ECOTEATRO MILANO PRESENTA “ECORASSEGNA”. Artisti per un mondo sostenibile

Data:

13 giugno 2019 – A inaugurare la prima ECORASSEGNA teatrale è un vivace teatro della periferia di Milano, l’EcoTeatro di via Fezzan, il primo palcoscenico milanese ad aver adottato un modello gestionale sostenibile e ad aver posto il tema ambientale al centro della propria attività artistica. Sotto la guida di Marco Daverio e la direzione artistica di Walter Palamenga, col prezioso contributo green di Jenny Rizzo, esperta di società, l’EcoTeatro annuncia così la prima ECORASSEGNA, un ricco cartellone di spettacoli per la stagione 2019 – 2020, animato dalla presenza di grandi artisti, che hanno scelto di abbracciare la causa green di EcoTeatro, mettendo il loro talento e la loro professionalità al servizio di un più ampio progetto di sostenibilità ambientale. Due le caratteristiche sostanziali di ECORASSEGNA: tutti gli spettacoli rientrano in un modello operativo sostenibile adottato dal teatro e tutti gli artisti contribuiscono direttamente alla causa ambientale destinando parte degli incassi all’adozione di alcuni alberi del Parco Nord di Milano.

Un modo nuovo e importante per trasmettere idee e valori in modo efficace e coinvolgente, accrescere la percezione collettiva della crisi climatica e sensibilizzare gli spettatori/utilizzatori affinché assumano comportamenti responsabili in grado di invertire la tendenza autodistruttiva.

Prima cinematografo e poi teatro, l’EcoTeatro è diventato negli anni un punto di riferimento per la comunità, un luogo che non teme trasformazioni, aperto alle istanze del presente, e che oggi rinasce sotto il segno dell’ecologia. Uno spazio dove arte, musica e cultura dialogano all’insegna di un modello di sviluppo sostenibile per contrastare nel suo piccolo i cambiamenti climatici in atto: a partire dalla biglietteria dematerializzata, all’eliminazione totale della plastica usa e getta (bottigliette d’acqua, bicchieri etc…) alla fornitura elettrica proveniente da fonti rinnovabili, fino a un più ampio progetto di piantumazione di nuovi alberi per compensare le emissioni di CO2.
Inaugurata nel 1966, di proprietà dell’Istituto Piccolo Cottolengo Don Orione di Milano, la struttura – che conta ben 500 posti, spazi espositivi e vari servizi – ha svolto per diversi anni attività di cinematografo e sala della comunità. Dopo un periodo di chiusura è stata affidata a una compagnia di danza che l’ha ristrutturata come teatro dedicato al balletto. Nel luglio 2018 la Cooperativa Muse Solidali è subentrata nella gestione con un nuovo progetto e una stagione teatrale di spettacoli diversificati e di particolare livello artistico, contribuendo così a valorizzare un’area periferica cittadina e a diffondere la cultura della responsabilità ambientale, l’inclusione sociale per una società più equa e attenta ai bisogni di tutti.

ECORASSEGNA
Artisti per un mondo sostenibile 2019/2020
Direttore Teatro: Marco Daverio | Direttore Artistico: Walter Palamenga
Ecorassegna si apre a ottobre con il concerto-spettacolo di Marisa Laurito e Charles Cannon dal titolo “Nuie’ Simm’e’ d’o’ Sud”: un viaggio nella musica per raccontare l’esuberanza e la vitalità del Sud grazie alle melodie senza tempo che hanno fatto sognare le generazioni di tutti i tempi. L’attrice è tra l’altro impegnata in campagne di forte valore sociale per ribellarsi alla gestione suicida dell’ambiente.
A novembre lo spettacolo “Marilyn-Her words” vede come protagonista l’attrice – anche lei attivista per contrastare i mutamenti del clima – Loredana Cannata nei panni di una delicatissima Marilyn Monroe.
A chiudere il 2019 e inaugurare l’anno nuovo saranno Gianfranco D’Angelo e Sergio Vastano con lo spettacolo “Eravamo tre amici al bar”, una carrellata sui vizi e le virtù degli italiani visti con occhio ironico, disincantato ma anche indulgente, e l’accompagnamento al pianoforte di Tonino Scala.
Con la verve che la distingue, l’ironica Sabrina Impacciatore, accompagnata al pianoforte da Brando Bertrand artista e modello, si racconta e racconta un modo di essere, una scelta di vita in cui dolore e allegria si uniscono in un tutto armonico che è la vita stessa.
In occasione del centenario dalla nascita di Federico Fellini (1920-2020), Sandra Milo omaggia il maestro del cinema italiano con lo spettacolo “Caro Federico”, un viaggio nel mondo e nelle atmosfere del grande regista, regalando agli spettatori ricordi vissuti in prima persona durante il loro lungo periodo di amicizia e collaborazione artistica. A febbraio seguirà “Ricette d’amore”, una divertentissima commedia degli equivoci che solleticherà il palato degli spettatori. Per la Giornata Internazionale della Donna, Sandra Milo torna con una commedia musicale dal titolo “Ostriche e caffè americano”, accompagnata da Luca Arcangeli e dal duo Karma B. Ad aprile sarà nuovamente in scena Brando Bertrand nei panni di Edoardo II in uno spettacolo ispirato all’opera di Christopher Marlowe. ECORASSEGNA si chiuderà a maggio 2020 con Leo Gullotta che porterà in scena “Minnazza”, un racconto sonoro che si snoda dalle origini della letteratura siciliana sino ai giorni nostri.

Presenti alla conferenza stampa, oltre a Marco Daverio, Direttore del teatro e a Walter Palamenga, Direttore artistico, nonostante i loro tanti impegni, i treni da prendere, gli scioperi di mezzo, due colonne della storia dello spettacolo, passata, odierna e soprattutto futura, Sandra Milo che arrivava direttamente dal set e Gianfranco D’Angelo da Roma, che con la loro simpatia, charme e vivacità hanno aderito prontamente a questo nuovo progetto di eco-sostenibilità legata all’arte. Come dire che se si è giovani dentro, il tempo non ha nessuna importanza. Imparate giovani!
Mancava, ahimè, un rappresentante ufficiale della cultura…
Insieme a loro c’era il giovane attore Brando Bertrand che sarà in scena con due spettacoli e che ci ha regalato un assaggio della sua bravura virtuosistica al pianoforte.
Insomma, una rassegna interessante e variegata in un altro bel quartiere di Milano che può dirsi felice di avere un luogo di cultura, di comunicazione, di sostenibilità.
Volere è potere? Senz’altro sì, ma che fatica però!

Daria D.

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Cessate il fuoco con le parole di Aristofane. Alcune riflessioni in margine

  Vincenzo Zingaro ripropone al Teatro Arcobaleno (vedi anche l'esaustiva...

19 maggio 1991: la Sampdoria in paradiso

Nelle stagioni successive a un’edizione dei Mondiali, la Serie...

A Passi di Danza con Antonella Laezza

Mancano pochi mesi ai festeggiamenti ufficiali dei primi dieci...