SERENA ANDREETTO, LA FOTOGRAFIA PER RISCOPRIRSI BELLA

Data:

Un periodo difficile della vita superato ritrovando la voglia di mettersi in gioco, una naturale predisposizione a sentirsi bella, affascinante e sensuale. La storia di Serena Andreetto, 26 anni da Milano, è solo in apparenza semplice. Il suo è il racconto di una responsabile di un negozio di abbigliamento uomo, di una fotomodella con un seguito crescente sui social e di una ragazza che ha sempre il sorriso in volto e la battuta pronta. Un trionfo di sensualità che, tuttavia, poco tempo ha dovuto fare i conti con sfide complesse che la vita spesso mette davanti. Serena le ha superate senza arrendersi, ritrovando l’entusiasmo di sempre e trasformandosi in una esplosione di sensualità. Le sue foto catturano al primo sguardo e il suo personaggio è sempre più conosciuto, un mix che potrebbe davvero portarla sempre più in alto…

Riavvolgiamo il nastro: chi è Serena Andreetto?

Come detto lavoro come responsabile in un negozio di abbigliamento a Milano, ho studiato per diventare chimico di laboratorio per poi concludere gli studi con Scienze e Tecnologie Geologiche all’Università. Ho iniziato il mio percorso con la fotografia molto per caso in realtà!

Com’è scattata questa miccia?

Compiuti i 19 anni Francesco Paoletti, fotografo professionista nella provincia di Verona, durante una serata in un locale veneto, mi chiese se avessi mai pensato di fare servizi fotografici, perchè a suo dire, sembravo molto fotogenica. Io sconcertata e neanche troppo convinta, accettai la sua proposta e così ci fu la prima pubblicazione su editoriale.

Da allora, non ti sei più fermata…

Ho continuato il percorso da fotomodella, in maniera spassionata e divertente, principalmente a Verona dove mi trovavo come tutte le estati finchè una volta rientrata nella patria Milanese ho cominciato i primi contatti con le agenzie e ad approcciarmi al Mondo di Instagram.

Fino a quando hai dovuto interrompere tutto. 

Il rapporto con il mio ex fidanzato stava diventando logorante, mi sono ammalata di disturbi alimentari, e in quei mesi il mio corpo spariva, come sparivano le mie passioni, i miei sorrisi e la mia serenità. Ho smesso di fare tutto. Compreso di posare. Quei mesi sono stati un periodo di vuoto totale, ho intrapreso un percorso terapeutico perché avevo bisogno di aiuto e soprattutto, mi sentivo di non essere più me stessa. Bisogna sempre fare ciò che ci piace e inseguire i nostri sogni, così ho ripreso. A vivere.

Una forza di volontà che, passo dopo passo, ti ha riportata a metterti in gioco.

All’inizio non ho ripreso a posare, perchè il mio corpo non mi faceva più di tanto impazzire: non mi sentivo ancora a mio agio, ma le mie capacità di vendita e di interloquire con le persone non mi avevano abbandonata; così, ho cominciato a fare la hostess per eventi, girando per tutta Italia, iniziando piano piano a riprendermi e riprendendo in mano la mia vita. Anche perchè… non ho l’altezza per fare la hostess, sono solo 1,65! Ma, come dico di continuo, bisogna provarci sempre, sempre, sempre, mai buttarsi.! E così sono finita anche per fare la hostess per uno dei marchi più famosi di vodka, Grey Goose!

Insomma, alla faccia dell’altezza, di soddisfazioni te ne sei tolta eccome…

Ma confesso che ci sono stati momenti in cui per l’altezza mi sarei volentieri tirata indietro: purtroppo è un vincolo fondamentale, non fa piacere sentirsi dire ‘Sei bassa’ in quanto questa affermazione è abbastanza demotivante. Eppure, chi la dura la vince!

Ed infatti, le porte sono tornate ad aprirsi…

Una volta recuperati i chili persi, ero pronta per tornare in carreggiata. Ho ripreso con i Casting in Agenzia e ho ripreso a posare nuovamente. E non ho più smesso. Qualche mese fa ho avuto l’onore di essere in copertina nella rivista internazionale di estetica ”Le Nouvelles Estetique” , prima ancora ci sono stati diversi cataloghi E-Commerce fra cui quelli per il brand di bikini diVissima, e per Revlon Professional Italia.

Cosa ha fatto la differenza in questo percorso?

Sento di essere una ragazza sicura di me stessa, mi piace creare empatia con le persone e metterle sempre a loro agio. Sincerità e schiettezza sono le mie qualità principali. Non mi piacciono le persone che discriminano altre persone per dimostrarsi migliori agli occhi degli altri. Mi piacciono le persone umili, disposte a sacrificarsi per migliorare se stessi.

Hai un sogno da realizzare?

Un domani mi piacerebbe imparare a presentare un programma televisivo: nonostante sia una persona molto estroversa, devo ancora sciogliere il blocco del parlare davanti a persone. Fatemi posare davanti a 30 fotografi, ma non fatemi parlare davanti a 10 persone!

Luca Fina

CONTATTI SOCIAL
https://www.instagram.com/sere_andreetto/

Seguici

11,409FansMi Piace

Condividi post:

spot_imgspot_img

I più letti

Potrebbero piacerti
Correlati

I Briganti sfilano al Maxxi: una mostra unica

Fino al 26 maggio la struttura ospiterà la mostra...

Giulia Radaelli, Una miss che “influenza”

Tutto è iniziato per caso – e quasi per...