Il cambiamento, un fenomeno spontaneo che educa la vita

Il cambiamento è un fenomeno naturale, spontaneo, muove le nostre vite, le educa alla non remota possibilità che tutto è movimento e niente resta immutato. Il verbo cambiare crea le basi per un’altra azione; crescere. Se nella vita tutto rimanesse immobile, statico, abitudinario, ci adageremmo in una sorta di apatia, simile alla noia, che ci impedirebbe di utilizzare quelle abilità capaci di guidarci verso nuove scoperte. Cambiare può far paura, ci sposta dalla zona confort, per portarci nello spazio sconosciuto, tuttavia il cambiamento è una certezza e per quanto ci sforziamo di controllare che ciò non avvenga, esso accadrà. Resistere, opporsi o addirittura ostacolare il mutamento delle cose è uno sforzo inutile, possiamo solo arrenderci e lasciare che tutto cambi, possiamo solo aprirci alla fiducia che tutto si muove per quell’unica ragione che è quella di spostarci da dove siamo a dove è necessario essere per rispondere alla chiamata della vita. Molto tempo fa un amico mi disse: tra il dire e il fare non c’è di mezzo il mare ma il cominciare, credo sia proprio così e per questo sento che è tempo di cominciare a muoverci dentro la vita con la chiara visione che niente è per sempre e tutto può iniziare con la volontà di aprirci ad accogliere il cambiamento.

Fiorinda Pedone

Il cambiamento è un fenomeno naturale, spontaneo, muove le nostre vite, le educa alla non remota possibilità che tutto è movimento e niente resta immutato. Il verbo cambiare crea le basi per un’altra azione; crescere. Se nella vita tutto rimanesse immobile, statico, abitudinario, ci adageremmo in una sorta di apatia, simile alla noia, che ci impedirebbe di utilizzare quelle abilità capaci di guidarci verso nuove scoperte. Cambiare può far paura, ci sposta dalla zona confort, per portarci nello spazio sconosciuto, tuttavia il cambiamento è una certezza e per quanto ci sforziamo di controllare che ciò non avvenga, esso accadrà. Resistere,…

0

User Rating: Be the first one !

<h2>Leave a Comment</h2>