Geppi Cucciari al Brancaccio è “Perfetta” nell’ultimo monologo dell’autore romano Mattia Torre

Data:

Al Teatro Brancaccio di Roma, fino al 12 gennaio 2020, poi in tournée in altre città italiane

Per chi non avesse avuto modo di vedere interpretati testi di Torre (ancora ce ne sono?), questa potrebbe essere la giusta occasione. Forse dovrebbe.
“Perfetta” è un monologo sulla donna. Sebbene scritto da un uomo, funziona. Funziona molto. Un’ora per descrivere i martedì di quattro settimane differenti, giornate identiche nei ritmi ma diverse nella percezione, a causa delle variazioni delle quattro fasi del ciclo.
Torre ha analizzato l’evoluzione mensile di quell’essere tanto ammaliante quanto sconosciuto che arricchisce, delizia, flagella la vita del maschio. A dar voce al personaggio unico in scena è Geppi Cucciari, per la prima volta alle prese con toni non esclusivamente comici, ma venati di malinconie e drammi – per l’esattezza, quelli della settimana di ciclo che prende il nome di “Apocalisse”.
Sul palco interpreta una venditrice d’automobili, moglie madre nuora, che conduce una vita mediocre in cui deve incastrare lavoro, famiglia, palestra (oramai un dovere sociale), colf, più una caterva di varie ed eventuali.
Il registro è il solito, caricato a pallettoni. È quello che ha fatto conoscere lo scorrettissimo “Boris”, quello che ha animato le interviste brillanti di Serena Dandini, quello del medical drama “Linea verticale” (disponibile su piattaforma RAI, da vedere). Mattia Torre ha scritto tanto, purtroppo comunque poco, perché sapeva farlo dannatamente bene.
Geppi Cucciari la si conosce. Si spende per il pubblico, interpreta il testo, fa bene il suo. È il testo, però, a confermarsi vero protagonista di un’ora che è un’escalation di risate.
Un monologo per autoironici, per uomini intelligenti e per le donne tutte.
Dopo Roma, la “perfetta” Geppi sarà in tournée per altre quattro settimane, fermandosi anche a Napoli, Bari, Modena e Asti.

Maria Vittoria Solomita

 

Teatro Brancaccio, Roma. Fino al 12 gennaio 2020. Poi in tournée.
Testo e regia: Mattia Torre
Con: Geppi Cucciari
Produzione: ITC 2000

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

“Faust e Peter Schlemihl”. Di Enrico Bernard

   L'attualità di due grandi personaggi letterari della cultura tedesca,...

ALICE ZANAGLIO, personaggio tutto da seguire

La fotografia ha sempre fatto parte della sua quotidianità,...

LA GRANDE MOSTRA IN ONORE DI DALLA NEL DECENNALE DELLA SUA SCOMPARSA. TUTTI I...

In occasione degli anniversari  dei  genetliaci o dei decessi...