La “mia” Città dei Fiori: Marianna Bonavolontà tra Tg, radio e Casa Sanremo, ci racconta il suo Festival 2022

Un Sanremo 2022 tutto da vivere e da raccontare. È la storia della conduttrice, giornalista ed inviata Tv Marianna Bonavolontà che al Festival dell’anno corrente è stata costantemente divisa anzi contesa tra eventi, serate, ospitate e programmi radio in diretta.

A Sanremo dal 31 gennaio al 5 febbraio, Marianna ha lavorato come inviata Tv ed è stata protagonista del Tg regionale in onda su canale 15 in Molise e Canale 17 in Abruzzo con la rubrica ‘Speciale Sanremo’. 

Presenza costante a Casa Sanremo che quest’anno ha compiuto 15 anni, la cosiddetta “casa degli addetti ai lavori” durante il Festival.   

La Casa è il luogo dove nascono iniziative artistiche e musicali in un ambiente ricercato accompagnato da momenti di intrattenimento e culturali. Con la  presenza dei numerosi ospiti del jet set discografico, dai cantanti, ai produttori, ai giornalisti e le televisioni che seguono attivamente le dirette. 

In questa edizione di Sanremo abbiamo visto, o meglio sentito Marianna anche nelle vesti di opinionista e speaker radiofonica. 

La giornalista e presentatrice è stata protagonista di dirette radio e video per Radio Sunrise Italia con Francesco Vitale insieme ad importanti ospiti di Radio Italia e All Together Now, per commentare le performance dei cantanti. 

È stata ospite negli Studi di Radio Musica Television, on air dalla Lombardia alla Campania con Luca Capacchione ed Edoardo Domenico Annunziata e per l’importante emittente campana 1stationradio, con il giornalista Michele Chianese. 

“I vincitori di questo Festival?” – 

Sottolinea Marianna – 

“Drusilla Foer, Casa Sanremo e Gianluca Grignani, l’anima rock che con coraggio torna sul palco dell’Ariston!

È sempre un’esperienza unica quella del Festival che è rappresentato per me non solo dalla gara in sé ma da tutta la cornice, località, eventi e personaggi ed io ho avuto la fortuna di poterla vivere da ‘addetta ai lavori.’

Avere la possibilità di incontrare da vicino i cantanti e assistere ai retroscena di questo evento mondiale, dona a tutto un sapore magico. Ho adorato le performance di  Mahmood e Blanco, Elisa e La Rappresentante di Lista ma il mio cuore appartiene a Drusilla Foer, per me vincitrice indiscussa del Festival. 

Sono solo terribilmente dispiaciuta di aver visto in prima serata monologhi obsoleti e irritanti come quelli di Checco Zalone e Fiorello, che invece di proteggere le minoranze addirittura le prendono in giro in mondovisione, mentre quello di Drusilla, educativo e di alta caratura, è finito a tarda notte.”

Conclude Marianna: “Un ruolo importantissimo è quello di CasaSanremo: con la sua impeccabile organizzazione, l’ospitalità  e l’ufficio stampa con Tommaso Martinelli, restano il fiore all’occhiello degli eventi durante il Festival”.

Progetti futuri? “Sono finalmente pronta a mettermi a nudo e pubblicare la mia autobiografia “La ragazza col Genio in Valigia”, scritta oramai da più di tre anni. E poi ho il mio progetto tv, sempre nel cassetto e un po’ di eventi a cui sicuramente parteciperò in veste di inviata, il primo sarà l’Eurovision 2022 che si terrà nel mese di maggio a Torino e non vedo l’ora di scatenarmi così come ho fatto a Sanremo in compagnia della mia partner in crime Patrizia Gaeta”.

Un Sanremo 2022 tutto da vivere e da raccontare. È la storia della conduttrice, giornalista ed inviata Tv Marianna Bonavolontà che al Festival dell'anno corrente è stata costantemente divisa anzi contesa tra eventi, serate, ospitate e programmi radio in diretta. A Sanremo dal 31 gennaio al 5 febbraio, Marianna ha lavorato come inviata Tv ed è stata protagonista del Tg regionale in onda su canale 15 in Molise e Canale 17 in Abruzzo con la rubrica 'Speciale Sanremo'.  Presenza costante a Casa Sanremo che quest’anno ha compiuto 15 anni, la cosiddetta “casa degli addetti ai lavori” durante il Festival.    La Casa è…

0

User Rating: 4.7 ( 2 votes)

<h2>Leave a Comment</h2>