Jessica, scrittura e immagine per esprimere tutta sé stessa

Data:

 

Adora scrivere – ed infatti nel 2021 è uscito il suo primo libro, ma il prossimo anno potrebbe arrivare il bis – e adora mettersi in gioco, sia sul set che sui social dove i suoi 23mila followers la seguono quotidianamente e si interfacciano con lei affrontando anche temi complicati. Jessica ha 24 anni, abita in Abruzzo e oggi è a tutti gli effetti un personaggio mediatico: scrittrice, influencer su Instagram e TikTok, modella, ambassador per campagne pubblicitarie e anche concorrente a Miss Italia.

Com’è iniziato il tuo percorso in ambito fotografico?

Ho la passione per la fotografia sin da piccola. Quando uscivo con le mie amiche, mi dovevo fermare sempre per scattare foto al panorama, al tramonto. Poi, sotto lockdown ho iniziato a scattarmi foto anche da sola, sono riuscita ad attrezzarmi con il treppiede per le foto, pulsanti, e ho iniziato a pubblicare sul mio profilo Instagram

La fotografia è arrivata in un momento difficile.

Proprio così: questa passione è nata in un mio momento buio. Vedevo solo un tunnel senza uscita, ero sempre a casa. Sempre in quel periodo ci fu il Covid.  Lì iniziai a scattare da sola foto mie, mi chiudevo in camera e scattavo per intere giornate.  Mi ricordo anche che una mattina un personaggio famoso scrisse: “Se qualcosa ti butta giù, prendi il tuo vestito migliore, metti il rossetto e scatta”. E così ho iniziato a rialzarmi, a rivedere un po’ di luce. La fotografia iniziò a far parte della mia quotidianità come anche le collaborazioni di brand.

Cos’è per te la fotografia?

Quando scatto mi rilasso, riesco ad eliminare tutti i pensieri dalla mia testa, proprio per questo anche quando sto giù di morale mi piace realizzare foto creative. Dietro ad una foto c’è un mondo dietro e grazie ad esse riesco a trasmettere molto, credo che riesca a far uscire la luce che ho dentro. Vedere ogni giorno che le mie foto piacciono mi dà sempre la forza di continuare. Scattando riesco a combattere contro le mie debolezze, mi fa stare bene, spesso mi fa sentire bella.

Poi è arrivata la scrittura.

Il mio libro “Hai trasformato i miei sorrisi in lacrime” è un romanzo romantico/drammatico, rivolto soprattutto agli adolescenti. Quando ho iniziato a scrivere questo ero una ragazzina, delusa dalla prima storia d’amore. Non è una semplice storia d’amore, ma un amore malato, quell’amore che ti travolge e ti cambia per sempre. Per me è stato come liberarmi di tutto il dolore che avevo ancora dentro. Non avevo grandi obiettivi su questo libro, non mi interessava vendere. Volevo soltanto essere vicina a chi come me in quel periodo avrebbe voluto tanto affetto. Non tutte le storie hanno un lieto fine, ora sto lavorando sul continuo di questo libro e nel frattempo sto scrivendo anche una raccolta di frasi e citazioni. Vorrei che la mia scrittura arrivi a quelle persone che si sentono incomprese, che non si amano abbastanza, vorrei strappare un sorriso, vorrei che si specchiassero e si sentissero belle, vorrei dire a quelle persone: “AMATEVI, PRENDETEVI CURA DI VOI”

Che rapporto hai col mondo dei social?

Sin da piccola amo la scrittura ed essendo una persona abbastanza timida, già nel 2017 avevo una pagina Facebook dove esternavo tutti i miei pensieri, belli e brutti che erano e riuscivo ad essere me stessa senza aver paura di essere giudicata da nessuno. Qui mi seguivano più di 10.000 persone. Questa pagina si chiamava “Hai trasformato i miei sorrisi in lacrime” titolo che poi ho dato al mio primo libro. Quando inizialmente, ho aperto il mio Instagram era più uno sfogo, pubblicavo frasi, la mia quotidianità, foto di paesaggi. Mi sono sempre sentita diversa dagli altri, e questo mi ha sempre fatto star male e chiudere in me.

Fin quando hai iniziato a usarlo come canale di comunicazione.

Quando ho iniziato a mostrare un po’ più di me, mi hanno iniziato a contattare i primi brand, fra i quali Prozis. Per me i social sono sempre stati un modo per venir fuori; infatti, ad oggi dico che lavorare in questo mondo mi ha aiutata perché oltre ad aver conosciuto persone straordinarie, mi sta facendo crescere caratterialmente. Sono una persona come tutte le altre, vivo una vita come tutti gli altri, ma tramite i miei profili ho anche la possibilità di condividere messaggi importanti, ho una grande responsabilità quando “tocco” temi importanti in quanto vengono letti da molti.

E fra questi temi, ce ne sono alcuni particolarmente sensibili.

Ho una nicchia, ho un gruppo di persone che mi ascoltano, che mi seguono giornalmente, che mi chiedono consigli di moda ma anche attuali. Infatti spesso mi è capitato di condividere pensieri sulla violenza sulle donne, sul non accettarsi, sui problemi alimentari e forse questa è una delle cose che mi piace di più, utilizzare i social anche per comunicare qualcosa di importante.

Quale immagine vuoi veicolare attraverso i social?

Vedo che molti miei followers apprezzano il mio modo di comunicare, chiaro e pulito… Ecco, vorrei questo. Sto cercando ogni giorno di mostrare ciò che sono, nonostante c’è sempre tanta paura di essere giudicati.
Vorrei cercare di far capire che la vera bellezza è la semplicità, che la perfezione non esiste. Inoltre, vorrei cercare di far capire che non è tutto oro ciò che luccica. Spesso soprattutto noi ragazze ci impuntiamo a credere che le altre siano perfette, che hanno la vita perfetta e quindi desideriamo vivere la vita dell’altra.
Mi infastidiscono ovviamente gli haters, perché a volte riescono a spegnere le luci di molte persone.

Che ragazza sei nel quotidiano?

Non mi piace affatto essere al centro dell’attenzione, ma è capitato un periodo in cui ho messo questa corazza, come se mi piacesse farmi vedere, soltanto per sentirmi meno diversa rispetto alle altre. Tutt’ora chi mi segue da poco tempo potrebbe fermarsi all’apparenza e credere che io sia una persona a cui piace molto apparire; invece, sono soltanto una persona che combatte con se stessa per amarsi, che cerca ogni giorno di prendersi cura di sé consigliandolo anche a chi mi segue.

Come ti piace vestire?

Io sono una ragazza che veste abbastanza sportiva ma da quando ho iniziato a lavorare sui social e ho iniziato ad apprezzarmi di più, mi piace creare outfit di ogni genere quindi anche casual, elegante.
Mi piace vestire comoda ma sono quella persona che poi ad una serata o un evento importante piace brillare. Mi sono sempre sentita diversa, questa cosa mi ha ostacolato molto nella vita, mi sono sentita sbagliata e anche questo sono una persona silenziosa, esterno poco i miei pensieri perché spesso ho sentito di avere poco a che fare con questa generazione. Si vive troppo di apparenze. Amo restare con i piedi per terra. Vedo tanta invidia soprattutto tra noi ragazze, alcune addirittura per sentirsi migliori disprezzano le altre. Tutto questo non mi appartiene, anzi non mi piace proprio.

Dove ti vedi tra dieci anni?

Sono una persona che vive giorno per giorno, però ho dei sogni che vorrei realizzare, ad esempio vorrei diventare una grande scrittrice, collaborare e partecipare a shooting per brand importanti. Non so, tra dieci anni spero di essere diventata una ragazza responsabile, di essere cresciuta professionalmente e con una famiglia.

Luca Fina

 

CONTATTI SOCIAL
Instagram: @Jessicaschiavoni98
Tik Tok: @jessicaschiavoni98
Instagram @haitrasformatoimeisorrisi
CREDITS FOTOGRAFICI
LP Fotografo

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Petya Bogdanova su TG1

L’attrice Petya Bogdanova è finita sul TG1 di Rai...

Gianni Brera morì, all’improvviso

Uno schianto nella notte, in autostrada. E un commiato...