“Mandala”: il nuovo singolo di Iosonocorallo

Iosonocorallo” nasce a Bari il 22 maggio del 1986. Ha studiato canto, chitarra, pianoforte ed improvvisazione jazz e sin dall’età di 21 anni ha trovato la sua vocazione nell’insegnamento del canto. La sua formazione è stata particolarmente segnata dall’incontro con Loretta Martinez grazie alla quale ha intrapreso gli studi in didattica del canto moderno presso la sede VMS di Roma. Ha poi conseguito il diploma di laurea LLCM presso la West London University College of Music. Già da molti anni si dedica alla scrittura e alla composizione di brani e, successivamente, grazie all’incontro con Francesco Cianciola e Cristiana D’Auria è nata una forte collaborazione che ha permesso la nascita di un progetto discografico che vede la realizzazione di sei brani, tutti interamente dedicati a tematiche diverse tra di loro. Attualmente è anche insegnante e direttore della sede di Bari del corso accademico di canto pop vms presso l’Accademia della Musica. A gennaio 2022 lancia il suo primo singolo “Corallo”, a marzo 2022 pubblica “Minh Thai”, raggiungendo i 100.000 play su Spotify, e a maggio 2022 “Narciso” e Mandala” – di cui parleremo insieme – è il nuovo singolo disponibile sulle piattaforme digitali dal 17 giugno 2022 e in radio dal 24 giugno.

Ciao Iosonocorallo, ti faccio i miei complimenti per tutte le tue canzoni. Parliamo di “Mandala”, un brano che con le sue sonorità reggaeton unite a delle sfumature urban, mediterranee ed orientaleggianti, è il quarto tassello di un processo cognitivo ed emotivo volto alla scoperta di sé ed all’accettazione del proprio essere. Nel brano, emerge come una persona cerchi di scoprire e metabolizzare al meglio delle parti di sé tramite un profondo flusso di coscienza dall’interno verso l’esterno rappresentando proprio la geometria di costruzione del mandala. MI RACCONTI DI QUESTO MERAVIGLIO BRANO?

Mandala” è un dialogo con se stessi, possiamo dire il “Me” di qualche tempo fa. Una sorta di dialogo circolare proprio perché mi guardo dall’interno all’esterno. Quindi il “Mandala” in questo brano è la metafora del voler prendere le distanze da ciò che ho analizzato del mio passato e che ho allontanato.

Come ho detto prima nel brano si evidenzia l’accettazione del proprio essere, quindi descrivi una persona che si accetta per com’è prendendo le distanze o allontanando le persone che lo vedevano in un certo modo e quindi spezzando quel credere d’essere come ti vedevano gli altri. Ai giorni nostri, questo “non avere fiducia in sé stessi” è molto frequente: SECONDO TE PERCHÈ OGGI NON ABBIAMO FIDUCIA IN NOI STESSI?

Probabilmente perché oggi dobbiamo confrontarci molto spesso diciamo con dei prototipi diversi dalla realtà, come internet, instagram e quanto altro, che ci portano a un mondo fatto spesso di sola immagine. Quindi dobbiamo confrontarci con quel tipo di immagine, la stessa che è virale, quando in realtà noi siamo diversi ed è più difficile accettare quella realtà diversa.

Molto bella questa risposta, perché molto riflessiva e allo stesso tempo riassunta con parole che possono fare riflettere. COSA TI DICONO LE PERSONE DELLE TUE CANZONI?

Devo dire che ho uno riscontro molto positivo, e mi fa piacere questo, anche perché per quanto siano brani molto leggeri tra virgolette nascondo sempre una sorta di di messaggio.

NEL PRESENTE HAI INTENZIONE DI INCIDERE UN ALBUM?

Al momento questo nostro progetto, nostro perché non sono solo io al timone di questo progetto (come sai con me ci sono Francesco Cianciola e Cristiana D’Auria) conta sei singoli, alla luce c’è né sono solo quattro e gli altri due usciranno prossimamente e stiamo pensando di realizzare in futuro un album.

Un’altra domanda che ti faccio riguarda il posto in cui sei nato e cresciuto (Bari). So che qualche collega ti ha fatto una domanda, non voglio fartela uguale ma simile: artisticamente essere una persona che viene dal sud… QUANTO È DIFFICILE POTERSI FARE STRADA IN QUESTO AMBIENTE?

A livello artistico è molto complicato perché non c’è quello stesso mercato, quelle figure si possono trovare a Roma o a Milano, però ci sono molti artisti e il territorio pugliese è ricco di Arte. Naturalmente per poter esprimerci siamo costretti a spostarci e questo è un peccato, ma devo dire che si sta creando, facendo qualcosa ma ovviamente siamo ancora lontani per poter partire da qui.

Questa era l’ultima domanda, ci salutiamo ricordando che farai dei live e per sapere le date invitiamo il pubblico a seguirti sui social Youtube, Facebook e Instagram e quindi sul canale e pagine Iosonocorallo. Grazie del tuo tempo e buon proseguimento e buon lavoro.

Grazie a te Giuseppe, un caro saluto a te e alla redazione.

Giuseppe Sanfilippo

<h2>Leave a Comment</h2>