“Viva i pazzi”, poesia di Elma Makena Schippa

Data:

VIVA I PAZZI

Viva i pazzi

che sanno rovistare nelle macerie,

che le svestono e le attraversano

arricchendole con occhi visionari

– graffianti e flautati nel contempo -.

Viva gli stoici

– pittori assetati, poeti maledetti –

che penetrano negli angoli remoti

di figure prosciugate e raggianti,

di esseri feriti e appassionati,

di anime diafane e febbrili,

incastonate in corpi divinamente sensuali

o orribilmente statici.

Viva i folli

che aprono la loro intima percezione

al più complesso coinvolgimento,

alla più alta rappresentazione dell’Esserci

e ascendono a ciò che esplorano

con dovizia di colori e sfumature,

incertezze e armonie,

contrasti e squilibri,

– energia vitale e segni indelebili –

che disegnano paradossali sogni

e magnifiche malinconie.

Viva i tetti del mondo dipinti dall’alba,

i lampi traslati,

le coste a strapiombo sul blu cobalto,

il glicine inebriante e il burlesco maggiociondolo,

i buffi ragni tessitori e le tane inesplorate dei lupi,

la grazia disarmante degli alberi

– baciati e bacianti –

le forzate grate dell’inferno e

gli stupori dei Viaggiatori senza tempo e senza posa.

 

Elma Makena Schippa, 12 Giugno 2018

Per l’immagine di copertina sono stati utilizzati dipinti di Ca. C. Oil Paint

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

SARA BOSCHINI, MOLTO DI UNA SEMPLICE IMPIEGATA

Nella vita lavora impiegata commerciale, ma appena può Sara...

Al Verdi di Trieste “Lucia di Lammermoor” entusiasma il pubblico

  Trieste, Teatro Lirico Giuseppe Verdi. Dal 23 al 31 marzo...

Debora Cattoni interviews Victoria Mary Clarke

Victoria Mary Clarke is an Irish famous writer and...