PORN UP COMEDY. Che fatica questo sesso!

Data:

Roma, Teatro Kopo (Via Vestricio Spurinna 47 – Metro A Numidio Quadrato) dal 7 al 9 ottobre 2016

Ci sono tanti modi di affrontare l’argomento sesso. Tabù ancora oggi, nonostante facciamo finta di essere delle scienze in materia. Tanto più se a parlarne in pubblico è una donna. Quello che fa Lisa Moras, aprendo splendidamente la quarta stagione del Teatro Kopo, è affrontarlo tramite i cinque personaggi interpretati (in realtà anche di più) senza dimenticarne la profonda umanità. Fragile umanità, nevrotica, insoddisfatta, preda dei sensi di colpa o di una voracità figlia dell’indecisione.

corriere_dello_spettacolo_paolo_leoneSi ride, nel suo bel monologo, ma con una punta di amaro che ognuno di noi può cogliere anche in base al proprio vissuto. Si ride della verità, sissignori, perché Porn Up Comedy (vincitore del Premio Giovani Realtà del Teatro 2015, ad Udine) ci pone davanti con forza ma con eleganza quel che solitamente non si ammette, quel di cui si ha paura o ci si vergogna. Crudo, veritiero, schietto e diretto come uno schiaffo, con un lontano sentore di stand up comedy, ma non scivola mai nella volgarità gratuita. In realtà questo spettacolo della bravissima Moras (che avevo ammirato tempo fa sullo stesso palco) ha il grande merito di utilizzare il teatro, sede della parola per eccellenza, per mostrare un interessante spaccato di vita contemporanea e soprattutto per parlare e farci parlare, appunto, della sfera sessuale e sentimentale. La parola come elemento indispensabile per una crescita personale e/o di coppia e chiave per aprire la serratura dei tabù e dei blocchi nelle nostre menti. Ma, aldilà di tutto questo, in scena c’è una di quelle attrici che riconciliano con la vita dopo una giornata di lavoro, di straordinaria espressività e credibilità. Nei promo dello spettacolo viene affermato spiritosamente che Porn Up Comedy ha fatto arrossire Rocco Siffredi e altri “fenomeni” del porno-system. Di sicuro colpisce non tanto per gli argomenti, tanto scabrosi quanto realistici, quanto piuttosto per la delicatezza (e già) che affiora in ogni personaggio, e per un’interpretazione di notevole capacità espressiva. Bella anche la regia di Michele Ciardulli.

Si arrossisce davanti alla bellezza, non alle sconcezze, e in questo spettacolo c’è bellezza, c’è coraggio e grande attenzione ai personaggi che raccontano le proprie (dis)avventure sessuali, a quel che hanno dentro di loro. A quel che di bello e di contorto abbiamo tutti. Da vedere, divertente, intelligente ed interessantissimo.

Paolo Leone

 

Porn Up Comedy – storie vere e seghe mentali, di e con Lisa Moras. Regia di Michele Ciardulli. Spettacolo vincitore del Premio Giovani Realtà del Teatro 2015 presso l’Accademia Nico Pepe di Udine.
Si ringrazia l’ufficio  stampa del Teatro Kopo nella persona di Pasquale Musella

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

A Belfast Boy di Michael Phillips

Lo scrittore e giornalista nordirlandese Michael Phillips presenta il...

“La ragazza che aveva sete”, il libro di Giulia Ponsi

Prendete un amore platonico, la Versilia, le feste, i...

“Quincy Jones 85th birthday celebration”: Umbria Jazz inizia alla grande!

Umbria Jazz Festival, Perugia, Arena Santa Giuliana. Venerdì 13...