Veronica Mondini. Maturità fotografica

Data:

Se è vero che i primi scatti ha iniziato a farli quando era poco più che una ragazzina, non c’è dubbio che la piena maturità fotografica l’ha raggiunta e conquistata nella mitica era degli “anta”. Le sue immagini sono un connubio di arte e sensualità, di sperimentazione e di femminilità. Veronica Mondini, per sua indole, non è una donna abituata a fuggire dalle luci dei riflettori. Anzi, essere al centro dell’attenzione le piace e la esalta. Normale, allora, che il rapporto fra lei e la fotografia sia stretto più che mai. Un’intesa quasi perfetta che l’ha portata a realizzare set esclusivi con fotografi che lo fanno di mestiere in giro per il mondo. Eppure, la sua quotidianità non è stata scalfita di un millimetro da questa ondata di popolarità. Veronica continua ad essere una “semplice” commessa come lo è da una ventina d’anni a questa parte. Una routine che le piace e la diverte. “Attraverso la fotografia voglio lanciare un messaggio forte a tutte le donne, indipendentemente dalla loro età – racconta Veronica – chiunque può e deve mettersi in gioco, fa parte del nostro dna”. Nel suo caso, anche Madre Natura le ha dato una grossa mano. Quasi 180 centimetri d’altezza, forme e colori da far invidia alle 20enni, oltre ad una straordinaria complicità col proprio fisico. “Ma penso che sia l’aspetto caratteriale a fare la differenza – aggiunge – sono testarda, energica e colta, sempre in cerca del giusto equilibrio”. Insomma, oltre all’aspetto esteriore, c’è un mondo da scoprire fatto di motivazioni, emozioni, sentimenti. Elementi che affiorano da tutte le sue fotografie.

Abbiamo detto che questo tuo rapporto con l’immagine parte da lontano…

Ho iniziato da giovanissima a posare per quadri, trovo che la ritrattistica sia una forma d’arte che ha anticipato la fotografia vera e propria. Poi, la mia vita in quel di Mantova, ha assunto strade diverse e mi ha immersa nel mondo del lavoro.

Fino a quando, tre anni fa…

Mi sono guardata allo specchio, mi sono ritrovata fisicamente in forma e andai in cerca di un book per una realizzazione mia personale. Un’amica mi mise in contatto con un fotografo, ne nacque una prima collaborazione. Pubblicai quegli scatti sul web e sui social, poi come sempre da cosa nacque cosa…

Improvvisamente, Veronica Mondini divenne ricercatissima.

All’inizio avevo remore e rifiutavo le proposte che pervenivano, poi iniziai a buttarmi. Prima le collaborazioni con i non-professionisti, poi alcuni shooting di straordinario valore con autentici maghi della reflex capaci di raccontarmi in un modo unico.

Ma la fotografia ha aperto la strada ad una nuova amicizia.

È vero, ho conosciuto Daniela (@violet4ever su Instagram) e ne è nata un’amicizia sincera, vera, prima ancora che una collaborazione lavorativa grazie alla sua capacità fotografica. Con lei abbiamo sperimentato e, fotografate da Cristiano Giglioli, un genio della fotografia, abbiamo scattato entrambe nei panni delle fotomodelle.

Insomma, l’elenco di collaborazioni si allunga a vista d’occhio.

Ricordo ancora il primo pomeriggio di scatti, la mia prima volta è stata più semplice di quello che pensavo! Le foto con Daniela mi riempiono di gioia, ma ogni shooting porta con sé esperienze indimenticabili. Anche la collaborazione con Cristiano Giglioli lascia sempre senza parole: come dimenticare quella in una villa abbandonata, con capelli blu e denti da Dracula? Mi piacerebbe essere la protagonista di un catalogo pubblicitario, per ora teniamo i piedi per terra…

Come ti piace vestire?

Adoro i vestiti, li prediligo in modo tale che io non passi mai inosservata senza dover essere volgare. Adoro i colori nero e verde, amo il tubino, mi piace puntare sulla schiena nuda. E poi sono maniaca dei tacchi, delle borse e della manicure, è fantastico accostare colori contrastanti per attirare l’attenzione. Quando un uomo mi vede, deve subito percepire che sono una persona decisa, motivata, determinata.

Che rapporto hai con i social?

Mi piacciono, anche se non ne voglio essere ossessionata. Voglio raccontare qualcosa di me stessa, mostrare i diversi lati che caratterizzano la mia persona.

Anche lì, non passi inosservata.

Sarà merito dei miei 13 tatuaggi o del mio corpo? Lascio a voi decidere. Dico solo che ricevo spesso complimenti da parte di donne e questo mi riempie di gioia.

C’è altro che bisogna sapere di te?

Adoro leggere, appena posso entro in musei e collezioni d’arte, mi lascio affascinare da palazzi intrisi di storia. Ad inizio anno ho visitato la mostra del maestro Milo Manara a Bologna e ho intrattenuto una breve corrispondenza con lui dal tanto che ero rimasta colpita da quanto visto. Sono una persona spregiudicata, se devo dire qualcosa… parlo e scrivo!

Tant’è vero che fra i tuoi destinatari…

C’è anche la regina Elisabetta, con cui di recente mi sono congratulata per la nascita del royal baby! La Corte inglese mi risponde, tutto ciò è davvero stupendo. Ho scritto anche ad uno dei più importanti brand italiani ed internazionali di moda proponendomi come modella. Se ho delle idee, non le faccio marcire ma le espongo e le condivido. Rischio sempre, ma questo è il bello di chi osa…

Luca Fina

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Tributo a Massimo Troisi a 25 anni dalla sua scomparsa

Massimo Troisi, un mito senza tempo, scomparso a soli...

TÈ ALLA CANNELLA: IL NUOVO SINGOLO DI WILD

Oggi incontro la cantante e cantautrice Alessandra Wild, classe...

Fabiana Macaluso dedica un murale a Barbara D’Urso

Fedele ai propositi espressi qualche mese fa, finalmente l’Artista...

Fabiana Macaluso in piena attività anche d’estate

La Pittrice Fabiana Macaluso, seguita dalla Manager Debora Cattoni,...