“I sorrisi del portiere”… a novembre al Tirso de Molina di Roma

Data:

Dopo “Nudo Proprietario 2.0”, il one man show che ha appassionato migliaia di spettatori e che ha segnato un sold out dopo l’altro, torna Rodolfo Laganà con il suo nuovo travolgente spettacolo dal titolo “I sorrisi del portiere” in scena dal 3 al 27 novembre al teatro Tirso de Molina di Roma.

Il portiere sa tutto dei suoi condomini ed è per questo che un commissario chiede a lui per primo una versione dei fatti.

Orazio Parini, il portiere del sorriso, descrive la quotidianità del suo palazzo delineando con tenerezza, ironia e sarcasmo i tratti principali dei condomini lasciandoci intravvedere quanto siano simili a quelli di tutti noi.

Poi rivela la sua verità con protagonisti, moventi, vittime e colpevoli.

Tutti diversi, tutti litigiosi, tutti normali.

Un monologo in crescendo che, con un finale sorprendente, darà una lettura differente ad un tema di profonda attualità.

“Vi regalo un sorriso, – promette Laganà – quello genuino della mattina, che è molto meglio di qualsiasi cappuccino, l’unica vera vitamina della giornata!”

Achille Mellini
Presenta
RODOLFO LAGANA’
in
 I SORRISI DEL PORTIERE
Regia Claudio BOCCACCINI
dal 3 al 27 novembre
Teatro Tirso de Molina
COSTO BIGLIETTO
Intero:
giovedì € 25
venerdì, sabato e domenica € 27
Ridotto:
giovedì € 22
venerdì, sabato e domenica € 24
ORARI
giovedì, venerdì e sabato ore 21:00
domenica ore 17:30
Biglietti in vendita anche su TicketOne
www.ticketone.it
Teatro Tirso De Molina
Via Tirso, 89 (Piazza Buenos Aires)
00198 Roma
06/8411827
www.teatrotirsodemolina.it
Parcheggio convenzionato in Via Tirso, 14

 

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

GLORIA BARBIERA: MAMMA, TATUATRICE E FOTOMODELLA!

Mamma, tatuatrice, dermopigmentista e fotomodella. Gloria Barbiera ha 28...

Purtroppo… le cose belle ha un termine

Torino, giovedì 21 luglio 2016 Anche questa volta l’organizzazione dell’8...

Elena Caccia, una Inspire people fitness motivator

Come in tutte le storie, meglio riavvolgere il nastro...