Si apre a Udine la decima edizione di AreaDanza l’urban dance festival: danza di ricerca nelle piazze del Friuli Venezia Giulia

Data:

Friuli Venezia Giulia, nelle piazze – Arearea, AreaDanza – Urban Dance Festival – Edizione 2020, Udine, 25 luglio, Venzone 1° agosto, Palmanova 2 agosto

Rigorosamente distanziati, ma assieme.
Arearéa, la compagnia di danza che vent’anni fa ha scelto il proprio nome ispirandosi al meraviglioso quadro di Paul Gauguin, ritorna da sabato 25 luglio nelle piazze del Friuli Venezia Giulia con AreaDanza mantenendo stabile la sostanza della propria poetica, forte di un’esperienza consapevolmente maturata nel tempo.
L’urban dance festival è giunto infatti quest’anno alla sua decima edizione e in tempi come questi, in cui il mondo dello spettacolo dal vivo è costretto a reinventarsi per riuscire a lavorare, si ritrovano di certo avvantaggiati i professionisti che negli anni hanno scelto di esprimere la propria arte anche in spazi non convenzionali, e con loro il pubblico che da tempo li segue o chi li incontrerà nei prossimi giorni per la prima volta.
Probabilmente il loro segreto sta nel riuscire a far convivere la pratica di una ricerca artistica, volta al futuro per le nuove generazioni, con le radici più profonde della storia del teatro, quando le compagnie itineranti si esibivano nelle piazze delle città e dei villaggi, offrendo agli spettatori abituati a passare da una carestia a una pestilenza, quando non oggetto di scorrerie e saccheggi, scintille di bellezza, attimi di speranza.
Come allora, ne abbiamo bisogno anche oggi.
Il tempo delle certezze indubitabili è un ricordo e in questo tempo liquido siamo tutti costretti a navigare a vista, dovendo imparare a usare strumenti nuovi per riuscire a comprendere il nostro presente, spesso e sempre più confuso.
Cosa ci può essere di meglio allora che assistere a danzatori capaci di muoversi tra le invenzioni di Lewis Carrol e la successiva lettura psichedelica di John Lennon (“Noi siamo il Tricheco…” in prima assoluta, coreografia nutrita con spirito “rock” di Roberto Cocconi), prima parte di una trilogia che si svilupperà nelle prossime edizioni del festival o ispirati dall’eterna, perché fuori dal tempo, musica di Johann Sebastian Bach (“Bach to dance”, coreografia di Marta Bevilacqua, Valentina Saggin e Anna Savanelli per un’incursione danzante che vedrà esibirsi insieme professionisti e aspiranti professionisti) in un suggestivo e intelligente gioco di parole che attrae e incuriosisce?
Queste le produzioni che Arearea, con i suoi danzatori e i direttori artistici Roberto Cocconi e Marta Bevilacqua, proporrà il 25 luglio, il 1° e il 2 agosto nelle piazze di Udine, Venzone e Palmanova, ma c’è dell’altro.
Quando si è abituati a creare legami, ponti e connessioni, è facile reinventarsi nell’organizzare eventi, anche se ci si ritrova limitati dalle emergenze: quel che fino allo scorso anno era un festival con ospiti provenienti da lontano, si trasforma con Intersezioni, una rete virtuosa in cui altre forme d’arte e di spettacolo dal vivo si propongono.
Sarà così possibile incontrare nella stessa giornata i danzatori di Arearea e le produzioni teatrali pensate per i più piccoli, con l’Orto Teatro di Cordenons (“La strega dell’acqua e il bambino di ciccia!” – Le storie della nonna sulle agane del Friuli il 1° agosto a Venzone) e il CTA di Gorizia (“C’era una volta un bambino” – Racconto per attrice e oggetti, liberamente ispirati alle opere di Lele Luzzati il 2 agosto a Palmanova).
L’isolamento che tutti abbiamo vissuto nei mesi scorsi, privandoci dell’incontro con gli altri, ha prosciugato la nostra interiorità; l’arte e il teatro sono il balsamo ideale per nutrirla.
L’edizione 2020 di AreaDanza possiede di certo tutti i numeri per farlo.

Paola Pini

Friuli Venezia Giulia, nelle piazze – Arearea
AreaDanza – Urban Dance Festival – Edizione 2020
Udine, 25 luglio:
Noi siamo il Tricheco… – Prima assoluta
Giardini Ricasoli (ingresso via Lovaria) alle 10.00, 11.00, 16.00, 17.00, 18.00, 19.00, 20.00
Spettacolo itinerante con un massimo di 15 spettatori a replica
Prenotazione obbligatoria allo 345 768 0258
Bach to dance – Incursione danzata
Piazza San Giacomo alle 12.30 e alle 21.30
Venzone 1° agosto – Piazza Municipio
La strega dell’acqua e il bambino di ciccia! – Fiabe popolari narrate e cantate, alle 17.00
Noi siamo il Tricheco… – Spettacolo itinerante alle 18.00
Bach to dance – Incursione danzata alle 19.00
Palmanova 2 agosto – Piazza Grande
C’era una volta un bambino – Racconto per attrice e oggetti alle 18.00
Noi siamo il Tricheco… – Spettacolo itinerante alle 20.00
Bach to dance – Incursione danzata alle 21.00

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Lo splendore fisico dei ritratti espressivi in primo piano e scorci realisti di paesaggi...

A Palazzo Bonaparte, Roma Continuando nella sua meritoria attività culturale...

La Mia Opera Prima, XI Edizione del «Premio LiNUTILE del Teatro»

  Sarà esclusivamente under25 l’XI Edizione del «Premio LiNUTILE del...