Fabrizio Venturi: “A Kiev, il 2 Giugno, porteremo a Zelensky le armi della Fede e dell’Amore di Dio. Parte all’Ucraina il mio tour europeo”

Data:

Il 2 Giugno, a Kiev, in occasione della Festa della Repubblica italiana, il Festival della Canzone Cristiana, la missione musicale italiana per la Pace in Ucraina”

“Sotto le bombe canteremo la lode a Dio e il desiderio della Pace si diffonderà non solo in Ucraina, ma anche nel cuore dei suoi avversari”

Roma, 22 maggio 2023 – Zelensky nel suo viaggio in Italia ha incontrato il Papa, il Presidente Mattarella e il Premier Meloni ed ha invitato “tutti i leader politici italiani e i rappresentanti della società civile” a visitare il Paese “perché quando vedrete quello che ha fatto una sola persona, quello che ha fatto Putin, capirete perché noi ci opponiamo a questo male”.
Come annunciato da alcune agenzie, i primi italiani che andranno in Ucraina, a Kiev, il 2 Giugno, in occasione della Festa della Repubblica italiana, saranno gli organizzatori del Festival della Canzone Cristiana Sanremo 2024, https://www.sanremofestivaldellacanzonecristiana.it – il cantautore e Direttore artistico Fabrizio Venturi e il giornalista Biagio Maimone, accompagnati da chi, grazie al suo impeccabile lavoro diplomatico, ha prodotto i documenti necessari per la missione in Ucraina, ovvero il Console Onorario d’Ucraina Marco Toson, il quale è Presidente della Fondazione Hope Ukraine Ets e Presidente della Camera di Commercio Ucraina, nonché l’organizzatore.
Si tratta di una scelta voluta da Fabrizio Venturi, il quale ritiene doveroso che, nel giorno in cui in Italia ricorre la Festa della Repubblica, giunga al popolo ucraino, a Kiev, mediante la musica cristiana, un autentico messaggio di pace e di speranza.
“Saremo in Ucraina, il 2 Giugno, con il Festival della Canzone Cristiana, l’Hope Cristian Music Festival e, sarà proprio da Kiev, la capitale, che avrà inizio il mio tour europeo. ‘Chi canta prega due volte’ ha scritto Sant’Agostino. Noi riponiamo immensa fiducia nel potere della preghiera, che dovrà penetrare fervidamente nel cuore di chi deve fermare la guerra per dar vita alla Pace. È questo l’intento della nostra missione musicale cristiana a Kiev del 2 giugno prossimo, giorno in cui, in Italia, ricorre la Festa della Repubblica.
Vi è l’intento non solo di attestare la vicinanza del popolo italiano al popolo ucraino martoriato dalla guerra, ma anche quello di offrire un contributo, con il nostro Festival, affinché si arresti definitivamente il genocidio di infinite persone innocenti, appratenti all’una e all’altra sponda.
Un pensiero e una preghiera va alle vittime che muoiono negli scontri, siano essi soldati russi e siano essi soldati ucraini. Russi e ucraini innocenti muoiono a causa della guerra. La guerra – non vi è dubbio alcuno – semina morte per tutti.
Destinatari principali della nostra missione saranno le donne e bambini, i quali sono spettatori e vittime inermi di una tragedia, a cui è necessario e doveroso porre fine” ha dichiarato Fabrizio Venturi, il quale ha aggiunto:
“La Speranza, come è rimarcato dal titolo del Festival, guida la visione cristiana della vita ed è la Speranza che costituisce la forza che ci guida nell’intraprendere la nostra missione a favore della Pace. Non vi è Speranza che sia tradita per noi cristiani e, certamente, non sarà tradita la Speranza di veicolare un messaggio che possa essere concretamente realizzato.
Saliranno sul palco artisti italiani e artisti ucraini, i quali inneggeranno alla Pace, con voce alta e fede profonda, a tal punto da catturare, con il loro messaggio di amore, il cuore di Putin. Al Presidente Zelensky porteremo le armi della Fede e dell’Amore di Dio, le uniche armi in nostro possesso. Sotto le bombe canteremo la lode a Dio e il desiderio della Pace si diffonderà non solo in Ucraina, ma anche nel cuore dei suoi avversari”.
Parteciperanno, in qualità di partner della missione italiana, il Festival del Cinema “Marateale, l’ Associazione San Babila e la “Stardust Lab”, l’Academy del Cinema del Gruppo Stardust,
“È una iniziativa di Pace che, nel contempo, commemora la nascita della Repubblica Italiana, che ha reso l’Italia una nazione democratica, foriera di Pace e di Democrazia.
Sarà l’occasione per creare un ponte tra due nazioni amiche, legate dal desiderio di far vivere un mondo libero dall’oppressione e dalla crudeltà della guerra, in cui regni il dialogo” ha dichiarato Biagio Maimone, Direttore della comunicazione del Sanremo Cristian Music Festival.
La Fondazione Hope Ukraine ETS, mediante il progetto Women &Kids Online Protection, si prefigge di raccogliere fondi da destinare a favore delle donne e dei bambini, coinvolti in un conflitto devastante quantunque soggetti passivi.
“Siamo pronti a portare i nostri artisti italiani che doneranno la loro arte e il loro cuore per dare un po’ di sollievo e restituire un momento di normalità durante quella che è la crisi più grave ed ingiusta subita nei confronti del popolo ucraino. Questo festival non è solo un evento artistico, ma un gesto di solidarietà che speriamo possa essere un piccolo segnale di speranza in un mondo che spesso sembra perdersi nella disperazione” ha concluso il Console Toson.

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati