AMORE. Finchè siamo in tempo

Data:

Roma, Teatro India (Lungotevere Vittorio Gassman), dall’11 al 16 ottobre 2016

Tempus fugit. Bisognerebbe averne piena consapevolezza ma è una battaglia quasi sempre persa. Troppo superbo l’uomo per rendersene conto, almeno fino all’ultimo istante in cui gli sarebbe ancora concesso. Quell’ultimo istante. Che dopo, ogni passione viene spenta, rimane il silenzio, nel quale non si avrà più paura, non si potranno avere dubbi, dove l’Amore troverà la sua condizione ultima e, chissà, eterna. Al Teatro India di Roma, dall’11 al 16 ottobre, Amore della Compagnia Scimone – Sframeli, mette in scena la propria poesia. Lo fa con un linguaggio inusuale, che ricorda molto da vicino quello del teatro dell’assurdo, ma che mantiene il contatto emotivo col pubblico, senza sofismi, con una drammaturgia di livello. Un lungo mantra i dialoghi tra le due coppie, i due “vecchietti” e i due pompieri, in un ultimo giro di giostra dentro un cimitero, al cospetto dei rispettivi giacigli-sepolcri, ma in un tempo sospeso, surreale. Quel che emerge sono le occasioni perse “quando eravamo giovani” per la paura di essere, di esprimersi nella naturalezza del proprio sentire. Parolacce pensate e non dette, sentimenti repressi e nascosti, ma anche i gesti di tenerezza (pur grotteschi), le necessità fisiche oltre a quelle sentimentali. Verità semplici, terrene, e proprio per questo riconoscibili e condivise. Concetti ripetuti in un loop ipnotico, divertente ma mai superficiale e con interpretazioni che fanno risaltare la bellezza del teatro in tutto il suo splendore ed essenza.

spiro-scimone-e-giulia-weber_corriere_dello_spettacoloNon tacere il proprio amore, non aver vergogna del bisogno di tenerezza nei piccoli gesti quotidiani, non aver timore delle fiamme che divampano all’improvviso. E’ la vita, quella che ci è data, e finisce in un lampo. Solo con l’amore e, forse, con un ultimo bacio, possiamo pacificare le nostre esistenze, per non rimpiangere quel che poteva essere e non è stato. Buio, silenzio, applausi. Spettacolo da vedere.

Paolo Leone

Compagnia Scimone Sframeli presenta: AMORE, di Spiro Scimone. Con: Francesco Sframeli, Spiro Scimone, Gianluca Cesale, Giulia Weber. Regia di Francesco Sframeli. Scena di Lino Fiorito; Disegno luci di Beatrice Ficalbi. Assistente regia Roberto Bonaventura. Foto di scena Paolo Galletta. Direttore tecnico Santo Pinizzotto

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

DAL VIVO SONO MOLTO MEGLIO. L’Universo Comico di Paola Minaccioni

In scena per “La Stagione Teatrale Aquilana” il 27...

Grande successo per World top model 2023 Lombardia!

Si è svolta Domenica 21 Maggio con grande successo...

Lo strepitoso Paranormal Circus a Palermo con “The Kingdom”

Atmosfera emozionante, eccitante, da non perdere, lasciatevi terrorizzare al...