Il Teatro Giuseppe Verdi di Trieste conclude la stagione presentando subito il nuovo programma

Data:

Fra meno di due mesi l’inaugurazione di un nuovo teatro all’estero; tre stagioni da settembre 2016 a giugno 2017; una sempre maggior attenzione per il pubblico giovane a partire già dall’età prescolare. Questi in sintesi i punti salienti della prossima programmazione, già completamente definita dalla dirigenza della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste e presentata il 21 giugno scorso, in due appuntamenti distinti, ad appena tre giorni dall’ultima replica de “Die Fledermaus” che aveva chiuso la stagione 2015-2016; alla conferenza stampa della mattina e al breve concerto eseguito dagli “Ottoni del teatro Giuseppe Verdi” sulla terrazza del teatro, in omaggio alla giornata che in Europa e nel mondo si dedica alla Festa della Musica, è seguita, nel pomeriggio, la presentazione da parte del Sovrintendente Stefano Pace e del Direttore Onorario Gianluigi Gelmetti aperta alla cittadinanza e intervallata dall’esecuzione, da parte dell’Orchestra e del Coro del Teatro Verdi diretti dal M° Paolo Longo, di brani tratti dalle opere liriche in cartellone che di volta in volta venivano presentate.

Il primo appuntamento previsto è per il 31 agosto, quando il Teatro Verdi si troverà impegnato negli Emirati Arabi per l’apertura della nuova Dubai Opera House, teatro dalla forma avvenieristica, realizzato per ospitare 2.000 spettatori. Gli eventi inaugurali inizieranno il 31 agosto con un Recital che vedrà impegnati il grandissimo Placido Domingo assieme al soprano Ana Maria Martínez all’orchestra del Teatro Verdi di Trieste diretta dal M° Eugene Kohn. Seguiranno due rappresentazioni de “Les pêcheurs de perles” di Bizet, Maestro Concertatore e Direttore Donato Renzetti (1 e 3 settembre) e “Il Barbiere di Siviglia” di Rossini, diretto da Francesco Quattrocchi (2 e 4 settembre) che sarà sul podio anche per il concerto di chiusura della tournée dal titolo “Opera without words”, già ascoltato in anteprima dal pubblico triestino il 5 luglio scorso.

Dopo soli 11 giorni dalla fine di questo importante impegno, si aprirà, il 16 settembre, la stagione sinfonica, con sei concerti per due turni d’abbonamento.

La stagione lirica e di balletto proporrà un balletto e sette titoli d’opera, i cui manifesti sono stati già presentati.

Nella sala del Ridotto Victor de Sabata le proposte dello scorso anno teatrale si trasformano ora in una vera e propria stagione da affiancare alle due tradizionali, articolandosi in diversi appuntamenti: alle “Lezioni-concerto” (in cui alla musica si aggiunge la visita guidata al teatro), alle attività dedicate ai bambini sotto i sei anni e ai “Concerti & Aperitivi” inaugurati negli scorsi mesi, si aggiungeranno: la rappresentazione di quattro opere liriche brevi (“La Serva Padrona” di Paisiello, “Il Segreto di Susanna” di Ermanno Wolf-Ferrari, “La Voix Humaine” di Francis Poulenc e “Brundibar” di Hans Krása) e una serie di nuove commissioni per i prossimi quattro anni di musica sinfonica e opera lirica.

Questa ulteriore varietà dell’offerta fornisce una maggior possibilità di scelta ad un pubblico che, in quella appena conclusa ha premiato le scelte del Teatro con un aumento di presenze del 17% rispetto alla stagione 2014-2015. È un dato non trascurabile in assoluto, ma a maggior ragione in una città come Trieste con una popolazione ben abituata a frequentare i teatri, avendone a disposizione numerosi tra i quali, oltre al Teatro Lirico, ben due Teatri Stabili Nazionali.

Anche il pubblico più giovane ha risposto: non sono poche 12.308 presenze da settembre 2015 a giugno 2016 e la partecipazione alle “Lezioni-concerto” di 3.672 studenti dai sei ai diciannove anni provenienti dalle scuole dell’intera Regione; ecco allora nuove proposte: gli abbonamenti riservati ai giovani sono accessibili fino a 30 anni d’età e a ciò si aggiunge un ulteriore abbonamento a prezzo agevolato per spettatori fino ai 34 anni d’età.

I giovani saranno presenti anche sulla scena, continuando anche per la prossima stagione la sinergia con la Sawakami Foundation di Tokyo che assegna borse di studio a giovani cantanti e musicisti perché possano fare esperienza all’estero.

Ma veniamo alla programmazione delle più tradizionali stagioni sinfoniche da una parte e d’opera e balletto dall’altra, la cui campagna abbonamenti, già aperta, si chiuderà il 16 settembre per la sinfonica e il 3 dicembre per la lirica.

Gianluigi Gelmetti dirigerà i concerti di apertura a chiusura della stagione sinfonica, il concerto del 31 dicembre, la prima nuova produzione del Teatro, “Die Zauberflöte” e “Tosca”.

Per quanto riguarda la stagione sinfonica è stata data grande attenzione nell’offrire opere mai eseguite a Trieste (il “Concerto per pianoforte, orchestra e coro maschile op.39” di Ferruccio Busoni) o assenti in città da un certo numero di anni (dal 1960, anno della precedente esecuzione della “Sinfonia Spagnola per violino e orchestra op. 21” di Edouard Lalo, al 2003 per il “Concerto in mi minore per violino e orchestra op. 64” di Felix Mendelssohn-Bartholdy). Lo stesso non vale per gli interpreti; infatti, oltre al Direttore Onorario, molti di loro si sono già visti sul palcoscenico o sul podio l’anno scorso, manifestando così un desiderio di continuità per i rapporti con gli artisti sia per i concerti sinfonici (Michele Campanella e Christopher Franklin) che per la lirica (a titolo d’esempio, Fabrizio Maria Carminati, Oleg Caetani, Marcello Rosiello e Mihaela Marcu).

La stagione lirica e di balletto, pensata per essere a misura delle famiglie, si aprirà il 25 novembre con “Rigoletto” cui seguirà il balletto “Lo Schiaccianoci”.

Tre le nuove produzioni del Teatro Verdi: “Die Zauberflöte”, “Tristan und Isolde” e “Tosca”; mentre si avranno le riprese per “Les pêcheurs de perles” e “Il Barbiere di Siviglia” (in coproduzione, quest’ultimo, con la Fondazione Teatro dell’Opera di Roma). In cartellone anche l’allestimento per “La sonnambula” creato dalla Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari.

“Abbiamo in noi tutti i sogni del mondo e vogliamo viverli insieme a voi”: così il Sovrintendente Stefano Pace ha concluso la presentazione di quel che la Fondazione Giuseppe Verdi di Trieste proporrà da settembre 2015 a giugno 2016; proporre al pubblico e all’intera cittadinanza di “abitare” il Teatro per condividere i progetti; ascoltarne le esigenze e cercare, per quanto possibile, di rispondere ad esse rilanciando a propria volta con idee per avvicinarlo ulteriormente. Tutto questo appare di ottimo auspicio per quel che verrà.

Paola Pini

STAGIONE SINFONICA 2016
16 settembre e 17 settembre
Direttore Gianluigi Gelmetti
Maestro del Coro: Fulvio Fogliazza
Felix Mendelssohn-Bartholdy
Ein Sommernachtstraum op. 61, Lied mit Chor
Concerto in mi minore per violino e orchestra op.64
Violino: Leticia Moreno
Gustav Mahler
Sinfonia n. 5 in do diesis minore
23 e 24 settembre
Direttore Valentina Peleggi
Ludwig van Beethoven
Coriolano ouverture in do minore op. 62
Fryderyk Chopin
Concerto n. 2 in fa minore per pianoforte e orchestra op. 21
Pianoforte: Chloe Mun
Felix Mendelssohn-Bartholdy
Sinfonia n. 4 in la maggiore op. 90 “Italiana”
30 settembre e 1 ottobre
Direttore: Mischa Damev
Pëtr Il’ič Čajkovskij
Ouverture-fantasia da Amleto op. 67
Sergej Prokof’ev
Concerto n. 1 in re maggiore per violino e orchestra op. 19
Violino: Kyoko Yonemoto
Modest Musorgskij- Maurice Ravel
Quadri di un’esposizione
 7 e 8 ottobre
Direttore: Günter Neuhold
Sergej Prokof’ev
Suite per orchestra da Romeo e Giulietta
Ferruccio Busoni
Concerto per pianoforte, orchestra e coro maschile op. 39
Pianoforte: Michele Campanella
 14 e 15 ottobre
Direttore: Christopher Franklin
Edouard Lalo
Sinfonia Spagnola per violino e orchestra op. 21
Maurice Ravel
Tzigane, rapsodia da concerto per violino e orchestra
Violino: Francesca Dego
Leonard Bernstein
West Side Story – danze sinfoniche
Ouverture da Candide
21 e 22 ottobre
Direttore: Gianluigi Gelmetti
Maestro del Coro: Fulvio Fogliazza
Ludwig van Beethoven
Missa Solemnis in re maggiore op. 123
Con la partecipazione del Coro della Filarmonica Slovena di Lubiana.
STAGIONE LIRICA E DI BALLETTO 2016-2017
dal 25 novembre al 3 dicembre
Giuseppe Verdi
Rigoletto
Maestro Concertatore e Direttore: Fabrizio Maria Carminati
Regia: Jean-Louis Grinda
Scene e costumi: Rudy Sabunghi
Interpreti principali:
Sebastian Catana
Antonino Siragusa
Aleksandra Kubas-Kruk
Antonella Colaianni
In collaborazione con la Sawakami Opera Foundation
Allestimento dell’Opéra Monte-Carlo
dal 14 al 18 dicembre
Pëtr Il’ič Čajkovskij
Lo Schiaccianoci
Coreografie e Regia: Amedeo Amodio
Direttore: Alessandro Ferrari
Scene e costumi: Emanuele Luzzati
Interpreti principali:
Ashley Bouder
Amar Ramasar
Balletto e allestimento della Fondazione Nazionale della Danza Aterballetto
dal 13 al 22 gennaio 2017
Wolfgang Amadeus Mozart
Die Zauberflöte
Maestro Concertatore e Direttore: Gianluigi Gelmetti
Regia: Valentina Carrasco
Interpreti principali:
Elena Galitskaya
Roberto Scandiuzzi
Lina Johnson
Peter Kellner
In collaborazione con la Sawakami Opera Foundation
Nuovo allestimento della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste
dal 10 al 18 febbraio
Gioachino Rossini
Il barbiere di Siviglia
Maestro Concertatore e Direttore: Francesco Quattrocchi
Regia: Ruggero Cappuccio
Scene: Carlo Savi
Costumi: Carlo Poggioli
Interpreti principali:
Marcello Rosiello
Aya Wakizono
Domenico Balzani
Peter Kellner
In collaborazione con la Sawakami Opera Foundation
Allestimento della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste in coproduzione con la Fondazione Teatro dell’Opera di Roma
dal 10 al 18 marzo
Georges Bizet
Les pêcheurs de perles
Maestro Concertatore e Direttore: Oleg Caetani
Regia: Fabio Sparvoli
Scene: Giorgio Ricchelli
Costumi: Alessandra Torella
Interpreti principali:
Marcello Rosiello
Mihaela Marcu
Jésus Léon
Allestimento della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste
dal 7 al 15 aprile
Richard Wagner
Tristan und Isolde
Maestro Concertatore e Direttore: Christopher Franklin
Regia: Guglielmo Ferro
Scene: Pierpaolo Bisleri
Interpreti principali:
Bryan Register
Allison Oakes
Roberto Scandiuzzi
In collaborazione con la Sawakami Opera Foundation
Nuovo allestimento della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste
dal 5 al 13 maggio
Vincenzo Bellini
La sonnambula
Maestro Concertatore e Direttore: Guillermo Garcia Calvo
Regia: Giorgio Barberio Corsetti
Scene: Cristian Taraborrelli
Interpreti principali:
Aleksandra Kubas-Kruk
Bogdan Mihai
In collaborazione con la Sawakami Opera Foundation
Allestimento della Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari
dal 9 al 17 giugno
Giacomo Puccini
Tosca
Maestro Concertatore e Direttore: Gianluigi Gelmetti
Regia: Daniele Guerra
Scene: Lorenzo Fonda e Pierpaolo Bisleri
Interpreti principali:
Svetla Vassileva
Luciano Ganci.

In collaborazione con la Sawakami Opera Foundation

Nuovo allestimento della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Daniele Giordano intervista Carlo Griseri di SEEYOUSOUND

https://www.youtube.com/watch?v=S6rR3vYt8Fo Intervista Daniele Giordano Riprese e montaggio Rudy Bernt

Luca Barbareschi in “Il penitente” di Mamet

“Il penitente”, è l’ultima scrittura nata dalla penna di...