ROBERTA, LA FOTOGRAFIA FRA PIACERE E LAVORO

Data:

Tutto è iniziato quando aveva appena 16 anni. Un po’ per gioco, un po’ per divertimento, un po’ per curiosità. Oggi, a distanza di 4 anni, Roberta lavora a pieno ritmo nel campo dell’immagine. La sua è una bellezza esplosiva, che conquista al primo istante, che strega il mondo dei social dove ha vissuto la bruttissima esperienza di un account hackerato con il conseguente sforzo di ripartire da zero per tornare a raccontare il suo personaggio. E lei, dopo qualche iniziale momento di sconforto, ha reagito come è abituata a fare. Si è rimboccata le maniche, ci ha messo impegno e passione, e nel giro di qualche settimana il suo profilo è tornato a decollare e mietere numeri da sogno. D’altronde, il lavoro non la spaventa. Alla faccia dell’apparenza, Roberta è una ragazza abituata a lavorare nel mondo dell’abbigliamento, a vivere il complicato dialogo con le clienti, a ricercare il pezzo giusto per la persona giusta così da rendere felici le persone che incrocia nel suo percorso lavorativo quotidiano. Certo è che, quando può, la passione per la fotografia diventa lavoro. È così che ha iniziato a collaborare con brand e fotografi, a farsi notare tramite Instagram, ad essere agganciata da agenzie specializzate del settore. Un boom che non le ha fatto perdere la sua semplicità e il suo essere acqua e sapone. Insomma, a guai a fermarsi all’apparenza…

Com’è iniziata questa avventura?

Tutto è iniziato quando avevo 16 anni e feci il primo book fotografico: da allora non ho più smesso perchè avevo capito che questo era quello che mi piaceva fare e che non mi sarebbe mai pesato.

Una scelta che ti ha dato soddisfazioni a piene mani.

Proprio così! Mi sono buttata a fare un sacco di lavori ed ho conosciuto tante belle persone, ho fatto una marea di esperienze che mi hanno sempre dato un insegnamento oltre ad avermi portata ad avermi permesso di valorizzare al meglio la mia immagine.

Eppure, il tuo carattere è… diverso da quello che si potrebbe immaginare!

Io sono molto riservata, così all’inizio non è stato semplicissimo mettersi in gioco! Ma rapidamente ho capito che la fotografia era un mezzo di espressione straordinario, era una sfida con me stessa prima ancora che col giudizio delle persone. Sono sempre stata molto riservata sui miei pensieri e sulla mia vita privata, ma ho trovato questo mezzo di espressione che mi ha conquistata sin dal primo istante. Detto questo, io non sono cambiata: nella vita di tutti i giorni mi piace vestirmi con jeans, camicia e maglioncino. Certo che se devo uscire… mi piace vestirmi in modo più appariscente!

Il tuo personaggio è decollato tramite Instagram, finché…

Mi è stato hackerato il mio precedente profilo e oggi i social sono decisivi per mostrare i propri lavori a fotografi e agenzie, sono un’autentica vetrina in cui presentarsi. Non mi sono abbattuta, sono ripartita e tramite il mio account @robertaghirotto mi piace far vedere i miei lavori che spesso sono solo una piccolissima parte di tutto quello che c’è dietro un singolo scatto o un semplice reel.

Sfatiamo un luogo comune…

Proprio così! Molti pensano che i post siano il semplice frutto di due foto, invece dietro c’è un lavoro incredibile! Diciamo che mi scontro con chi è superficiale e non è interessato a sapere cosa si nasconde dietro il mio lavoro… e chi invece se ne incuriosisce e quindi apprezza anche di più il risultato finale!

Dove vuoi arrivare?

Quello che faccio mi piace e spero di poter fare di più. Spero con il nuovo anno di poter fare nuove esperienze e continuare a mettermi in gioco, anche laddove finora non ho voluto sperimentare. Non spoilero nulla, dovete seguirmi per sapere tutto in anteprima!

Insomma, la tua immagine sarà uno dei tuoi biglietti da visita, ma non l’unico!

Su questo non c’è dubbio. Infatti, non nego che mi irrito quando non vengo presa sul serio semplicemente perchè metto in mostra la mia fisicità. La verità è che io, come tante altre mie colleghe, siamo persone normalissime con un passato, un presente e un futuro da costruire, con una vita privata che ha momenti forti ed altri deboli. Giudicare un libro dalla copertina purtroppo è molto facile, ma anche molto molto superficiale…

Luca Fina

 

CONTATTI
https://www.instagram.com/robertaghirotto
CREDITS FOTOGRAFICI
Fabio Pregnolato
Roberto De Maria
Sirio Serughetti
Silvia Menegon
Andrea Mododorico

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Debora Cattoni: “Ragazze, non vendetevi mai!”

Ultimamente Debora Cattoni ha rilasciato un'intervista a Perugia Today...

Lorenza Martelli, quando la moda è… low cost

Un blog nato per curiosità e passione, un personaggio...