GLI ASPIRANTI POETI DI ANGHIARI . “23 giugno 2019: Grande successo al Teatro comunale dei Ricomposti”

Data:

Anghiari – Evento di successo ieri sera in occasione della Premiazione della Seconda Edizione del Premio poesie Corriere dello spettacolo alla memoria di Pierluigi Galli “poeta dell’amore e dell’arte”, al quale per la prima volta si è voluta dedicare questa manifestazione, che da quest’anno in avanti sarà dedicata al Maestro. Evento curato da Stefano Duranti Poccetti e Giuseppe Sanfilippo (e collaboratori). Una serata indimenticabile in cui si è dato voce alla poesia, a “cuori vibranti” come Sanfilippo ha sottolineato durante la stessa, e non solo i “cuori vibranti” dei poeti che quest’anno hanno partecipato al concorso proposto, ma anche grazie a un momento dedicato ai poeti e poesie di Anghiari. Un spazio voluto dallo stesso Sanfilippo che ha sottolineato l’importanza che la poesia racchiude per la storia di Anghiari e non va dimenticata o messa da parte. Soprattutto vanno elogiati i poeti del territorio. Durante l’evento è stata ricordata la signora Enza Tacconi Bartolomei. La stessa che in vita ha dedicato il suo tempo alla poesia e ai poeti del territorio anghierese.
Una serrata ricca di gioie ed emozioni esaltata da un gruppo di ragazzi di Anghiari che si sono dati un nome: “Gli aspiranti poeti di Anghiari”. Gli stessi sono stati riuniti da Sanfilippo che con la collaborazione di Fiorinda Pedone  e hanno preparato insieme delle poesie da presentare e leggere durante la serata. Un gruppo di ragazzi minorenni che si sono avvicinati con grande entusiasmo alla poesia e manifestato passione sul palco, ove sono stati gli artisti d’eccellenza. Gli stessi che hanno lavorato in modo indipendente e autonomo per costituire e sviluppare la loro capacità artistica. “Gli aspiranti poeti di Anghiari” per la festa della poesia e dei poeti non si sono fermati solo alla preparazione dell’evento, ma hanno dedicato spazio anche alla loro libera espressività. Oltre a darsi un nome, infatti, gli stessi hanno inciso un loro motto:

“Gli amici della POESIA
nel cuore del CARMINUM
, fanno nascere
i POETORI junior di Anghiari”.
Gli aspiranti poeti di Anghiari

da cui possiamo dedurre che più che un motto ci troviamo di fronte a un versetto poetico vero e proprio, scritto a otto mani. Ma l’avvicinamento alla poesia non si è fermata qui per Emma, Matteo, Marco e Simone (“Gli aspiranti poeti di Anghiari”), infatti, insieme a Sanfilippo e alla Pedone, hanno incontrato l’ ”Infinito” di Leopardi, da cui hanno catturato il primo versetto “Sempre caro mi fu quest’ermo colle”; da questo i protagonisti hanno inciso una poesia:

“Sempre caro mi fu quest’ermo colle”

la sera quando lo guardo
mi fa ricordare il mio passato

fin dalla mia nascita
questo colle fu come un amico

alla fine gli sono stato così tanto attaccato
che tanto ermo più non fu

dalla cima, la vista mozzafiato
mi ha suscitato passione
Gli aspiranti poeti di Anghiari

Una grande edizione quest’anno quella del Premio Poesia del “Corriere dello spettacolo…”, incorniciata dall’unione e collaborazione di tutti al pari di tutti: tipico stile del nostro direttore Stefano Duranti Poccetti, di Giuseppe Sanfilippo e di tutti i membri e collaboratori del giornale. La serata è stata arricchita anche dalla collaborazione della Filarmonica Anghiari “P.Mascagni”. Grazie a tutti per la partecipazione e appuntamento al prossimo anno con la terza edizione.

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Maria Carotenuto, nuovo volto della moda!

  Oggi parliamo della bellissima modella e fotomodella Maria Carotenuto...

La cultura in diretta su Instagram

Non si ferma l’offerta culturale di Officina Pasolini, il...