‘O SCARFALIETTO… guai se dovesse rompersi! 

Data:

Dal 25 al 27 gennaio 2019 al Teatro San Paolo di Rivoli (Torino)

C’è poco da dire, la commedia napoletana solo nell’espressione del linguaggio ti prende dalle risate, dal modo in cui le dicono certe cose! L’abbiamo notato con l’effervescente commedia di Eduardo Scarpetta “‘O Scarfalietto” portata in scena dalla compagnia Masaniello al teatro San paolo di Rivoli (TO) per la regia di Alfonso Rinaldi. Scritta nel 1881 vede il “bistrattato” protagonista Felice Sciosciammocca interpretato da proprio Alfonso Rinaldi e sua moglie Amalia Maruzzella (Silvia Ruggiero) litigare per essersi rotto “’o scarfialetto” – lo scaldaletto. Dal primo atto (leggermente a rilento) in poi il susseguirsi di battute, di presenze attoriali in scena, tipiche della commedia partenopea, vede lo sventurato Gaetano Papocchia (Francesco Di Monda) trovarsi suo malgrado essere al centro della diatriba “moglie e marito” con tutte le conseguenze del caso. Sebbene la figura sia quella della “macchietta napoletana”, come lo è per Dorotea Papocchia (Katia Villari), lo abbiamo trovato leggermente ripetitivo nei movimenti. Nel secondo atto la commedia incomincia a riscaldare l’animo degli spettatori (soprattutto per un signore in prima fila) apprezzando voce e gestualità della simpatica Emma Karcioff (Pina Porzio), che tra una canzone e l’altra lascia il tempo agli attrezzisti di cambiare scenografia.

Non c’è litigio senza avvocati e qui troviamo una “vecchia conoscenza”, il simpatico Vincenzo Massari, che interpreta un avvocato balbuziente (Anselmo Raganelli), eccellente nella parte sostenuta, mentre l’altro della controparte è Antonio Saponetta (Salvatore Puzo)… per trovarsi nel terzo atto tutti in tribunale. Da qui sino al termine le risate e gli applausi non si contavano più! Questo alla presenza del Presidente del Tribunale Daniele Stolfa, prende in mano una situazione ingarbugliata come in tutte le commedie napoletane, dando un tocco di brillantezza e vivacità alla scena e il resto della compagnia, composta per il resto da Claudio D’Acierno, Lorenzo Danna, Alberto Pisapia, Angelo Vito, Rosalba Scisciola, Martina Garoppo, Claudio Caruso. Anche questa commedia volge a conclusione felice, come direbbero: si finisce a tarallucci e vino, con la complicità di avere in teatro il Maestro Vito Maggiolino che ha dato l’opportunità al pubblico di ascoltare canzoni come quella ti Ninì Tirabusciò cantata da Pina Porzio.
Tre giorni, tre soldout al San Paolo di Rivoli (TO), uno spettacolo che merita essere visto.

Daniele Giordano

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Eleonora D’Annibale. Dagli esordi al sogno del teatro

Eleonora D’Annibale è un’attrice, ballerina, modella romana. L’entrata nel...

Mafalda Minnozzi giunge a “Sensorial – Portraits in Bossa & Jazz (Deluxe Special Edition)”....

Mafalda Minnozzi è un'Artista internazionale, conosciutissima in Brasile. Il...

A Sulmona emozioni e applausi al Gran Galà del calcio abruzzese

Il presidente Memmo e il Direttivo del Comitato regionale...