Alice Bertoletti, fisico tatuato, corpo mozzafiato

Data:

Fisico tatuato, corpo mozzafiato e oltre 170.000 followers su Instagram che pendono dalle sue labbra (e dalle sue fotografie). Ma fermarsi all’apparenza sarebbe un peccato. Certo, il biglietto da visita di Alice Bertoletti, 24 anni dalla Provincia di Prato, è di quelli che lasciano senza parole. Ma oltre al corpo (e alle gambe, e a tutto il resto) c’è di più. Anzi, molto di più. Innanzitutto una laurea in arrivo in Scienze Politiche con indirizzo Comunicazione, risultato non proprio da tutti. Poi, più in là nel tempo, un romanzo scritto di proprio pugno che giorno dopo giorno si sta trasformando da idea in realtà. E, da ultimo, una carriera che potrebbe prendere via via strade diverse da quelle dello spettacolo dove oggi è una delle star indiscusse. Non a caso, di recente, di lei hanno scritto alcuni dei principali portali nazionali che si dedicano al calcio. Madrina della Fiorentina, diventata tale dopo aver difeso i colori della Viola nella celebre trasmissione televisiva di Paolo Bonolis “Ciao Darwin”. Sono bastate alcune sue fotografie in costume (succinto) per farle conquistare cover e home page. Ma il suo successo è trasversale: dalla tv a Instagram, dalle fotografie alla “real life” dove la gente la guarda e la riconosce. Eppure, assicura Alice, lei non è cambiata. “Io sono rimasta tale e quale quella di due anni fa, quando non avevo nessun social” racconta appena uscita da palestra, punto di riferimento per mantenere il suo corpo perfetto come lo si vede in fotografia.

Riavvolgiamo il nastro: chi è Alice Bertoletti?

Una ragazza di 24 anni della Provincia di Prato, studentessa universitaria a Firenze, che nella vita lavora come hostess, modella e influencer. Ma, soprattutto, una persona che non si è montata la testa e che nella vita ha mantenuto inalterati amicizie e valori.

Il tuo biglietto da visita non passa inosservato.

Ho iniziato a lavorare nel mondo dell’immagine fin da quando avevo 16 anni, prima come Miss alle gare di ciclismo, poi per shooting di fotografi. Eppure, ho sempre vissuto tutto con i piedi ben piantati per terra. Basti pensare che fino a due anni fa nemmeno avevo i social…

Oggi, invece, il tuo profilo Instagram viaggia verso quota 200.000…

Inutile dire che in Toscana siamo in poche ad avere i miei numeri. Quando ho iniziato, ho scelto di farlo con convinzione, dando al mio account un imprinting professionale. Questa scelta alla lunga ha pagato: ho sempre fatto tutto da me, senza scendere a facili giochetti per aumentare di numero. In fin dei conti, basta postare contenuti di qualità e mettersi in gioco per come si è… per piacere alla gente! Certo, detta così sembra facile, invece occorre impegno e dedizione. Qualità che non mi mancano!

Sui social tu ti metti in gioco per come sei.

Perché penso che questa sia la strada migliore: non deve essere un’ossessione la crescita numerica, così come bisogna rimanere consapevoli che quello è un mondo virtuale. Io nelle mie stories racconto molto di me: chi davvero lo vuole, può andare oltre la semplice fotografia ammiccante e scoprire una Alice “diversa”, con i suoi pregi e i suoi momenti no.

Di Alice Bertoletti si è parlato molto in tv…

Ho partecipato a Ciao Darwin nel 2019 per difendere la Fiorentina, esperienza bella che mi ha divertito! Oltre alla tv, ho collaborato con DolceRiva Collection, Idresstoimpress, Inkover streetwear, katchme in veste di ambassador. Le collaborazioni con i brand mi piacciono, è una strada che voglio seguire senza ossessioni. Voglio poter scegliere il mio cammino, sempre e comunque.

Di te hanno parlato i principali portali sportivi.

Tutto “merito” di… qualche fotografia! In realtà, so che sembra difficile da credere, nel quotidiano sono molto discreta e riservata, soprattutto con la mia vita privata. Anche nella partecipazione ad eventi e serate, preferisco scremare e puntare su progetti che possano valorizzare al meglio me stessa. Mi piace l’idea di mettere al centro non solo il mio corpo, ma anche il mio cervello. Sto avendo successo e non voglio per nessun motivo bruciarmi…

Anche perché, per te, il mix di fisico e testa è la carta vincente.

Proprio così: voglio poter dimostrare che si può essere intelligenti e appariscenti, ho sogni che non riguardano la tv ma l’imprenditoria per il mio futuro. Nel quotidiano sono rimasta la ragazza di sempre, a cui piace viaggiare e se ne frega del giudizio della gente.

Guai, insomma, a giudicare dalle apparenze.

Proprio così: scrivo prosa e poesia, sto preparando un romanzo farina del mio sacco. So di non essere la classica ragazza della porta accanto, le persone potrebbero farsi un’idea di me sulla base di ciò che mostro… ma non mi interessano i giudizi superficiali. Quelli li lascio cadere nel vuoto.

Invece, il giudizio dei tuoi genitori è importante per te.

Sì, loro mi seguono su Instagram, sono presenti nel mio quotidiano anche quando viaggio, non mi giudicano e sono orgogliosi di me. Questo per me è ciò che conta davvero.

Luca Fina

CONTATTI SOCIAL
https://www.instagram.com/alicebertoletti.1/?hl=it

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

A Roma l’Italian Dance Award

Opportunità, confronto, crescita ma soprattutto qualità. Questi gli ingredienti...

La Galleria d’arte Triphè di Roma presenta ‘’El Gran Silencio’’

Le opere di Enrique Moya  Gonzalez  accolgono l’osservatore in...

Al via al nuovo set nella Capitale: “Kill me baby” di Fabio Sieni e...

Abbiamo preparato a lungo questo progetto e siamo entusiasti...

“Bruciando”. Le poesie di Massimo Triolo finalmente in audiolibro!

Finalmente è uscito l'audiolibro "Bruciando", un percorso audace e...