ELEONORA D’ANNIBALE, UN’ARTISTA DA PALCOSCENICO

Data:

Che il teatro fosse nel suo destino lo aveva capito fin da bambina, quando le bastò assistere ad una commedia per immaginarsi lei stessa su quel palco. Oggi, a 43 anni di età, Eleonora D’Annibale realizzando tutti i suoi sogni. L’arte, per lei, è qualcosa di irrinunciabile. Così, dopo che da giovanissima ha girato l’Italia al fianco di Gino Coliandro e Lallo Circostra, oggi ha deciso di rimettersi in gioco dopo qualche anno di pausa dettato dalla volontà di svolgere a tempo pieno il suo ruolo di mamma. Eppure, il tempo sembra essersi fermato. Le è bastato ritrovarsi fra le mani qualche canovaccio e qualche sceneggiatura per capire che quello fosse nuovamente il suo mondo. Ma siccome Eleonora è anche una di quelle donne a cui piace guardarsi allo specchio e sentirsi bella, ha scelto di sperimentare anche il campo dei concorsi di bellezza. Alla faccia dell’età anagrafica, le è bastato indossare un paio di tacchi e un tubino nero per lasciare senza parola sia il pubblico che i giurati. Così, mentre i titoli vinti fanno capolino nella sua abitazione, lei si prepara per un maggio scoppiettante che la vedrà protagonista in teatro al fianco di un mito italiano come Pippo Franco e della “Gegia”, una delle performer romane che hanno scritto pagine indelebili del piccolo schermo. Insomma, Eleonora D’Annibale punta in alto. D’altronde, per lei, recitare è qualcosa di intimo. “Per me il teatro è un po’ tutta la mia vita, perché sul palco tiro fuori tutti i sentimenti, le emozioni, la passione – racconta – tutti aspetti che condivido le emozioni col pubblico”. Idee chiare, fuor di dubbio. Ma siccome non si finisce mai di imparare, proprio in queste settimane Eleonora è tornata a “scuola” di recitazione proprio al fianco della Gegia. Un modo per continuare a sperimentare e per migliorarsi sempre più, con l’unico obiettivo di far vibrare le corde di chi ascolta e arrivare dritta al cuore di chi guarda.

Riavvolgiamo il nastro: Eleonora D’Annibale, 44 anni, di Roma. Professione…

Attrice di teatro, e che altro sennò? Lo confermo: da bambina andai per la prima volta a teatro per vedere una commedia, mi bastò qualche minuto per capire che il palco era ciò che desideravo più di tutto. A scuola ho studiato tutt’altro, ma presto mi sono dedicata a scuole di recitazione.

E la carriera ti ha portato, da giovanissima, al fianco di autentici miti del settore.

Ho girato l’Italia con la commedia “Otello ma non troppo” dove io ero la co-protagonista al fianco di Gino Coliandro dei Tre Tre e con un altro artista del palcoscenico come Lallo Circostra. Un’esperienza che non potrò mai dimenticare.

Poi, però, è arrivato un periodo di stop.

Mi sono fermata per fare la mamma a tempo pieno, per crescere mio figlio standogli accanto. Poi, però, ho sentito la necessità di tornare sul palco, di re-immergermi in un mondo che sento mio. Così, un paio d’anni fa, ho deciso di calcare nuovamente il palcoscenico e di sperimentare altre esperienze.

Fra queste, quella dei concorsi di bellezza.

Li ho scoperti quasi per caso… e devo dire che mi sono piaciuti. Non nego che nel quotidiano mi piace sentirmi bella e guardata, così ho deciso di sfidare giuria e pubblico… e devo dire che i sono tolta delle belle soddisfazioni! Ho vinto una fascia a Miss Eleganza, ho conquistato altri titoli che campeggiano in camera mia. I concorsi di bellezza sono un gioco, io sono vanitosa e quelli sono delle occasioni per giocare, per prendermi un momento per me stessa, per mettermi in mostra. Mi si sono aperte le porte della tv e della radio che hanno voluto intervistarmi per sapere qualcosa in più di me.

Insomma, è stato un ritorno all’insegna del bello.

Ho partecipato a Il Salotto degli Artisti, su Gold Tv, dove ho presentato alcuni monologhi. Parole, frasi, argomenti, con i quali voglio arrivare all’anima delle persone. A maggio sarò in scena con nuovo spettacolo, presentato da Geggia e Pippo Franco, che vedrete in tv nel quale porterò due monologhi.

Qualcuno potrebbe dire: non è mai… troppo tardi.

E io ho la risposta pronta! Non sono più una ventenne, ma coltivo ancora molte passioni. Non voglio mai smettere di sognare: mi sono fermata per seguire mio figlio, appena lui è cresciuto io mi sono rimessa in gioco… nonostante l’età, perché non esiste un’età per sognare o per mettersi in mostra.

Nel cassetto, comunque, custodisci ancora sogni da realizzare.

Vorrei girare un film con abiti dell’Ottocento, in cui dame e principi possano immergersi in un’epoca passata e raccontare quella società. Ecco, questo mi piacerebbe riuscire a farlo.

D’altronde, tu nella tua vita scenica hai già “scritto” qualcosa di tuo.

Ho portato sul palco “Cinque ragazze da ricordare”, la storia di cinque ragazze alle prese con provini, casting, sogni nel campo dello spettacolo. Un teatro con qualche cenno autobiografico… Era la nostra storia e scegliemmo di condividerla col pubblico.

C’è un mito nel campo del teatro?

Gigi Proietti, che è il numero uno ed è romano come me. Lui è un autentico punto di riferimento… Ma devo anche dire grazie a Gino Coliandro, perché da lui ho imparato trucchi, pause, toni, presenza scenica…

Non solo teatro abbiamo visto…

Con la bellezza ho un rapporto sinergico: ci tengo ad essere in ottima forma, sentirmi bella è essenziale per la mia mente. Come si dice: mens sana in corpore sano… Nel 2014 ho anche scelto di mettermi in gioco per un calendario e mi piace che i vestiti che indosso valorizzino i punti forti del mio fisico.

Anche sui social Eleonora D’Annibale si fa conoscere per quello che fa.

Proprio così: interpreto i social come una vetrina e un divertimento, sono un modo per pubblicizzare i miei eventi e i miei spettacoli. La verità è che sono diversa dalla massa, sono solidale con le donne e voglio sempre consigliare o aiutare le mie colleghe e le mie amiche. Non so cosa sia l’invidia…

Luca Fina

CONTATTI SOCIAL
https://www.instagram.com/eleonora.dannibale/?hl=it
https://www.facebook.com/eleonora.dannibale.5

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Tania Morini, Una performer in tacco a spillo

Datele un paio di tacchi (preferibilmente alti, possibilmente altissimi),...

L’ULTIMO DESIDERIO di Pietro Favari (decima puntata)

A seguire la decima puntata de L'ultimo desiderio di...

“Summer fading (late love song)”, un mix di dream pop e alternative rock con...

  Dopo l’elektronische musik di “Stati emozionali”, la psichedelia di...

Debora Cattoni: “Ragazze, non vendetevi mai!”

Ultimamente Debora Cattoni ha rilasciato un'intervista a Perugia Today...