GIUDA. Il Teatro Lo Spazio riapre con un pieno di pubblico ed emozioni

Data:

Roma,Teatro Lo Spazio,Via Locri 42, dal 6 al 12 maggio 2021

Non poteva iniziare meglio la riapertura del Teatro Lo Spazio di Roma, con il potente Giuda, di Raffaella Bonsignori, interpretato da Maximilian Nisi, in scena dal 6 al 12 maggio, posti esauriti in tutte le repliche. Scelta tanto coraggiosa e meritoria quella di riaprire con metà dei posti a disposizione, a causa delle disposizioni anticovid, quanto quella di proporre uno spettacolo che stimoli la riflessione profonda nel momento in cui, dicono, tutti cercano leggerezza e disimpegno. Il testo di Raffaella Bonsignori è bellissimo, un vortice nella coscienza di Giuda che è tutti noi. Affronta l’umanità del dannato per eccellenza dal suo punto di vista e ciò che ne scaturisce sono le tante verità dell’essere umano, nelle sue meschinità ma anche nelle sue profondità, nelle sue debolezze, nelle sue tenerezze. Maximilian Nisi è straordinario nella sua interpretazione, magnetico ed inquietante. Giuda ci appare come un uomo incarcerato sì dalla sua pena, consapevole ma sempre con un alto spirito critico, intelligente, che conosce la vita e le sue trappole, ma anche le sue altezze e le sue contraddizioni. Un amore sviscerato in tutte le sue accezioni, terrene e non, pericoloso e necessario. Si interroga Giuda, si dà risposte, dialoga con Dio senza mai riceverne, ricorda, analizza, anche ironicamente, la vicenda che lo vede additato per l’eternità. Un uomo autentico, quasi senza tempo, che ha il coraggio di non venir mai meno alla sua intelligenza, che si perde nella sua ricerca dell’Amore, ne viene travolto e condotto suo malgrado a qualcosa di opposto, molto vicina al risentimento. Una contraddizione tragica, più che mai attuale.

Giuda è un monologo di grande impatto emotivo, portato in scena da un Nisi in stato di grazia, ricco di spunti di riflessione, che in poco più di un’ora ci trasporta in un toboga di emozioni forti, che si sia o meno credenti. Un testo che scava nella psicologia dell’uomo senza offendere la fede, anzi mettendo in luce quei dubbi senza i quali ci sarebbe solo fanatismo. Lo spettacolo esordì nell’agosto 2020 nel prestigioso festival di Borgio Verezzi. Applausi meritati per tutti, autrice, interprete e Teatro. Che sia l’inizio di una nuova vita per tutti noi.

Paolo Leone

Produzione Centro Mediterraneo delle Arti e Festival Teatrale di Borgio Verezzi presentano:
GIUDA, di Raffaella Bonsignori. Con Maximilian Nisi.
Musiche Stefano De Meo, video art Marino Lagorio, costumi Tiziana Gagliardi, elementi scenici Luigi Sironi. Aiuto Paola Schiaffino, coordinamento Cristina Ferrazzi. Foto di scena di Luigi Cerati
Si ringrazia l’ufficio stampa del Teatro Lo Spazio, nella persona di Maresa Palmacci

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati