Circolo Amici della Magia… una storia che incanta

Data:

Mistero, Magia… non nel senso di fattucchiere o di triangolo magico; s’intende come illusionismo, giochi di carte, colombe e donne sezionate a metà! Questo tipo di arte è presente dal medioevo, ma noi gradiremmo parlarvi di una realtà più recente che sta entrando nel suo cinquantesimo anniversario, un mondo reale, tangibile, nato negli anni Settanta all’ombra della Mole Antonelliana, simbolo per antonomasia di Torino Città Metropolitana. Traslocato non da molto dalla primaria sede da Via Santa Chiara (divenuta piccola e inagibile dopo il rogo), il CADM (Circolo Amici Della Magia) per chi ancora non sapesse, è un’eccellenza nazionale e internazionale, una delle associazioni magiche più attive e importanti d’Italia e forse nel mondo. Da questo circolo si sono formati nomi come Arturo Brachetti, Alexander, Marco Berry, Marco Aimone, non ultimo il giovane Luca Bono, oltre al compianto Victor Balli, uno tra i fondatori. Nella nuova e bellissima sede, situata tra il fiume Dora e la Basilica di Maria Ausiliatrice nel quartiere Aurora, esattamente al 55 di Via Salerno, con i suoi spaziosi 1400 metri quadrati di superficie (disposto su due piani), racchiude una biblioteca di cinquemila volumi che trattano l’argomento, da considerarla la seconda biblioteca di genere al mondo, un preziosissimo patrimonio di testimonianza magica e numerosi poster d’epoca, scampati per miracolo al rogo. La scuola di magia sin dall’inizio si basa su di un preciso obiettivo, apertura totale a tutte le età e senza distinzione alcuna, di appartenenza sociale – recentemente aperta anche a disabili che sotto la guida esperta di docenti come Marco Aimone, Pino Rolle e Natalino Contini. La lista prosegue con altri emeriti collaboratori, che insegnano agli “appassionati” le tecniche di questa sorprendente arte che perdura nel tempo… dal “mazzo” potrebbero uscire altrettanti campioni.


A pensarci bene, non poteva essere che così il destino di questo circolo, giacché il luogo è descritto come una metropoli che per altri aspetti si avvicina a vincoli magici, dovuto alla disposizione di linee che intersecandosi raffigurano un triangolo – non a casa “Torino città magica”.
In questa sede stiamo parlando di una magia concernente il gioco di prestigio, che va dalle uscite di enormi vasi floreali proposti sul palco da chi si esibisce per passione come Gallina a quello delle manipolazioni, come  le colombe che “escono da un foulard” del neo vincitore Luca Bono.
Poi ci sono le grandi illusioni che diedero notorietà al celebre illusionista italiano Bartolomeo Bosco (Torino 1793 – Dresda 1863), il quale mosse i primi passi utilizzando la prestigiazione sin dall’infanzia, per poi essere considerato il più grande illusionista di tutti i tempi.
Il CADM è nato e voluto fin dal suo esordio come Circolo Amici Della Magia, con scambi di competenze ed esperienze tra prestigiatori di ogni Paese. Lo sforzo per fare crescere questa realtà è sostenuto da oltre trecento soci, senza scopo di lucro. Tutto il lavoro che ruota intorno a esso è svolto rigorosamente a titolo di volontariato, senza nessun tipo di retribuzione, ma solo col piacere di fare vivere allo spettatore qualche momento di serena evasione e grande stupore… questo merita davvero un grande plauso, ecco forse perché si ha il desiderio di sostenerlo assistendo ai suoi spettacoli.
Un’ultima parola: lo spettatore dovrebbe ricordarsi una cosa importante: se scoprite il trucco durante l’esibizione di un artista, non rivelatelo al vicino pensando d’essere intelligenti, perderebbe molto del suo fascino.  D’altra parte il < Il trucco c’è ma non si vede >, come diceva Carlo Rossetti (1876 – 1948).

Daniele Giordano

Crediti:
CADM
Circolo Amici della Magia
Marco Aimone
Pino Rolle
Natalino Contini
Luca Bono

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

I guerrieri della palude silenziosa (Southern comfort)

USA   1981   103’   COLORE REGIA: WALTER HILL INTERPRETI: KEITH CARRADINE, POWERS...

SEI A. o P. Amore al tempo della chat

Al Teatro Agorà di Roma, fino al 12 novembre...