FRANCESCA GUACCI, LA SENSUALITA’ AI TEMPI DEI SOCIAL

Data:

Essere al centro dell’attenzione, la fa stare bene e le permette di sentirsi apprezzata per quello che è realmente. Ovvero: non solo una ragazza con un corpo perfetto e le curve giuste al posto giusto, ma anche una persona che ha saputo superare momenti delicatissimi nella propria vita per arrivare ad essere per come appare oggi. Francesca Guacci, 25 anni dalla Provincia di Padova, conquista l’attenzione al primo sguardo. Che sia sul web, sui social o per strada, impossibile non notarla. Bella, provocante, seducente, ma con un trascorso che merita di essere ascoltato per capire le ragioni di quel sano esibizionismo che oggi la contraddistingue. Insomma, se a Francesca Guacci piace essere guardata, c’è una ragione più profonda di quella dose di egocentrismo che comunque la caratterizza. Una storia da comprendere che ve la farà piacere ancora di più…

Riavvolgiamo il nastro: chi è Francesca Guacci?

Ho studiato prima in un liceo scientifico e poi all’università, dove mi sono specializzata in russo e tedesco.. A 20 anni però ho vissuto un periodo di forte “crisi esistenziale” e ho avuto dei problemi di salute; tutto ciò mi ha portata ad iniziare un percorso di fitness e poi di bodybuilding in palestra.

Una svolta decisa alla tua vita.

In quegli anni sono cambiata totalmente grazie agli allenamenti costanti e alla mia nuova dieta sana. Vedendo i progressi sul mio corpo e la maggiore consapevolezza che lo sport mi portava, ho voluto provare a trasformare la mia passione in un guadagno e ho cercato possibilità lavorative legate ai social.

Ed è da qui che è iniziato il tuo “boom” sul web.

Mi son messa in gioco su Instagram e questo mi ha portata a ricevere diverse proposte, infatti al momento collaboro con un sito erotico in cui ho una mia sezione che pubblicizzo sul mio profilo Instagram, e faccio alcune sponsorizzazioni di prodotti.

Che rapporto hai con i social?

Io amo il mondo dei social perché lo vivo come mondo di intrattenimento e condivisione. Grazie ai social ho imparato nuove passioni, mi sono informata meglio in certi ambiti e ho conosciuto nuove persone davvero interessanti e fuori dal comune. Io ho scelto Instagram perché riesco a gestire il mio profilo con costanza e mi diverto: lì mi chiamo @francy_fitaddict e condivido foto, video e stories su tutto ciò che faccio nella mia vita.

I tuoi numeri sono strepitosi: sei una influencer?

Sono convinta di dover migliorare ancora molto la mia personalità per meritarmi quel “titolo”, ma al tempo stesso noto che varie persone mi ritengono carismatica e che alcune aziende si affidano a me per i loro prodotti, quindi mi sento una “influencer in progress”, ecco!

Che cosa racconti attraverso il tuo profilo?

Attraverso Instagram mostro me stessa, senza filtri. Tempo fa avevo riflettuto molto sul modo “giusto” in cui esporsi sui social, e alla fine avevo capito che non sarei mai stata capace di inventare una Francesca finta per Instagram: la soluzione migliore per il mio caso era semplicemente quella di far vedere chi sono davvero. Adoro esprimermi liberamente ed esporre il mio corpo e le mie idee senza filtri ed ipocrisie varie.

Insomma: sei sul web proprio come nella vita reale.

Io sono una ragazza solare, sportiva, dinamica, determinata, coerente, matura ma anche “eternamente bambina” in certi ambiti della vita: voglio migliorarmi sempre ma al tempo stesso mi amo profondamente e non ho paura di mostrami e ricevere eventuali critiche o peggio. Questa trasparenza rende serena me e permette a chi mi segue di conoscermi veramente.

E questo percorso ti ha portata innumerevoli soddisfazioni.

Uno dei complimenti più belli da parte di chi mi ha vista nel reale dopo avermi trovata su Instagram è stato “Caspita ma tu sei davvero come ti mostri sul tuo profilo!” . Impagabile. E questa schiettezza torna utile anche sul piano lavorativo, perché con la sincerità e la scelta di sponsorizzare prodotti in linea col proprio pensiero e stile di vita ci si crea una solida reputazione.

Naturalmente, la fotografia è il tuo mezzo per esprimerti.

Non essendo modella, finora ho vissuto la fotografia solo a livello amatoriale, producendo contenuti per il mio profilo Instagram. Amo la fotografia perché mi fa sentire al centro dell’attenzione e perché immortala momenti e sensazioni: penso sia una caratteristica tipica di chi decide di esporsi sui social, visto che si tratta di un mondo che richiede sempre una certa dose di esibizionismo e protagonismo.

Dicevamo: a Francesca Guacci piace apparire…

Mi considero una ragazza esibizionista ed egocentrica, e il mio modo di vestire lo conferma: amo gli indumenti aderenti e provocanti, che mettono in risalto il corpo ed esprimono sensualità. Non seguo la moda e scelgo colori e tagli esclusivamente in base al mio fisico e al mio stato d’animo della giornata. Adoro l’estate sia per il caldo e la possibilità di andare al mare, sia perché mi permette di indossare shorts inguinali, top e canotte, miniabiti scollati che lasciano schiena braccia e cosce scoperti. Anche in inverno, nonostante il freddo, cerco sempre di valorizzare la mia silhouette con calze e minigonne. Le scarpe le amo colorate e originali, ma anche comode: porto raramente i tacchi alti, anche perché le mie uscite comprendono quasi sempre feste e discoteche e per ballare fino all’alba devo tutelare i miei piedi.

Ti senti diversa dalle tue coetanee?

Sì, per tanti motivi: dalle priorità nella vita al modo di reagire alle situazioni. Tempo fa pensavo che questo fosse un limite e mi autoisolavo, mentre ora lo vedo come una opportunità per creare legami interessanti e costruttivi.

Anche la scelta di tuffarti nel mondo della palestra ti ha aiutata a crescere.

Ho iniziato ad allenarmi con i pesi e a seguire una dieta sana a 19/20 anni per motivi di salute che mi avevano spaventata e fatta allontanare dal cibo spazzatura e dagli alcolici, in palestra ho scoperto la mia dimensione e ho trovato un modo per avvicinarmi alla serenità che ricerco da sempre. Al momento sono seguita da un personal trainer a distanza, Mattia Lo Cascio, che mi sta aiutando a raggiungere la mia forma fisica migliore. Non ho intenzione di gareggiare da atleta né desidero formarmi professionalmente per diventare una personal trainer: semplicemente voglio arrivare alla mia condizione fisica e di salute migliore per godermi appieno la mia vita e le opportunità lavorative che i social offrono a chi vuole sfruttare la propria immagine.

Come ti vedi, fisicamente parlando?

Mi piaccio molto, amo in particolare la linea del sedere e delle gambe. Un anno e mezzo mi sono rifatta il seno perché ne avevo veramente poco, e con la mastoplastica ho reso ancora più armonioso e proporzionato il mio corpo.

Non solo corpo, ma anche carattere.

A livello caratteriale posso dire che sono fiera di me stessa: mi ritengo molto sensibile e coerente e mi piace la mia curiosità, perché mi ha sempre portata a informarmi al meglio e a fare scelte consapevoli. Riconosco però di essere ancora troppo impulsiva e ansiosa, ma gradualmente arriverò a smussare sempre più questi “brutti” lati del mio carattere.

Come abbiamo capito, le scelte drastiche non ti spaventano.

Proprio così. Svelo un segreto: la curiosità più grande su di me ritengo che sia la salpingectomia, ovvero l’operazione di asportazione delle tube, che viene fatta soprattutto per non avere gravidanze. Il mio desiderio di non diventare mai madre e di avere pieno controllo del mio corpo è sempre stato una priorità nella mia vita e sono felice di averlo potuto concretizzare. Noto purtroppo che questa mia scelta viene ancora considerata “folle” nel nostro paese e spesso mi si manca di rispetto in merito a questo aspetto della mia vita.

Immaginati nel futuro: dove ti vedi?

Non so nemmeno dove sarò fra un anno, perciò non riesco a pensare a un futuro troppo lontano, però so che mi piacerebbe trasferirmi all’estero, in un posto caldo sul mare. Conoscendo l’inglese e lo spagnolo posso scegliere varie mete nel mondo senza aver problemi di lingua, però prima di fare un passo del genere voglio conoscermi meglio e risolvere alcune questioni personali, lavorative e relazionali. Posso dire che ho un grande progetto per il futuro, ma che per realizzarlo devo prima concentrami su obiettivi a breve e medio termine.

Luca Fina

 

CONTATTI SOCIAL
@francy_fitaddict

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

Alessandra, una donna “libera” di raccontarsi

  Questa è la storia di una donna che è...

Apertura di stagione del teatro cinema Gloria

  Oggi 3 dicembre 2023 alle ore 18.00 si è...

Darman, venerdì 10 novembre esce in radio “Cicale”

Dal 10 novembre 2023 sarà disponibile in rotazione radiofonica...