Notice: A non well formed numeric value encountered in /web/htdocs/www.corrieredellospettacolo.net/home/wp-content/plugins/td-social-counter/shortcode/td_block_social_counter.php on line 1176

Academy Innovation Center. Un nuovo modo di concepire il Food&Beverage, un nuovo modo di formare

Data:

Con l’Academy Innovation Center, che ha visto il suo evento principale a settembre a Milano, nasce un modo nuovo di concepire il mondo del Food&Beverage. Il tutto è nato dalla brillante idea di due personalità che orbitano nel settore ormai da anni: Christopher Grassini, presidente di Bartender Certified e Diego Fioraldi, manager di Marraforni. Quando si parla di bar, si pensa immediatamente alle bevande e al drink, ma anche il cibo gioca un ruolo fondamentale, come spiega Grassini: “Il mondo bar non è caratterizzato soltanto da drink e caffè ma, è strettamente legato al cibo. D’altronde i clienti accompagnano alcol e bevande con pizza e stuzzichini fin dagli aperitivi.” È per questa ragione che l’Academy Innovation Center ha proposto molte varianti per quanto concerne in particolar modo l’universo della pizza: pizza in pala, gourmet o nelle varianti dolci, questo per stare in linea con quello che sono i prodotti tipici autoctoni.

Naturalmente accanto alle pietanze non si può non accompagnare anche il drink adatto. A tal proposito sono stati proposti, tra gli altri, filter coffee, signature cocktail, nonché una speciale degustazione di vini, birre e spiriti d’eccellenza. L’azienda Marraforni è stata importantissima per la creazione dell’evento, con la presenza del suo forno a pietra lavica. “Siamo soddisfatti dello svolgimento dell’intero evento – afferma Diego Fioraldi al termine delle giornate -, in quanto siamo riusciti a trasmettere la voglia di creare e crescere anche sotto questo aspetto.”
L’incontro tra Christopher e Diego era avvenuto negli Emirati Arabi e così è nato il desiderio di creare un’accademia che vada incontro a quelle tendenze ormai pienamente insediate anche nel nostro Paese. All’evento si è assistito a un gremito pubblico in sala e agli interventi degli Assessori nazionali all’istruzione, del presidente onorario della International Bartenders Association Umberto Caselli e del presidente della Federazione Baristi Italiani Alessandro Cosolo.
Naturalmente l’iniziativa non si ferma qua, ma è solo un punto di partenza per produrre corsi sempre più all’avanguardia con aule domotiche, insegnanti d’eccellenza per fornire la miglior formazione certificata a livello internazionale.

A seguire la dichiarazione di Christopher Grassini, presidente di Bartender Certified, riguardo l’evento:

“È stato veramente un grandissimo successo e sia io che Diego siamo molto entusiasti. Parliamo di un evento internazionale, che riguarda non solo l’Italia, ma anche il resto dell’Europa e del mondo, dove hanno partecipato i più grandi professionisti, tra bartender, baristi professionisti, campioni internazionali, presidenti di associazioni importanti. Non solo hanno partecipato, ma l’hanno fatto con grande entusiasmo. Sono stati felici di assaporare qualcosa di nuovo, perché oggi abbiamo tanto bisogno di novità. Con questa iniziativa si è palesata una cosa fondamentale: che oggi non si può più aprire un locale senza una qualifica e una formazione appropriata. Il lavoro non manca, lo assicuro, ma mancano i professionisti. Non bisogna avere paura di investire sul lavoro.”

Anche “Materia Prima” non è a caso infatti il nuovo progetto di Academy Innovation Center e del suo ideatore. Consiste nell’importare una formazione del tutto nuova, dedicata alla Degustazione di Rum, che lo ha portato, insieme alla società Ron Caney, a certificare da Santiago De Cuba a Lavana numerosi locali tra cui: “La Bodeguita Del Medio” e “La Floridita”, dove nasce il cocktail “Mojito” nel primo e il “Daiquirì” nel secondo.
Da oggi infatti è presente all’interno della Bartender Certified una nuova sala di analisi e sperimentazione con Masterclass ad hoc, nelle quali si parte da un excursus storico, completamente documentato sulle Origini di Cuba, continuando con la produzione del miglior Ron di Cuba, grazie ai preziosi interventi dei Master Distiller: Don Tano e Don Julio ed infine la degustazione a fianco di David Bermudez.
Il centro, col suo Staff, è intervenuto inoltre in occasione della fiera di settore “Host” a Milano, presentando Ron Caney, abbinato a Specialty Coffee, e sarà presente anche questo 27 Ottobre al “The Rum Day” con numerose novità, importate direttamente da Cuba.

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Io in blues, un tributo appassionato alle radici di Irene Grandi

Emozionante, coinvolgente, un concerto fatto di canzoni interpretate magistralmente...

“Bull” di Mike Bartlett: lucida e tragica immagine della nostra vita

Trieste, Politeama Rossetti – Teatro Stabile del Friuli Venezia...

“CRISALIDI”: MOVENZE ROCKEGGIANTI NEL RAP DI FOSCHIA

E mentre scorrono i numeri nelle classifiche radio, impariamo...

ANIMA MUNDI, la drammaturgia delle Donne, X ed. Letture sceniche

Mercoledì , 5 ottobre 2022, h.15,00-18,00, al Piccolo Teatro,...