Arisa incontra il pubblico alla Feltrinelli di Napoli  e parla del nuovo album “Una nuova Rosalba in città” e rivela: <>

Data:

 

Arisa incontra il pubblico in occasione dell’uscita del suo nuovo album di inediti, una nuova Rosalba in città, il primo atteso lavoro con Sugar Music, etichetta della Caselli, che contiene anche il brano Mi sento Bene, presentato al Festival di Sanremo, dove si è posizionato all’ottavo posto in classifica.

La cantante, reduce dall’esperienza sanremese, ha presentato al pubblico  napoletano il suo nuovo lavoro uscito l’8 di Febbraio.

La stessa Arisa ha ammesso, in una recente intervista a Fanpage.it, di essere stanca di cantare e scrivere canzoni tristi. Ha dichiarato infatti: “Io scrivo canzoni molto tristi, devo essere sincera, e ho deciso di non scriverne più, perché tanto non piacciono a nessuno le mie canzoni, che comunque sono così vere che quasi quasi fanno paura. Lascio fare il lavoro a chi lo sa fare, anche perché voglio dare gioia agli altri e a me stessa”. L’artista l’ha ribadito anche alla Feltrinelli, dicendo che vuole cantare più canzoni come L’esercito del selfie, piuttosto che un brano come La notte. Ha anche fatto notare che il primo brano ha 120 milioni di visualizzazioni su Youtube, mentre il secondo si ferma a 34 milioni, facendo capire che anche il pubblico la deve pensare cosi.

Insomma basta canzoni strappalacrime alla “Ho cambiato i piani” o “ Ho perso il mio amore”, Arisa dice: << Se uno ti ha fatto del male, non voglio che te lo ricordi con le mie canzoni, voglio che te lo dimentichi e lo lasci andare>>.  La cantante aggiunge che ha il terrore a pensare di fare questo lavoro per altri 20 anni e magari farà anche dell’altro in futuro.

Una Arisa divertita e divertente come ha abituato in questi 10 anni di carriera, dal suo debutto all’Ariston con il brano Sincerità, con un look senz’altro più goffo di quello di oggi. Oggi Arisa è una donna forte, sicura e più matura anche a livello di sound e artistico.  La cantante, che viene dalla Basilicata, ne ha viste tante in questo decennio, oltre a cantare ha avuto esperienze come attrice, come conduttrice tv per X-factor ed anche come valletta  per il festival di Sanremo, esperienza che la cantante ricorda in modo divertente ai suoi fan, dicendo di quanto in realtà stesse tanto male, in seguito a una caduta dalle scale e costretta a prendere, pur di lavorare, fortissime dosi di antidolorifico.

La cantante, è trovata davanti a decine e decine di suoi sostenitori, tutti pronti a cantare nell’attesa le sue canzoni, è stata disponibile a rispondere a tutte le domande, anche le più scanzonate e curiose, dei fan.  La donna ha anche intonato molti brani a cappella, evidenziando di quanto sia limpida e cristallina la sua voce, anche senza base. Ha giocato, prendendosi in giro e scherzando a sua volta con il pubblico e col giornalista de Il Mattino, Federico Vacalebre che ha moderato l’incontro e l’intera intervista prima di procedere al firmacopie.

Arisa ha ribadito il suo amore per Napoli, ricordando della sua interpretazione di Vasame per il film Napoli velata, ed ha rivelato che vorrebbe fare un disco tutto cantato in napoletano, aggiungendo che in realtà è stato già preparato qualche anno fa.

Al momento non ci sono date del tour di Arisa a Napoli, ma la cantante ha detto di stare sintonizzati col suo sito, che probabilmente potrebbe venire per un tour nei teatri verso settembre-ottobre.

Marco Assante

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

La calda estate del Teatro Tor Bella Monaca

Quando le cose funzionano, in Italia e a Roma...

Teatrando

  La parte è tua! Si parte! Impara la parte, leggi, leggi,...