PAOLA BIJOU’, UN’ARTISTA A 360 GRADI

Data:

Impossibile non notarla, sui social o nella vita reale. Origini russe ma romana d’adozione, Paola Korogod D’Addio è un autentico uragano, impossibile da arrestare. Il suo fisico e le sue idee difficilmente passano inosservate. Una curvy che ha saputo stregare il web e la passerella. Sarà per quello che a suon di fotografie mozzafiato e di pose sensuali ma mai volgari, si è guadagnata visibilità in campo fotografico e televisivo. “Nella vita io faccio danni, oltre ad aver studiato lingue!” scherza Paola “bijoù”, 27 anni, un nome d’arte che la rende immediatamente riconoscibile su TikTok, Instagram e Facebook. Ovunque si muove, scatena un seguito di commenti, giudizi e ammiccamenti che talvolta diventano numericamente ingestibili. Ma Paola è abituata a farsene una ragione e tirare dritta. Ha tutta l’intenzione di diventare un’artista a 360 gradi, di rimanere sotto le luci dei riflettori dove le piace essere guardata e stare al centro dell’attenzione, a costo di scatenare qualche pensiero proibito nel popolo maschile. “Sui social, come nella vita reale, vorrei semplicemente dare l’immagine di quella che sono: un’artista che sa mettersi in gioco, che si tratti di ballare, posare o di fare qualsiasi altra cosa davanti al pubblico”.

Proprio sui social stai avendo sempre più seguito.

Sono molto attiva sui social, pubblico costantemente foto e storie. Mi piace tenere informate le persone che mi seguono e, anche se mi scrivono in molti, cerco di rispondere sempre a tutti. Non mi ritengo una influencer, anche se mi accorgo che il seguito sta crescendo! Seguitemi sui miei canali… troverete sempre qualcosa di bello e di nuovo!

Eppure tutto è partito grazie alla fotografia…

Mi piace apparire, mi è sempre piaciuto. Ho iniziato ad appena 16 anni con i primi concorsi di bellezza. Un’esperienza straordinaria che mi ha portata a credere in me stessa e a non prendermela quando le cose non vanno come vorrei. Essere in passerella mi ha dato la possibilità di lavorare con molti fotografi di successo. E da lì poi sono nati tanti progetti e tante collaborazioni…

Ma anche una esperienza che ti ha cambiata come persona.

Anche se non si direbbe, mi reputo una persona molto timida: grazie alla fotografia ho imparato ad amarmi e ad accettarmi e soprattutto a dimostrare a me stessa che ce la posso fare!

Sfidando anche qualche giudizio…

Non sono 180 centimetri e non sono una taglia 40, ma la fotografia mi dà la giusta per vivere la vita. Prendo spunto da una modella famosa che mi ha dato l’ispirazione, nel corso degli anni ho capito che fare la modella non è solo un discorso di fisico o di un bel viso, bisogna non solo essere belle e fotogeniche ma saper attirare l’attenzione di chi guarda una mia foto e farlo rimanere a bocca aperta!

Un risultato che tu raggiungi spesso…

Dico solo che grazie alla fotografia ho scoperto molte parti di me che non conoscevo, per cui continuerò in questa avventura fino allo sfinimento anche se non riuscirò a diventare famosa! Quando guardo le espressioni che faccio nelle foto non riesco a credere che sono proprio io e sono felice di questo, soprattutto perché anni fa passai un periodo terribile della mia vita e presi molti chili, arrivai a pesare 100 chili!

In questo senso, la fotografia è stata una autentica medicina.

Proprio così! La fotografia mi ha spinto a rimettermi in forma per poter stare di nuovo davanti all’obbiettivo.

Ci sono state figure importanti nel tuo percorso?

Tante! Sicuramente Rosario Talora che è uno dei fotografi con cui ho iniziato e che mi ha aiutato a far crescere la mia immagine; poi Enzo Mastronicola che non solo è stato capace di esaltare la mia bellezza ma è anche un grande amico che stimo e che mi dà sempre preziosi consigli per poter lavorare al meglio e dare un’immagine di me adeguata.

Non solo fotografia, ma anche spettacolo…

D’altronde voglio essere un’artista completa! Per anni ho lavorato come comparsa, sono stata su La7 a “Non è l’Arena” e sono stata protagonista in un cortometraggio dal titolo “Ursula la Vichinga” per la regia di Roberto De Vito.

Lontana dalle luci dei riflettori, chi è Paola Bijou?

Nella vita sono cosi come mi si vede sui social: sempre esibizionista, amo farmi guardare ed essere sempre al centro dell’attenzione. In più, mi contraddistingue la tenacia: se mi metto in testa qualcosa, prima o poi li ottengo. Infatti, il mio sogno è quello di realizzarmi nel lavoro come fotomodella e ballerina. Anche se ho iniziato tardi a livello di salsa e bachata, mi piacerebbe aprire una scuola di ballo…

Luca Fina

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

In radio arriva il… sole!!!!!

  Un titolo esplicativo e evidentemente provocatorio quello del nuovissimo...

Elena Cacciabue, da artista a testimonial di preziosità italiane

Si chiama Elena Cacciabue ed è un’artista a 360°....