“Sento la terra girare”. La geniale comica di Zelig in questa opera di intrattenimento si inventa di essersi chiusa in un armadio per mesi, forse anni e quando finalmente decide di uscire scopre che il mondo non è rimasto fermo alla data in cui ha deciso di isolarsi

Data:

In scena al Teatro Politeama Genovese di Genova dal 6 al 9 febbraio 2020

 Non paga dei successi ottenuti Teresa Mannino torna a calcare le scene con uno spettacolo di sicuro effetto “Sento la terra girare”. I testi sono stati scritti da Teresa Mannino e Giovanna Donini. Lo scenario ben abbinato allo spettacolo e di sicuro effetto si concentra in un gigantesco armadio appoggiato su lenzuola e guanciali sparsi simili a morbide dune. Teresa con la sua impagabile verve appena apre le ante ed esce dalla sua volontaria emarginazione, subito rimane accecata dalla luce artificiale dei fari di scena, ma subito dopo si riprende rimanendo ugualmente abbagliata da un’altra luce ancora più forte.  Il pubblico che da sempre la sommerge di applausi. Appena uscita come suo solito inaugura la sua performance con la felice battuta sui terroni e sui polentoni: e constatando che non è cambiato niente durante il suo esilio racconta quello che invece ha trovato cambiato. L’asse terreste che improvvisamente si è messo a correre più di un maratoneta, intanto: non esiste neppure più la primavera.  Nel mare le bottiglie di plastica colorate hanno preso il posto dei pesci. Teresa documentandosi legge che l’acqua e l’aria scarseggiano.  L’aria addirittura la venderanno presto al supermercato. L’uomo si sta estinguendo anche perché ha altri interessi che lo distraggono. Anche il mondo va a rotoli sì ma di carta igienica: però sono importanti il filo interdentale per cani. Teresa con la sua simpatia nel suo ritorno nel mondo trova ogni tipo di soluzione: come chiudere l’acqua mentre si sta insaponando, crea un orto sul balcone, spegne le luci dell’albero di Natale. Pur avendo il dubbio che gli effetti saranno limitati e la sua vita invece più complicata. Così delusa, Teresa si rinchiude dentro l’armadio.  Ma come è cambiato il mondo è cambiato anche l’armadio e lì dentro ora sente la terra girare. Teresa Mannino ha la facoltà di rendere comica ogni cosa che riguarda la vita quotidiana riuscendo ad illuminare con ogni sua battuta il volto con un sorriso. La comica sintomaticamente è riuscita a canzonare ogni situazione apparentemente seria, regalandoci anche la lettura di due toccanti poesie della Szymborska. Dopo è entrata nel suo filone preferito: la contrapposizione tra le regioni e le città, non dimenticandosi ironicamente di punzecchiare i siciliani, i lombardi e i liguri. Teresa Mannino, ha portato sul palcoscenico tutta la sua empatia ed è stata in grado di associare la sua abilità attoriale con la sua spontanea e creativa ispirazione assolutamente e originale, ricambiato dal pubblico che lo ha contraccambiato con applausi e sorrisi.

Giuliano Angeletti

 

Sento la Terra girare
Produttore: Bananas
Regista:
Teresa Mannino
Autore:
Teresa Mannino
Protagonista:
Teresa Mannino
Durata:
90 minuti
Numero atti: 1
Anno di produzione: 2018

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati