“Eppure”. La scienza attraverso il grande dialogo

Eppure di Valerio Raganelli non è un testo canonico. Uscito nel corso del 2020, è un saggio filosofico in cui viene ripercorsa la storia della fisica e della matematica, discipline dalle quali vengono attinte riflessioni che ci portano verso il ragionamento e il futuro. L’Autore, scienziato con all’attivo numerose esperienze, titoli, pubblicazioni, sviluppa questo libro di 586 pagine attraverso le parole dei tre protagonisti Aurea, Aristodemo e Cornelia, facendo diventare il saggio un dialogo, dove i principi e le speculazioni vengono realizzati in modo allo stesso tempo preciso e divulgativo, cosicché anche concetti molto complessi vengono mostrati chiaramente, stimolando il ragionamento del lettore, questo anche grazie alla scorrevole e piacevole scrittura di Raganelli, diretta e gradevole, che non cade mai nello sterile accademismo.

Aurea: Secondo Tipler, l’aspetto trascendente di Dio è che, trovandosi sulla frontiera, non è proprio dentro l’universo nel senso matematico preciso di stare topologicamente dentro e, dunque, lo trascende. L’aspetto immanente consisterebbe nel fatto che non sarebbe nemmeno fuori, però, nel medesimo senso matematico preciso di stare topologicamente fuori.” Solo una breve citazione dal testo, che non si ferma alle teorie scientifiche, per approdare sul territorio metafisico e teologico, con Dio che in questo caso viene visto fuori dagli schemi statistici e matematici, proprio perché non può essere letto attraverso parametri razionali, almeno per la prospettiva di Tipler. E sono moltissime le personalità e le dottrine citate all’interno di questi 21 capitoli, per un libro saggistico e letterario, che sta tra il teatro e il compendio scientifico. Il titolo è profondamente azzeccato, perché non esiste una verità oggettiva universale, ma vi sarà sempre un “eppure” capace di metterla in discussione. A parere del dottore in matematica Luciano Giallombardo, che del volume ha curato la prefazione, si tratta di: “Uno strumento prezioso per un più alto e limpido esercizio della mente che forma il valore di un uomo.”

Stefano Duranti Poccetti

Eppure di Valerio Raganelli non è un testo canonico. Uscito nel corso del 2020, è un saggio filosofico in cui viene ripercorsa la storia della fisica e della matematica, discipline dalle quali vengono attinte riflessioni che ci portano verso il ragionamento e il futuro. L'Autore, scienziato con all'attivo numerose esperienze, titoli, pubblicazioni, sviluppa questo libro di 586 pagine attraverso le parole dei tre protagonisti Aurea, Aristodemo e Cornelia, facendo diventare il saggio un dialogo, dove i principi e le speculazioni vengono realizzati in modo allo stesso tempo preciso e divulgativo, cosicché anche concetti molto complessi vengono mostrati chiaramente, stimolando il…

0

User Rating: Be the first one !
0 Condivisioni

<h2>Leave a Comment</h2>