ALESSIA DE LAURENTIIS. Fascino solare, bellezza sportiva

Data:

MissColwayinternational (volto bellezza), MissFotogenia e Campionessa italiana bikiniAngels. Sui suoi profili social, Alessia De Laurentiis si presenta così. Bella, vispa, solare e sportiva. A prima vista, sprizza energia e adrenalina. Un carico di entusiasmo che va di pari passo l’amore per lo sport e una naturale inclinazione verso il mondo della fotografia. Due strade che, ultimamente, si sono avvicinate. Per il momento, però, Alessia – 27 anni di Roma – è un’allenatrice di nuoto sincronizzato che nella vita si è dedicata allo sport, diplomatasi al Liceo Turistico, strizzando l’occhio al mondo delle competizioni. Gareggiare e puntare in alto – inteso come gradini del podio – fa parte del suo dna. Ed oggi, che all’orizzonte si profila una nuova sfida nell’ambito dei Campionati IFBB (International Federation of Bodybuilding and Fitness), ha saputo trovare nuove occasioni per mettersi alla prova salendo sul palco e mettendo in mostra i risultati raggiunti dal suo corpo. I traguardi più importanti, non a caso, sono quelli con cui si presenta sul suo profilo Facebook. Titoli e medaglie che fanno capire al volo come Alessia sia bella, determinata e sempre impegnata. Un corpo che sprizza voglia di fare rivestito da una femminilità pronta ad esplodere. Non a caso, anche la fotografia è entrata nel quotidiano. Scatti bellissimi, intrisi di sport, che stanno spopolando sui social e potrebbero aprirle nuove strade.

Partiamo proprio dai social e da come ti relazioni.

Ho un bel rapporto con i social: li uso, ma non ne abuso. Non mi definisco un influencer, ma ho una pagina Instagram dedicata a tutte le persone appassionate di palestra.

Che immagine ti piace veicolare attraverso i social?

Racconto quello che faccio nel quotidiano: sono una bikini in preparazione per i prossimi campionati IFBB, quindi propongo moltissimi esercizi in sala pesi ed il famosissimo #mealprep. I feedback che arrivano dai miei followers mi descrivono come una persona costante, caparbia e determinata. Mi piace la possibilità di suscitare un pensiero nella gente, dare slancio in più, offrire uno stimolo per migliorare se stessi ed il proprio stile di vita. Al contrario, non amo chi mi chiede consigli e poi mi risponde di non avere tempo per metterli in pratica. Tutto richiede dedizione e sacrificio…

Ed allora ripartiamo da qui. Il tuo rapporto col fitness.

Questa passione inizia alcuni anni fa, a seguito di una brutta sindrome dovuta al sovraccarico di allenamento che mi ha portata a dover smettere di nuotare quando ero un’atleta di nuoto pinnato delle Fiamme Oro. Ho iniziato da autodidatta, poi anche in questo caso ho sentito il bisogno di mettermi in gioco. Due anni fa ho contattato un personal trainer, il quale in sei mesi di preparazione mi ha portata a vincere (nella categoria bikini Angels) il campionato italiano AINBB a Rimini durante la famosissima fiera del “Rimini wellness”.

Oggi hai deciso di compiere lo step successivo.

Proprio così! Ho iniziato da poco la strada per il mondo del professionismo con un altro grande preparatore… Siamo solo al primo gradino, la strada è lunga, ma una volta raggiunta la vetta il panorama sarà fantastico!

Scelte che non saranno sfuggite agli occhi della gente…

Ho visto il mio corpo cambiare, tramutarsi… E questo inevitabilmente porta a far sì che la gente ti noti, e quindi ad avere più possibilità di “successo” rispetto ad una persona con canoni standard.  A livello personale però ho confermato tutto quello che sono sempre stata. Una persona determinata, anche quando per la stanchezza soprattutto mentale avrei voluto mollare.

Lo sport è sempre stato nel tuo dna.

Ho scelto di diventare allenatrice di nuoto sincronizzato… alla veneranda età di 5 anni!  Guardavo una cugina di mamma in TV durante le Olimpiadi e me ne sono innamorata perdutamente. Anche questa esperienza è stata caratterizzata da un rapporto di amore odio, in più quando sei ragazzina ogni sensazione è amplificata, ogni minimo problema sembra  insormontabile se non senti di avere il giusto supporto da chi ti segue; me ne sono fatta una malattia, finché dopo 10 anni, ho deciso di smettere.

In realtà… non hai proprio smesso!

Grazie a questa esperienza, quando ho iniziato ad avere un squadra mia, sapevo perfettamente cosa non volere essere per le mie atlete… E credo che questo sia già un ottimo punto di partenza! Ad oggi sono responsabile di settore e gestisco un gruppo di 50 “piccole donne” dai 7 ai 16 anni. Ho avuto anche l’onore, negli ultimi due anni, di poter allenare una ragazza con sindrome di down, prossima ai mondiali fisdir che si terranno in Turchia ad aprile.

La competizione è rimasta un pilastro nel tuo concept di sport.

È la ciliegina sulla torta di un percorso! È l’obbiettivo da porsi, ma non il fine.  La paura non c’è; quando arrivo a competere è perché so di essere pronta… E quel che è fatto è fatto ormai. C’è solo tanta adrenalina… Tanta voglia di far vedere a tutti dove sono arrivata e chi sono.

Qual è stata l’emozione più forte?

La più forte è il momento principale della mia carriera, Rimini Wellness 2019. Avevo le ali più belle di tutte… Ricordo il mio preparatore dell’epoca, la mia compagna di squadra ed il mio ragazzo che strillavano come pazzi sotto al palco… Ricordo ogni istante, fino a quando, incredula ho appreso di aver vinto. Se ci penso a distanza di mesi ancora mi viene la pelle d’oca…

Nel mentre nella tua vita è entrata anche la fotografia.

Ho realizzato diversi shooting fotografici per fotografi freelance, il migliore è stato quello fatto con il fotografo Marco Suriani. Lui non scatta foto, cattura l’essenza.  Ho partecipato a miss italia nel 2016. Nel 2019 ho vinto la fascia di miss fotogenia, al concorso organizzato da Miss fotomodella D’Italia. A seguire questo inverno ho vinto la fascia “colwayinternational”, testimonial volto della bellezza, Partnership di miss spettacolo.

Cosa rappresenta per te la fotografia?

Devi essere brava a metterti a nudo. Na non basta essere belle, devi trasmettere qualcosa. Questa esperienza mi ha dato tanta consapevolezza di me stessa. Io continuo a buttarmi finché non arrivo dove desidero; qualche ingaggio per qualche noto brand di intimo e abbigliamento sportivo sarebbe il top.

Nel tuo futuro potrebbe non esserci solo la fotografia…

Sarò una comparsa particolare in un cortometraggio che si girerà a giugno. Per fare cinema non basta “spogliarsi l’anima”, bisogna studiare tanto e sodo… Se invece penso al mondo dello spettacolo… è un ambiente composto da persone, con pregi e difetti, retto su un nulla che attira polemica e curiosità.

Cos’altro bisogna sapere di Alessia De Laurentiis.

Amo il fatto di “amarmi”, ho un ottimo rapporto con me stessa, ho rispetto della donna che sono, testarda, tenace, costantemente alla ricerca di nuove sfide per potermi migliorare.  Il mio più grande difetto è quello di pretendere dagli altri la stessa disciplina che mi impongo io nella vita: devo ancora imparare ad accettare che il mondo è bello perché vario! La passione che esula dal mondo dello spettacolo è ovviamente la fantastica dimensione del body building. Un mondo fatto di luci, suoni, emozioni e perché no… Riflettori!

Come ti piace apparire nel quotidiano?

Sono narcisista ma non esibizionista. So di essere, e per tanto non ho bisogno di apparire. Outfit preferito: tuta e scarpe da ginnastica.  La sera esco poco, la preparazione obbliga la ritirata alle 22:30… Quando metto il naso fuori casa diciamo che so valorizzarmi; in spiaggia oso un mini-bikini che lascia poco spazio all’immaginazione, odio i segni del l’abbronzatura. Sicuramente sento di non far parte della massa.

Cos’altro bolle in pentola?

Come si dice nel mio ambiente: work in progress,  chi vivrà vedrà. Tra 10 anni mi vedo sposata, magari non in Italia, con una bella famiglia numerosa. Sarò una madre e una moglie che continua ad essere un entità, quindi lavorerò come faccio ora, continuerò ad avere cura di me stessa e delle mie  passioni. Avrò solamente bisogno di riorganizzare le giornate.

Luca Fina

 

CONTATTI SOCIAL
Instagram: @alessia_delaurentiis
Facebook: Alessia De Laurentiis
CREDITS FOTOGRAFICI
Ph. Marco Suriani
@marcophotographer

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

A Roma la mostra di Angelo Perini. “Il presepe, un linguaggio universale”

  È presso il ristorante CASAMATTA di Roberto Fiacchini, sito...

Si pubblicano tre poesie di Elisa Grandini

Il gigante e la farfalla C’era una volta un gigante alto...

Silvia Bussotti, una fashion blogger nel segno di Debora Cattoni

Silvia Bussotti è una giovane aspirante fashion blogger, che...