“La madre”. Una splendida Lunetta Savino

Data:

 

Domenica 10 marzo, al Teatro ” Ivo Chiesa ” di Genova, è andata in scena l’ultima replica di “La madre”,  pièce del giovane ma già affermato drammaturgo e sceneggiatore francese Florian Zeller.

L’atto unico,che fa parte di una trilogia dedicata dall’autore al tema della famiglia e delle sue contraddizioni , ha visto in scena la bravissima ed eclettica Lunetta Savino,che tutti noi già conosciamo ed apprezziamo per la sua simpatia e verve comica, grazie al cinema e alle serie televisive. La Savino ,diretta dal regista Marcello Cotugno, interpreta in modo magistrale la madre, il cui nome è Anna, la quale è letteralmente ossessionata dal figlio maschio , in un susseguirsi di attacchi di morbosa gelosia e di visioni oniriche dovute all’uso e all’ abuso di psicofarmaci e alcolici.
La capacità drammatica della Savino riesce a rendere veramente godibile da un punto di vista teatrale un testo di per sé non facile e certamente in alcuni punti alquanto oscuro.
Molto valida l’interpretazione di Andrea Renzi che interpreta il marito di Anna e che riesce altrettanto magistralmente a incarnare il personaggio” odioso ” del marito distratto e traditore.
Il figlio è interpretato dal giovane e talentuoso Niccolò Ferrero, bellissimo e adattissimo a questo ruolo. Il suo “phisyque du rol” è unito ad una notevole capacità drammatica e a una perfetta immedesimazione nel personaggio.
Anche la giovane Chiarastella Sorrentino ha dato un’ottima prova recitativa, interpretando sia la fidanzata del figlio nonché antagonista della madre che altri ruoli minori, in maniera perfetta.
Le scene , troppo striminzite , sono però state valorizzate dalle splendide luci curate da Pietro Sperduto: un capolavoro!
Pubblico numeroso e calorosissimo nelle meritate ovazioni finali per tutti gli interpreti.
Uno spettacolo da ricordare e da vedere in tournée!
Stefano Ceniti

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati