Notice: A non well formed numeric value encountered in /web/htdocs/www.corrieredellospettacolo.net/home/wp-content/plugins/td-social-counter/shortcode/td_block_social_counter.php on line 1176

Origine della parola “incubo”

Data:

Il termine incubo proviene dal tardo latino incubu(m), che deriva da incubare, ovvero, «giacere sopra» e da cubare, che significa «giacere». Ciò detto, però, ci sembra opportuno non occuparci della questione prettamente etimologica, ma bensì di dare spazio ad una curiosità e farvi quindi sapere, o quantomeno ricordare, che la parola in questione prende il nome da un’antica credenza secondo la quale uno spirito maligno si poserebbe sul petto dell’individuo dormiente disturbando il suo sonno e procurandogli angoscia ed oppressione al momento del risveglio.

Come si dice incubo i in altre lingue?

In inglese si dice nightmare, in francese cauchemar, in tedesco Mahr: tutte e tre le lingue sopraccitate hanno preso in prestito il termine neerlandese mare, che vuol dire «fantasma», parola che in inglese è entrata in composizione con il sostantivo «night» e ha dato vita ad una parola il cui significato è «fantasma notturno».

Il corrispettivo spagnolo di incubo, cioè pesadilla, è un nome che esprime lo stesso senso di angoscia e di oppressione che ritroviamo in italiano e in francese.

La rubrica Rispettiamo l’Italiano vi dà appuntamento a giovedì prossimo con altre curiosità riguardanti la nostra lingua.

Martina Naccarato

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Partite le riprese sul Vallanzasca di Firenze

La vita da cinema del bandito da Firenze Partite le...

Si pubblicano tre liriche di Alessandro Puletti

Donna per sempre Se vuoi e accetti l’amore di una...