Salaborsa: viaggio nella storia della musica con il tenore Cremonini e Franz Campi

Data:

 

Sabato 17 giugno alle ore 17, in Salaborsa (P.za Nettuno, 3) presso la Sala conferenze al 2° piano, si terrà “Quattro passi nella Storia della Musica di Bologna”, un autentico viaggio nel tempo condotto dal tenore e scrittore Cristiano Cremonini e dal cantautore Franz Campi. I due artisti bolognesi ripercorreranno i principali luoghi della musica della città, a partire dal Teatro Comunale, primo teatro pubblico d’Italia e fra i primi in muratura, progettato dall’architetto e scenografo Antonio Galli da Bibbiena, gli eventi e i grandi protagonisti che in oltre due secoli di storia hanno reso celebre Bologna, definita da sempre Città delle Arti e della Musica.

 

Si comincerà da Farinelli, ovvero Carlo Broschi, il più grande e popolare cantore eunuco della storia, vissuto e morto a Bologna, e si arriverà al cigno di Lipsia Richard Wagner e al suo breve soggiorno nella nostra città che per prima ha creduto nel suo genio compositivo. Ma non mancheranno le incursioni nel folclore locale: tante erano infatti le riviste e i giornali satirici in dialetto che parlavano di musica, come Ehi!, ch’al scusa, fondata dal celebre umorista Antonio Fiacchi.

 

Sarà infine l’occasione per approfondire la figura del grande direttore d’orchestra Angelo Mariani, di cui quest’anno ricorre il 150° della morte. Il musicista ravennate, a capo dell’orchestra del Comunale per tanti anni, creò il “direttore unico”, fondendo insieme i ruoli del maestro concertatore e del primo violino; per questo fu pesantemente criticato.

Gli argomenti dell’incontro sono tratti dal libro “Il teatro della gente – Da Farinelli a Wagner” di Cristiano Cremonini, Calamaro Edizioni. L’ingresso è libero.

 

Franz Campi: «La storia della Musica di Bologna ha avuto, ed ha ancora oggi, come protagonisti non solo formidabili artisti, strumentisti, produttori, tecnici, maestranze varie e impresari… ma anche i luoghi, gli spazi e l’intelligenza e passione di chi li ha creati e se ne è preso cura nel tempo. Legni, mattoni, meccanismi sofisticati, grandi progettisti ed architetti che hanno arricchito le vite di migliaia di bolognesi accogliendoli e strabiliandoli con sofisticate messe in scena e impeccabili acustiche… Un prezioso binomio che ha reso la città una delle più importanti capitali della musica del mondiale».

 

L’evento sui siti del Comune di Bologna:

https://cittadellamusica.comune.bologna.it/lang/it/events/quattro-passi-nella-storia-della-musica-di- bologna

https://www.culturabologna.it/events/quattro-passi-nella-storia-della-musica-di-bologna

 

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Martina Menichini, una performer che vive d’arte

Si definisce artista, splendido esempio di ragazza al servizio...

Debora Cattoni riscalda i motori

Da qualche tempo non sentiamo la manager Debora Cattoni,...

Louis Lortie tra Fauré e Ravel. Il danzatore del pianoforte

Festival delle Nazioni, Chiesa di San Domenico, Città di...