Silvia Gamberoni, dalla passerella alla tv

Data:

Dalla passerella dei concorsi di bellezza agli schermi televisivi per parlare di cultura enogastronomica. Dai set degli shooting fotografici agli studi di Real Time. Se fino allo scorso anno Silvia Gamberoni era “solo” – si fa per dire – una delle trionfatrici di Miss Mamma, da qualche mese a questa parte è entrata a pieno titolo nel mondo dello spettacolo. Prima con la conduzione di un programma su Canale Italia che l’ha portata nelle case degli italiani grazie alla sua simpatia innata e all’entusiasmo contagioso, poi con la partecipazione – e relativa vittoria – ad una delle puntate di Take Me Out, fortunato programma tv che l’ha vista indiscussa protagonista nel mese di ottobre. Nel mezzo, fotografie a non finire, un paio di progetti che nel 2018 potrebbero confermarla nell’olimpo delle “Miss” di casa nostra e il coraggio di dire no ad una proposta fotografica che le avrebbe regalato visibilità planetaria. Questione di ruoli, di rispetto, di determinazione. Così, la “mamma” Silvia nel corso dei mesi ha saputo trasformarsi in concorrente e conduttrice, in sex symbol e madrina, incarnando i valori della donna acqua e sapone. La vicina di pianerottolo che chiunque vorrebbe.

Tutto è partito da un concorso…

Stranezze e casi della vita. Confesso che la mia iper-attività mi ha spinto a farlo. La mia famiglia mi ha convinto, dicendomi che ero bella e che ero una perfetta donna di casa. Così, mi sono presentata alle prime selezioni con un cabaret di biscotti prodotto con le mie mani..

Nel 2016 hai vinto una fascia a Miss Mamma.

È vero, ma penso di avere solo il coraggio in più rispetto ad altre donne. Non ho paura di una passerella, di un palco, di una telecamera o di una macchina fotografica. So come gestirla, mi sento a mio agio.

Nel 2017 arriva la svolta.

Ho vinto il concorso “Una star per lo spettacolo” per il 2017-2018 nella categoria Over dove ho avuto la fortuna di essere adocchiata da persone del settore televisivo. Contatti decisivi, ed ecco che dopo aver capito che oltre all’aspetto estetico si celava tanta energia e voglia di fare, mi hanno scelta per un programma.

E Silvia Gamberoni sbarca… sul piccolo schermo!

Proprio così! Sono stata la conduttrice di dieci puntate di un programma sulle prelibatezze enogastronomiche del nostro Paese andato in onda su Canale Italia. Un’esperienza favolosa, in cui i ricordi si alternano all’emozione. Ho conosciuto persone straordinarie, ho provato il brivido di essere davanti alla videocamera.

Lo avresti mai detto?

Sono sincera: non me lo sarei mai immaginato. Ci speravo, questo sì, ma non pensavo che tutto questo sarebbe diventato realtà… a 40 anni! Penso sia anche un bel messaggio da dare a chi desidera entrare in questo mondo: non si va avanti solo con spintarelle o scorciatoie, vengono premiate forze di volontà e caratteri tosti!

Com’è la sensazione di ritrovarsi davanti alla videocamera?

Non hai il pubblico davanti che ti restituisce feedback immediato come mi succede quando salgo sul palco del teatro. Per cui, è tutto più complicato! Nei concorsi di bellezza puoi rubare qualche sensazione guardando negli occhi giurati e pubblico, qui invece bisogna essere bravi ad esprimere tutte se stesse semplicemente avendo davanti un’apparecchiatura tecnologica. Penso però che il mio bagaglio tecnico e culturale mi abbia aiutato a farmi sentire a mio agio fin dal primo istante…

Naturalmente, la passione per le fotografie non è venuta meno…

In questi mesi ho continuato a scattare. Anzi, ho deciso di rifiutare un progetto… irrifiutabile! L’ho fatto per un motivo molto semplice: sono mamma, so qual è il mio ruolo di genitore e di educatrice, di conseguenza ho detto no senza aver alcun rimpianto ma soltanto l’orgoglio di aver ricevuto una proposta così allettante a fronte delle tantissime ragazze che intraprendono la strada della fotomodella.

Ma la tv, ti ha spalancato un altro portone…

E così sono finita a Take Me Out, la celebre trasmissione di Real Time che mi ha vista vincitrice di una puntata. E così in prima serata sono stata protagonista dell’uscita e ovviamente ho avuto un’incredibile visibilità.

Un autentico boom, a livello mediatico e social.

Sono davvero contenta delle emozioni che questa esperienza mi ha regalato. Ho potuto esprimere il mio concentrato di femminilità, pazzia, simpatia e curiosità che cerco di trasmettere in questo mio percorso artistico.

Naturalmente, il corpo ti da una grande mano.

So di avere un lato femminile importante e sono consapevole di essere una bella donna. Al tempo stesso, con la mia femminilità gioco sempre in modo elegante. Sto lontana dalla volgarità, non è il concetto di donna che mi appartiene.

Tu come ti giudichi?

Il corpo di una donna deve essere musica e la bellezza da sola non basta. Ma ormai le persone lo hanno capito: oltre all’aspetto esteriore, c’è un’anima e un’intelligenza da scoprire. Qualcuno ancor oggi si stupisce di sentirmi parlare di fisica quantistica: ebbene, ho un cervello, normale che parli di argomenti seri.

Luca Fina

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

in uscita nelle sale il film Gatta Cenerentola

Uscirà il 14 settembre al cinema ‘Gatta Cenerentola’ il...

Wanda Lombardi, VOLO NELL’ARTE

“Il verso è tutto e può tutto”, scriveva G....