ANNI LUCE: STEFANO FUCILI OMAGGIA LUCIO DALLA

Correva l’anno 2001 quando l’indimenticabile Lucio Dalla lanciava il brano “Anni luce” contenuto nel suo album dal titolo “Luna Matana”. Un brano che a suo tempo si è presentato come una poesia d’amore cantata dal grande Lucio. Oggi a distanza di 20 anni dall’uscita del brano Stefano Fucili omaggia il suo maestro reinterpretando il singolo – di cui è autore insieme a Dalla – in versione piano e voce. Lo stesso brano si trova nel nuovo album di Stefano Fucili dal titolo “Una bella giornata”, già disponibile su tutte le piattaforme digitali, ed è stato al primo posto della classifica musicale di Amazon. Inoltre è in rotazione radiofonica in Italia e Spagna pubblicato dall’etichetta milanese RNC Music in diversi Paesi esteri. Quello che mi colpisce di questo brano “Anni luce” è il suo senso poetico molto ricco e significativo, poiché crea l’immagine dell’essere umano distante l’uno e dall’altro, raffigurando la necessità di raggiungersi e toccarsi con le mani, in uno scenario in cui sentiamo questo bisogno senza urlarlo. Il brano crea un’atmosfera simile a un inno silenzio, come quando conversiamo con noi stessi, proprio quando diciamo delle parole che non confidiamo a nessuno. È come se già da tempo l’essere umano non riuscisse più ad afferrarsi per mano e Stefano Fucili reinterpreta questa canzone proprio in un’epoca in cui si sente il bisogno di teletrasportarsi per raggiungere quel bisogno di afferrarsi, in un contesto in cui proprio la canzone interpretata da Fucili è un messaggio per abbattere le distanze consentendo al brano di acquisire un valore speciale proprio in questo tempo storico che stiamo vivendo.
In poche parole la canzone oggi è molto contemporanea, richiedendo alla coscienza umana di ricominciare a prenderci per mano e non cadere nel buio, nel dolore, in quella sofferenza che può condurre l’essere umano a farsi del male. Complimentandomi con Stefano Fucili di questa sua nuova versione, ricordo che lo stesso quando “Anni luce” veniva cantata da Dalla fu il vocalist del brano. Inoltre per questa nuova versione l’artista ha coinvolto il pianista Pasquale Morgante, collaboratore di Samuele Bersani; la produzione è realizzata insieme a Alessandro Luvarà, con la preziosa supervisione del producer Giordano Donati. Il video invece è stato realizzato da Marco Fucili, figlio undicenne di Stefano.
Infine Fucili per il 2022 sta lavorando a vari progetti discografici e live volti a ricordare ed omaggiare il grande Lucio Dalla, scomparso prematuramente 10 anni fa. Questi progetti discografici e live vedono la collaborazione con vari amici e colleghi di Dalla, come Iskra Menarini, la band Piazza Grande, Stefano Scartocci, Marcello Balestra, Bracco di Graci e altri.

Giuseppe Sanfilippo

Correva l'anno 2001 quando l'indimenticabile Lucio Dalla lanciava il brano “Anni luce” contenuto nel suo album dal titolo “Luna Matana”. Un brano che a suo tempo si è presentato come una poesia d'amore cantata dal grande Lucio. Oggi a distanza di 20 anni dall'uscita del brano Stefano Fucili omaggia il suo maestro reinterpretando il singolo - di cui è autore insieme a Dalla - in versione piano e voce. Lo stesso brano si trova nel nuovo album di Stefano Fucili dal titolo “Una bella giornata”, già disponibile su tutte le piattaforme digitali, ed è stato al primo posto della classifica…

0

User Rating: 4.73 ( 2 votes)

<h2>Leave a Comment</h2>