il gusto sono aperti a tutti, indipendentemente dal denaro.

Ed ecco che, capita la filosofia, è arrivata la decisione di mettersi in gioco on line.

Ho pensato che dovevo dimostrare quello di cui ero convinta, e ho deciso di aprire il blog! Ho iniziato molto allo sbaraglio, non avevo un piano. Fondamentale, per un blog che tratta di immagine e di moda, è avere delle belle foto… Io avevo un digitale sfigatissima e i risultati non promettevano molto bene.

Finché arriva il classico coup de theatre…

Ad una settimana esatta da quando il blog era on line, una mia amica e compagna del Liceo mi scrive per dirmi che lei aveva scoperto di avere una passione per la fotografia e le serviva qualcuno con cui sperimentare. Ovviamente ho accettato subito e le ho spiegato il mio progetto-blog. Da quel giorno è iniziata la nostra collaborazione.

Questa è stata la prima lezione che il mio blog mi ha insegnato: se vuoi qualcosa, se ha in mente qualche idea, cominciala, non stare a pensare a quello che non hai, a come farai in futuro, il futuro cambia in un secondo, con un messaggio, una chiamata, una persona che incontri per caso, non puoi immaginare come, comincia e poi le cose andranno a posto da sole. Se aspetti di avere tutto non inizierai mai, e il tuo sogno, la tua idea, resteranno tali e non si concretizzeranno.

I social che ruolo hanno avuto?

I social Network per me sono uno svago e li uso anche un po’ per fare pubblictà al Blog. Secondo me se usati bene sono uno strumento potentissimo che permette di raggiungere un numero di persone davvero elevato. Ho un po’ di ragazze che mi scrivono e mi fanno i complimenti per il Blog e per il messaggio che voglio trasmettere, e questa è davvero la soddisfazione più grande.

Cos’è per te la moda?

Fin da piccola rimanevo incantata di fronte alle sfilate, la moda per me è arte, un vestito racchiude in sé la creatività di chi lo ha ideato e disegnato, l’abilità di chi lo realizza, non trovo che ci sia differenza tra un abito, un quadro o una scultura, e, come un’opera d’arte che viene filtrata e compresa in modo diverso in base alla sensibilità dell’osservatore, l’abito cambia in base a chi lo indossa e lo interpreta. Lo trovo meraviglioso.

La moda è uno strumento per esprimere se stesse?

Assolutamente sì. Per me i vestiti sono un modo per esprimere il mio stato d’animo, per giocare con le varie sfaccettature della mia personalità ed evidenziare di volta in volta quella che mi va di rimarcare.

Il blog ha generato anche visibilità e rapporti commerciali.

Fino a 4 anni fa avevo delle collaborazioni in essere con alcuni brand di abbigliamento, ma il mio attuale lavoro mi impone di non avere altre attività, quindi il blog è rimasta solo una semplice passione.

Cosa ti piace della fotografia?

Della fotografia amo il fatto che fissi un istante nel tempo. Riguarderò le mie foto tra tanti anni e so che mi farà piacere averle e vedere com’ero.

Fotografie tante, mondo dello spettacolo… zero.

Non ho mai cercato il mondo dello spettacolo, non mi vedo a lavorare in tv o cose simili.

Nel quotidiano che ragazza sei?

Amo stare al centro dell’attenzione e non in un angolo per passare inosservata, e spesso questo si riflette anche nel mio look. Di giorno il mio stile è abbastanza bon ton, al lavoro ho spesso vestitini, tacchi e come capospalla un cappotto o un trench a seconda della stagione, mentre nel tempo libero prediligo i jeans accompagnati da un giubbino in pelle. Alla sera invece adoro i vestiti corti e con tocchi rock.

Pregi e difetti?

Sono una persona positiva e solare, cerco di trovare sempre il lato buono delle situazioni e di non perdere mai il sorriso. Il mio difetto principale è che non mi piace molto che non si faccia come voglio io… Fisicamente amo molto le mie gambe e il colore particolare dei miei occhi, che cambia in base alla luce, per il resto ho un buon rapporto con il mio corpo, so di avere parti che non rientrano nei canoni estetici ormai stereotipati, ma mi piaccio così, non voglio diventare una bambola finta uguale ad altre 100.000.

Interessi, passioni oltre la moda?

La moda non è la mia unica passione, da qualche anno faccio yoga e meditazione, e mi interessa molto la spiritualità, leggo numerosi libri su questi argomenti, anche su filosofie e idee molto distanti da quella occidentale.

Che progetti bollono in pentola, come ti vedi tra 10 anni?

l mio sogno è sempre stato quello di avere una mia linea di moda, chissà se prima o poi riuscirò a realizzarlo. Tra 10 anni non riesco ancora ad immaginarmi, la vita cambia così in fretta e riesce sempre a stupirmi.

Luca Fina

CONTATTI WEB
Instagram lorenza.martelli
Blog amolamodamasonoalverde.blogspot.it

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

IL BAMBOLO (10-13 febbraio – Argot Studio di Roma)

Dal 10 al 13 febbraio Argot Studio presenta Il...

Sara Tommasi è in dolce attesa

E pensare che fino a poco tempo la relazione...

I due gentiluomini di Verona

Venezia, Teatro Goldoni, dal 18 al 21 gennaio 2018 Ci...