Roberto Costa racconta 50 anni di musica

Data:

Da ben 50 nel mondo della musica, autore e arrangiatore di alcuni dei più famosi brani di Lucio Dalla, e attualmente impegnato con progetti innovativi in collaborazione con il cantautore bolognese Marcello Romeo e con giovani artisti emergenti…. Roberto Costa è stato e continua ad essere uno dei protagonisti indiscussi della canzone d’autore italiana.
Proveniente da una famiglia di musicisti, Roberto Costa cresce respirando la musica: il nonno è stato un grande autore e compositore di musica italiana e di liscio, mentre lo zio aveva un orchestra da ballo, in casa di Roberto dunque la musica era pressoché ovunque, e molto presto scopre di avere questo grande talento.
Da piccolo il suo sogno era quello di fare l’avvocato, tuttavia- come moti ragazzini di quell’età- suonava già in una band dove ha la possibilità di muovere i primi passi nel mondo musicale.
Arriva poi l’ incontro una persona che gli chiede di diventare il bassista per una serie di concerti di Claudio Loli, un cantautore di nicchia ma molto conosciuto all’epoca, ed ecco che il giovane Roberto Costa si unisce alla band e comincia ad andare in giro a suonare. Appena ventenne aveva già registrato il suo primo disco, quello che poi fu un vero successo di Claudio Lolli “Ho visto anche degli zingari felici” per poi, soltanto qualche anno dopo, conoscere l’indimenticato Lucio Dalla , cominciando a lavorare assiduamente con lui per oltre trent’anni, come arrangiatore, co- produttore, scrivendo anche alcune su canzoni. La canzone d’autore diventa un punto di riferimento per Roberto Costa, il quale, anche dopo la tragica scomparsa di quello che non era solo un grandissimo artista per lui, ma un amico indiscusso, umanamente in sintonia con la musica e con le emozioni del tempo passato assieme.
Nonostante tutto, anche dopo la morte di Lucio, Roberto Costa non si perde d’animo e, deciso a far rimanere nella memoria uno dei pilastri del cantautorato, continua il suo percorso prendendo come guida i tanti insegnamenti appresi negli anni, assieme al suo amico Lucio. La stessa idea di portare molte delle sue canzoni in giro per l’Italia diventa un modo per tributare l’enorme lascito di Dalla, come l’attuale progetto che Roberto costa sta curando in questi mesi con una talentuosissima cantante soul, l’interprete Margherita Zanin, la quale – come ha dichiarato lo stesso Costa in una recente intervista- ha la particolarità di saper cantare le canzoni di Lucio Dalla, interpretandole alla sua maniera e con una voce strepitosa; il progetto consiste nello specifico in un quartetto dove lei canta e dove la novità, sta proprio nel fatto che non è una voce maschile a proporre le canzoni di Lucio ma una voce femminile.
Ma veniamo ora ad un altro importante progetto, che persegue ormai da diversi anni e dove alla collaborazione strettamente musicale, si aggrega come nel caso di Lucio, una forte amicizia e una stima reciproca artistica, ma in primis umana, ovvero quello con Marcello Romeo, artista presente ormai da molti nel panorama italiano, la cui immersione nel cantautorato ha apportato alla sua carriera successi incredibili che tutt’oggi lo inseriscono come degno rappresentante nella canzone d’autore bolognese, tra cui la splendida “Smeraldo Catrame”, brano che segna l’inizio della collaborazione con Roberto Costa.
“Dopo che è mancato Lucio io non ho mai smesso per la verità di fare l’arrangiatore e il produttore e quando Marcello mi chiese di entrare a far parte della sua band accettai” racconta Costa ripensando al primo incontro con Marcello “Ricordo che mi fece sentire una canzone, un pezzo divenuto poi uno dei cavalli di battaglia di Marcello, un brano intitolato “Smeraldo Catrame” e che trovai subito interessante dal punto di vista del significato e a cui decisi di dare che un vestito che la facesse apparire come una sorta di filastrocca… volevo che fosse leggera ma soprattutto che arrivasse alla gente in modo leggero….e così poi è stato…. “

Sonia Bellin

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Il Rosso e il Mare: il ristorante cilentano preferito dagli artisti

Acciaroli è ormai considerata la metà più esclusiva della...

SOLO. Arturo Brachetti incanta con la sua arte poetica

Roma, Teatro Sistina, dal 7 al 18 febbraio 2018 Arturo...

Da oggi, in uscita il singolo di Angela Nasprato “Lasciare Andare“

  La rubrica del Faro (Di Cristian Faro) Carissime lettrici e...