Chiara Pavoni: un’artista in cerca di sfide

Un’attrice capace, intraprendente, sperimentale. Una donna che cattura per il suo approccio trasversale verso l’arte, verso l’immagine, verso l’interpretazione. Chiara Pavoni, romagnola di nascita ma romana d’adozione, è un’artista versatile, capace di conquistare il palcoscenico (e il set) grazie alla sua folta chioma rossa e ad una naturale espressività che l’ha resa protagonista di film, spettacoli teatrali, shooting fotografici, video drammatici e corti in stile horror. “Come definirmi? Sono una ballerina, attrice, performer e regista” sintetizza lei che, innamorato da sempre dell’arte e dello spettacolo, si è laureata in Storia del Cinema prima di tuffarsi da protagonista in questo mondo.

Come nasce il tuo approccio al mondo artistico?

Ho sempre amato dare vita alla mia fantasia e rendere reale ciò che amo. Ho amato tantissimo la lettura, la poesia e tutto ciò che mi faceva sognare ed entrare nella dimensione dell’immaginazione e della espressione delle mie emozioni. Scrivere, disegnare, danzare, recitare e posare… sono i mondi in cui le vibrazioni dei miei sentimenti trovano più felicità e spazio.

La tua carriera è iniziata presto e si è sviluppata a tutta velocità…

Mi sono sempre piaciute le sfide, che mi costringono a confrontarmi con i sensi ed i sentimenti, con la ricerca costante di rinnovarmi cercando una costante ispirazione. Mi muovo costantemente tra invenzione e creatività che sono la ragione della mia esistenza.

Cosa hai cercato in tutti questi anni vissuti sotto i riflettori?

Cerco sempre di conoscere e di apprezzare le persone da un punto di vista spirituale e di non giudicarle solo dalla loro apparenza fisica. Quindi apprezzo particolarmente la generosità, la vitalità, l’ottimismo e la lealtà. Credo che tutte le persone siano ugualmente importanti e valga la pena di conoscerle! Per un’artista, qualsiasi essere umano che ha donato gioia, idee e spirito all’umanità ha valore.

Cosa significa vestire i panni di un’altra persona?

Per un’artista, qualsiasi ruolo dona gioia, e vale la pena di interpretarlo. Mi piace interpretare i ruoli dove è evidenziato il lato scuro dell’essere umano, l’attrazione, l’incubo.

Cosa ha rappresentato, per te, la fotografia?

La fotografia mi ha permesso di creare e mi ha dato la possibilità di sperimentare i limiti del mio corpo; sono sincera: questo mi interessa e mi intriga.

Sui social ti piace raccontarti in tutta la tua trasversalità…

Condivido con il mio pubblico tante emozioni, chi mi segue è parte della mia vita e spero io lo sia della sua. Per me i followers sono un vero e proprio regalo, soprattutto ora che il contatto mi manca tantissimo.

Attraverso i social, quale immagine vuoi veicolare?

Voglio trasmettere i molti lati di me stessa: simpatica, dolce, altruista, estroversa e loquace, insomma me stessa! Mi infastidisce la saccenza! Ho timore delle persone che hanno paura, di dare, di amare e di vivere, soprattutto se si allineano a modelli di conformismo e di comodità.

Che donna ti piace essere nella vita quotidiana?

Mi piace osare, amare, vivere anche nell’abbigliamento indifferentemente dall’ora e dai luoghi. Mi piace essere libera e credo che ognuno debba essere se stesso e trovare la propria strada

Che progetti hai per il futuro?

Stando ai fatti odierni, vedo un mondo senza empatia dove il contatto visivo ed uditivo diventerà sempre più virtuale, dove noi non potremo più godere dell’olfatto, del gusto e del tatto. Dove la cultura dell’isolamento diventa una trappola che ci fa dimenticare che non c’è nulla che possa sostituire uno sguardo che si posa su un altro sguardo umano o una mano umana che stringe un’altra mano umana.

Cambiamenti che impatteranno anche sulla vita artistica.

Amo sperare in un futuro dove trionferà la luce e la bellezza. Voglio pensare ad un futuro caratterizzato da tanto teatro, tanto cinema di genere e indipendente, tante foto e tante performance.

Luca Fina

CONTATTI
@chiarakpavoni
www.chiarapavoni.it
Un’attrice capace, intraprendente, sperimentale. Una donna che cattura per il suo approccio trasversale verso l’arte, verso l’immagine, verso l’interpretazione. Chiara Pavoni, romagnola di nascita ma romana d’adozione, è un’artista versatile, capace di conquistare il palcoscenico (e il set) grazie alla sua folta chioma rossa e ad una naturale espressività che l’ha resa protagonista di film, spettacoli teatrali, shooting fotografici, video drammatici e corti in stile horror. “Come definirmi? Sono una ballerina, attrice, performer e regista” sintetizza lei che, innamorato da sempre dell’arte e dello spettacolo, si è laureata in Storia del Cinema prima di tuffarsi da protagonista in questo mondo.…

0

User Rating: Be the first one !

<h2>Leave a Comment</h2>