Linda Maestrini, una bellezza a tutto gas

Data:

Una vita sotto i riflettori. Un’avventura nel mondo della moda e delle sfilate iniziata da ragazzina e proseguita poi sulla passerella di Miss Italia dove per due volte è arrivata a sfiorare l’ingresso alla finalissima. Insomma: bellissima è bellissima, senza possibilità di discussione. Ma Linda Maestrini ha anche qualche arma in più da giocarsi. Tanto per far capire chi è, di recente si è messa a studiare digital marketing per capire come poter “spaccare” di più sui social. Non solo: dopo 10 anni di canto, nel mezzo di mille impegni e trasferte di lavoro in giro per l’Italia, ha trovato il tempo per un corso di due anni improntato sul musical e per approfondire il cinema con un anno di lezioni intensissime. Per lei che ha studiato con Fioretta Mari, storica maestra di Amici, ed ha sfiorato la vittoria nazionale nel corso di Miss BluMare, la carriera non poteva che regalarle traguardi straordinari. Uno l’ha raggiunto un anno e mezzo fa, divenendo testimonial di Bardahl, azienda leader nel settore dei lubrificanti e oli motori. Così, sensualmente vestita in una tuta gialla con scacchi neri e bianchi che solo fisici perfetti come il suo possono permettersi, Linda gira l’Italia portando sorriso, energia e adrenalina, unendo la passione per i motori trasmessa da papà alla sua naturale voglia di stare al centro dell’attenzione. Smessi i panni della ragazza sexy, però, non aspettatevi la ragazza che gira per Follonica – la sua città – in tacchi e vestitino. D’inverno tuta e felpone, d’estate sandalo e pantaloncino, bastano e avanzano per renderla impossibile da non notare.

Riavvolgiamo il nastro: come nasce la tua carriera?

Ho sfilato fin da ragazzina per eventi locali, dove mi piaceva l’idea di salire in passerella e indossare vestiti bellissimi insieme alle mie coetanee. Fin quando un giorno, a 16 anni, è arrivata una telefonata…

Dall’altra parte della cornetta c’era… Miss Italia!

Proprio così: papà, senza dirmi nulla, mi aveva iscritta ed io ero stata selezionata per partecipare al concorso. Nel 2010 e nel 2011, ancora minorenne, ho partecipato come Mascotte, che da regolamento può arrivare al più alla fase regionale. Nel 2012, compiuti i 18 anni, mi ci sono buttata e sono arrivata in semifinale. Stesso risultato nel 2014: sono un’eterna seconda, ma ciò non toglie che ho vissuto una esperienza incredibile e indimenticabile.

Anche perché i concorsi di bellezza ti hanno regalato altre soddisfazioni.

Sempre nel 2014 ho partecipato a Miss Blu Mare e mi sono classificata seconda dopo una splendida settimana in crociera per decretare le vincitrici. Un risultato che mi ha portato ad una collaborazione di un anno col settimanale Tutto.

La visibilità è presto aumentata…

Ed ecco che sono arrivati servizi fotografici, lavori come hostess e testimonial di brand del beverage, altre sfilate e nel 2017 la grande occasione proposta da Bardahl, azienda che mi sento di ringraziare per la serietà e la professionalità.

Una nuova strada si è aperta davanti a te.

È così: giro con la Bardahl per gli autodromi di tutta Italia, è un mondo che mi piace, ho il sangue nei motori e perché no… spero possa essere il trampolino di lancio per qualcosa di ancor più sorprendente.

Le tue collaborazioni nel frattempo si susseguono.

Sono stata scelta per il catalogo di Nassi Calzature, ho realizzato splendidi set fotografici con Giulia Salvadori ed ho avuto la fortuna di poter scattare nella mia Follonica in scorci suggestivi da lasciare senza parole.

Ma non solo…

Ho la fortuna di lavorare come ombrellina nel Campionato del Mondo di Motocross e di Superbike, anche in questo caso il brivido della pista diventa il mio pane quotidiano. In più, sono stata testimonial per il brand di costumi Ice Pop Bikini e per Yves Couture, un atelier di abiti da sposa di Castiglione della Pescaia. Una collaborazione straordinaria che mi ha dato la possibilità di indossare degli autentici pezzi unici, capi fatti in casa. Lo scorso anno, sono volata a Londra per scattare le foto della nuova collezione…

Abituata come sei a stare al centro dell’attenzione…

Nel quotidiano sono l’esatto opposto, sia nel modo di fare che di vestire. Non vesto sgargiante, odio dover apparire a tutti i costi. Non fa parte della mia personalità. Sul lavoro vesto i panni di un personaggio, è lavoro ed è normale che lo sguardo deve cadere su di me. Ma altrove… sto bene con la mia tuta e il mio filo di mascara.

Sui social il tuo personaggio… piace.

Su Instagram ho nel mirino i 10.000 followers, anche su Facebook i numeri sono soddisfacenti. Per far di meglio, ho da poco concluso un corso di digital marketing per essere ancor più imprenditrice di me stessa.

Di imparare d’altronde non si finisce mai…

Ed infatti canto da 10 anni, ho studiato musical per due insieme a Fioretta Mari e ho concluso un approfondimento sul cinema. Alla faccia di chi si ferma all’aspetto esteriore…

E poi, c’è una curiosità da sapere…

Volevamo non parlare della kermesse che si tiene nella mia città? Da 7 anni coordino le coreografie del mio rione, 167 Ovest: è un modo inedito per trasmettere la mia passione per la danza e per condividerlo con la comunità del posto.

Luca Fina

Foto copertina Giada Ghini
CONTATTI SOCIAL
@lindamaestrini

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

“Sono partita di sera”. L’arte va in scena

Raramente mi succede di non riuscire a trovare la...

Filippo La Vaccara. Una porzione di realtà, per creare mondi incantati

Ciao Filippo, grazie per questa intervista. La prima domanda...

AFRO!

Se è vero che le parole espresse da Curt...

TACCO 12

Sembra una stupidaggine parlare di “quel rialzo” che sia...