A CAPODANNO TUTTI DA ME. Ritorno tra gli amici d’un tempo

Data:

Al Teatro Golden di Roma, fino al 24 novembre 2019

Certe volte la buona sorte ci trasporta in un mondo che noi non c’eravamo nemmeno sognati e questo ci fa sentire a disagio in un ambiente che non è il nostro come avviene nei matrimoni di differente ceto sociale. Questo avviene a DANILO, un giovane che s’arrangiava quotidianamente tra il baretto e lavori precari, che è stato eletto in parlamento e dispone d’una segretaria ”factotum” interpretata dalla dirompente e sarcastica Emanuela Fresi, che gli cura tutti i particolari e gli sta allestendo il ”catering” per il cenone di Capodanno cui debbono partecipare colleghi ministri ed onorevoli.Improvvisamente, tuttavia, entrano tre amici di vecchia data che dicono d’essere stati invitati da una sua telefonata che egli non ricorda perché il tempo s’è magicamente fermato,per un esperimento del mago Casella. Potranno così rivivere il loro passato e Danilo ritroverà ANTONELLA, che aveva una bambina a carico ed era stata senza motivo abbandonata da lui, a cui rinfaccia il reprobo comportamento. Ciro è un bravissimo Giancarlo Ratti pseudo avvocato, che non ha mai vinto una causa ed il cantante di piano bar sulla nave con il nome di Longanesi pseudonimo artistico è il frizzante Toni Fornari, che ha elaborato il testo con Andrea Maia e Vincenzo Sinopoli. I tre fanno riassaporare la vera natura psicologica ed ambiente di vita al protagonista, reso affabilmente da Simone Montedoro, che viene riportato alle sue radici responsabili dalla sua vecchia partner ardente Antonella,che lo fa sentire in colpa per il suo romanticismo socio-politico che l’ha spinto a piantarla. Sul più bello il tempo torna a scorrere,tutto sembra essere stato solo una parentesi di trascurati ricordi, tuttavia Danilo ha compreso che quello è il suo vero status e con una curva a 360 gradi decide d’annullare la cena ministeriale e mondana per festeggiare il nuovo anno nella rimpatriata con i suoi antichi sodali e la fiamma non spenta di Antonella,che gli fa di nuovo palpitare il cuore e provare sensazioni vitali. Ciò si deve alla splendida incarnazione fisica di Roberta Mastromichele, che gli concede una seconda credibilità e lo riconsegna quale padre sostituto alla sua bambina che ormai prova affetto adottivo per lui. Lo spettacolo sarà in cartellone fino al 24/11.

Susanna Donatelli e Giancarlo Lungarini

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Serena Roudami. Neanche un giorno senza moda

La moda è parte di lei, impossibile non accorgersene....

BOMBAROLO: INTERVISTA A MATTIA MARIANO

Mattia Mariano, Lecce, classe 1993 è un giovane artista,...