Caserta Pride: oltre 2500 persone sfilano per la rivalsa dei diritti civili e contro ogni forma di razzismo

Data:

CASERTA – Si è mosso alle 17 e 30 circa, dalla zona antistante al palazzo comunale, dunque da Piazza Vanvitelli, il corteo della manifestazione denominata Gay Pride, finalizzata a rivendicare il rispetto e la valorizzazione dei diritti delle persone LGBTI

Si tratta del secondo appuntamento che la comunità LGBT si dà a Caserta per sfilare nel mese della fierezza omosessuale (Pride’s month) , per rivendicare “la libertà sessuale, l’integrità fisica e mentale di ogni singolo individuo, la libertà di coscienza e di espressione, l’accessibilità al lavoro e ai servizi”.

Il “Caserta Pride 2018” è partito come un serpentone colorato che si muove per le strade del centro di Caserta e che arriverà davanti alla Flora, i giardini che fiancheggiano la Reggia.

A portare lo striscione che apre la manifestazione, il sindaco di Casal di Principe, Renato Natale, insieme alla segretaria provinciale della Cgil, Camilla Bernabei e al presidente del consorzio ASI di Caserta Raffaela Pignetti, al coordinatore del Comitato do Peppe Diana, Valerio Taglione, al responsabile provinciale dell’Anci, Agostino Morgillo.

Il “Caserta Pride 2018”, che ha come titolo “Ogni bacio una rivoluzione”, ha visto oltre 2500 le presenze stimate dagli organizzatori che già nel 2016 vollero a Caserta la manifestazione contro le discriminazioni di genere.

Soddisfatto il presidente di Rain Arcigay Caserta Bernardo Diana che, in qualità di organizzatore, ha rimarcato la vicinanza di tutto il mondo associativo casertano e di tantissimi esponenti del mondo etero schierati in prima linea a tutela dei diritti umani fondati sulla libertà e l’amore in un momento storico che sembra minare le conquiste ottenute degli ultimi anni.

“In una precisa zona della città sono stati strappati i manifesti che pubblicizzavano l’evento di oggi – ha denunciato Bernardo Diana – ma questo non ci ha spaventati ma ci ha fatto riflettere sulla strada ancora da percorrere prima di cantare vittoria sul diritto di essere liberi e rispettati nelle proprie specificità e differenze. E noi continueremo ad impegnarci affinché almeno la gran parte di Caserta e Provincia si tinga con i colori della bandiera LGBT+”

Madrina della manifestazione l’attrice Annarita Ferraro che, insieme alla speaker di Radio Marte Rosanna Iannacone, la dj Miss Double A e Deianira la Terribile, ha sfilato sul carro tra le strade in festa tra i colori dell’arcobaleno.

L’evento ha goduto del patrocinio e la collaborazione del Comune di Caserta, del Consiglio Regionale della Campania, Provincia di Caserta, Comune di Casal di Principe, Consulado General de la República Bolivariana de Venezuela en Nápoles, Università degli Studi di Napoli Federico II – Centro di Ateneo SInAPSi, CSV Asso.Vo.Ce, Consorzio Asi Caserta, ed European Pride Organisers Association.

Marco Assante

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

CURIOSITÀ SABAUDE 

Torino, vuoi per i suoi fascinosi Musei o per...

“Fantastique”. Tra Beethoven e Berlioz

  Mercoledì 20 settembre alle ore 20, presso il Teatro...