Il Nuovo Teatro Sancarluccio, quando il coraggio imprenditoriale fa cultura

Data:

Il Nuovo Teatro Sancarluccio è un piccolo gioiello posto nel passeggio di Chiaja a Napoli, che ha visto gli esordi di numerosi comici partenopei tra i quali quello che resta maggiormente nel cuore è Massimo Troisi con La Smorfia insieme ad Enzo De Caro ed al maestro Lello Arena.

Un palcoscenico che ha offerto visibilità ad attori noti e meno noti, puntando sulla qualità e sul coraggio imprenditoriale, dote che risulta evidente nella gestione della famiglia Tabacchini con direttore artistico Giuliana Tabacchini, che dal 2013 hanno saputo trasformare lo spazio culturale, salvandolo dal destino quale centro commerciale.

La nuova linea artistica proposta dai Tabacchini è incentrata sulla scrittura comica d’autore e coinvolgendo i più significativi interpreti e personaggi della scena teatrale napoletana, con scelte studiate per lasciare che i talenti potessero proporre cultura e spettacolo, riuscendo ad arricchirlo di eventi collaterali o ancillari, che dir si voglia, riscuotendo un credito crescente tra il pubblico.

Il cartellone proposto per la stagione 2017/2018 si presenta diviso in tre sezioni: “I Teatri Comici”, “Il Teatro in Musica” e “Il Teatro Rinnovato”.

Fanno parte della sezione “I Teatri Comici” i seguenti spettacoli:

Òmm…un napoletano in Tibet di e con Ettore Massa; Ci facciamo da soli…e non ne parliamo più di Enzo Catapano con Mimmo Ruggiero, Enzo Catapano e Giorgio Fiorentino; E adesso? di e con Veronica Mazza; Il matrimonio come va? bene, corna facendo di Marco Lanzuise con Pietro Vitolo e Marco Lanzuise e C’era una volta Francesca da Rimini, liberamente tratto da Francesca da Rimini di A. Petito, con Corrado Taranto e Claudio Iodice per la regia di Bruno di Paolo.

Rientrano invece nella sezione “Il Teatro in Musica” gli spettacoli:

Serenvivity di e con Viviana Cangiano e Serena Pisa; Il Cappellaio Magico, dedicato a Rino Gaetano, di e con Giacomo Casaula; Totò Crooner un Otello Principe di Bisanzio di e con Carmine Borrino; Frida – Viva la Vida di e con Claudia Balsamo con le musiche dal vivo di Fede ‘n’ Marlen; Anche io mi chiamo G di e con Maurizio Murano e con gli arrangiamenti e direzione musicale Michele Bonè; Napoletane – storie, vicoli e canzoni di e con Lino Volpe e Cantabili armonie da una città di mare di e con Francesca Rondinella e Giosi Cinciotti.

Della sezione “Il Teatro Rinnovato” fanno invece parte:

Tre sull’altalena con Stefania Benincaso, Arianna Gaudio, Stefania Aluzzi e Nicola Ciccariello, di Luigi Lunari per la regia di Roberto Negri; 06-05-38 con Gigliola De Feo e Andrea Fiorillo scritto e diretto da Luca Pizzurro; Dietro la Quinta dell’Universo di Enrico Maria Falconi con Annalisa Amodio, Sara Giglio e Diletta Acanfora; Il mio amico D. – “i migliori sogni sono due: giocare il mondiale ed essere il campione”– di e con Pietro Tammaro; Mozart, cacofonia in do maggiore di Noemi Giulia Fabiano con Andrea Grattagliano, Carolina Franco, Silvia Licenziato, Rosaria Visone, Chiara Esposito e Svetlana Giacchetti; Nguè venire al mondo di e con Marco Mario De Notaris; Semi – Peccato non esiste più l’amore platonico di Marina Cioppa con Michele Brasilio e Marina Cioppa; Amore Pazzo con Orazio Cerino e Chiara Vitiello scritto da Mirko Di Martino per la regia di Titti Nuzzolese; Cyrano Station, dal Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand, con Alessandro Balletta, Sara Guardascione e Aristide Bellone per la regia di Roberto Ingenito; Tranquilli amici è solo sonno arretrato di e con Giorgio Gori per la regia di Gianpiero Notarangelo; Scarrafunera con Roberto Azzurro regia Cristian Izzo; A-medeo – tratto dalle storie dei figli di Eduardo- con Stefania Remino e Antimo Navarra, scritto da Marina Cioppa e diretto da Michele Brasilio e La Dea dell’Ammore, liberamente tratto da Woody Allen, con Matteo Mauriello e Marianna Mercurio, scritto e diretto da Antonio De Rosa.

Per gli eventi complementari ci sono dei graditi ritorni ma anche tante novità come: “Nuovi Scenari”, rassegna teatrale rivolta alle compagnie non inserite nei circuiti professionali; “Pensa comico” II edizione, laboratorio del comico pensante ideato da Bruno Tabacchini e diretto da Eduardo Cocciardo; Laboratorio permanente di formazione teatrale a cura di Ettore Massarese; To Play: Adulti – sogni nel cassetto, To play Lab – dal Teatro al Cinema e To play: recitareIl gioco della recitazione, corsi di tecniche teatrali e cinematografiche rivolti ad adulti, adolescenti e bambini, a cura di Antonella Stefanucci.

Laura Scoteroni

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati