LIBRIAMOCI PER VIAGGIARE SENZA PAGARE IL BIGLIETTO

Data:

In occasione delle iniziative organizzate per la nona edizione di Libriamoci, Giornate di lettura nelle scuole, progetto rivolto agli istituti scolastici di ogni ordine e grado, che si svolgerà dal 14 al 19 novembre 2022, con la lettura di alcuni testi inerenti alla ‘’Storia Locale’’ e con  il  piccolo giornalino on line ‘’ UN TUFFO  NELLA STORIA DI MERCATO SAN SEVERINO IN PROVINCIA DI SALERNO: UNA CITTÀ PIENA DI COLORI E RICCA DI SFUMATURE  SPAGNOLE, FRANCESI, INGLESI E TEDESCHE’’, nato da un’idea della responsabile della Biblioteca Comunale Michele Prisco dr.ssa Clementina Leone a seguito di numerose ricerche, e appoggiato dal responsabile della Iª AREA del Comune di Mercato San Severino il dott. Cosimo Salvati alla quale appartiene la biblioteca, con incontri in presenza e on line con alcune scuole del territorio come la scuola Secondaria di I grado ‘San Tommaso’ diretta dall’eccellente dr.ssa Carmela Concilio, il Liceo”Bonaventura Rescigno” gestito in maniera magistrale dalla dr.ssa Rossella De Luca, il I Circolo Didattico di Mercato San Severino con a capo l’ottima dirigente dr.ssa Laura Teodosio , punta proprio a sottolineare quanto la storia globale sia parte integrante di quella locale e di come questo permetta a tutti di poter essere  ‘’CITTADINI DEL MONDO’’. La lettura è una delle competenze cognitive più importanti per il corretto sviluppo della persona. Leggere è un modo per sviluppare la fantasia, per imparare a relazionarsi meglio, per acquisire informazioni e nozioni utili  per incrementare l’autostima e, naturalmente, per imparare a parlare attraverso un lessico più ricco e soprattutto appropriato alle situazioni ed al contesto in cui ci si esprime. Come si suol dire, la lettura è cibo per la mente; eppure stando alle statistiche e ai sondaggi, almeno nel nostro Paese non sono tempi rosei per la carta stampata nonostante l’Italia abbia dalla sua parte una tradizione letteraria più che corposa da sfoggiare. La Biblioteca comunale “Michele Prisco” ad Acigliano grazie ai progetti in forma gratuita ideati, seguiti e gestiti dalla responsabile istruttore amministrativo, abilitato all’insegnamento, traduttore e giornalista dr.ssa Clementina Leone, inseriti in Libriamoci, sui siti web di RAI scuola, cultura ecc…. ha sempre proposto alle scuole e non solo,  iniziative sul piano formativo che  hanno sottolineato anche quanto la storia locale, sia sempre stata  in grado di contribuire in maniera significativa alla formazione dell’identità personale, al suo radicamento, alla sua integrazione in un determinato contesto, rinsaldando la “zolla” dei legami culturali e sociali di cui ognuno di noi è portatore. Parafrasando quanto afferma Bevilacqua (1997), nell’insegnamento della storia globale vi è insito un rischio: quello di favorire la creazione di una sorta di sopramondo astratto che non ha interconnessioni di sorta con le realtà locali, inficiando così una reale comprensione dei fenomeni storici, politici, sociali ed economici. Oggi si assiste a una generale modernizzazione che inevitabilmente comporta anche la parziale o totale obliterazione delle culture e delle realtà prettamente locali: le lingue, le tradizioni, gli usi e i costumi, nel nome della globalizzazione, si impoveriscono progressivamente, si uniformano e poi scompaiono nella conformità della “cultura globale”. Questo è un processo che non è solo dei nostri giorni ma che da sempre investe determinati aspetti della cultura nel suo progressivo svilupparsi. Un punto d’ancoraggio più forte con la storia quindi, è la cultura locale diventa imprescindibile sia per una tutela della diversità che comporta sicuramente una ricchezza, paragonabile alla più nota e difesa biodiversità, sia per la formazione culturale. Il territorio che ci circonda è un grande libro frutto dell’opera millenaria di chi ci ha preceduto, nel quale si sono formati e sviluppati tutti quei piccoli mattoncini che hanno poi contribuito al formarsi della storia globale con i suoi macro eventi. Conoscere la storia del proprio paese è necessario per fornire le giuste fondamenta alla propria costruzione della conoscenza facilitando anche il cogliere delle interconnessioni fra storia locale e storia globale, strettamente legate una all’altra.

Clementina Leone

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Festival di Berlino: rinasce con una debuttante italiana

BERLINO, 21 FEBBRAIO - Il promettente debutto nel lungometraggio...

Alessandro Maiorano e l’udienza del 14 febbraio 2023

Il nome di Alessandro Maiorano è ormai famoso, saltando...

Bulli ed Eroi 2023: Il Bucchero fra ironia e prevenzione

erza giornata del Bulli Eroi VI edizione alla Sala...